Rimbaud

3 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 3 mesi 2 settimane fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Rimbaud

E che mi dite di Rimbaud? Il poeta maledetto amante di Verlaine? Questa poesia a me ha rubato l'anima, davvero commovente..., sentite un pò:

SENSAZIONE

Nelle azzurre sere d'estate, io andrò per i sentieri,
Punzecchiato dal grano, a pestare l'erba minuta:
Sognatore, io ne sentirò la frescura ai piedi.
Io lascerò che il vento bagni il mio capo nudo.

Io non parlerò, io non penserò a nulla:
Ma l'amore infinito mi salirà nell'anima,
E io andrò lontano, molto lontano, come uno zingaro,
Nella Natura, - felice come se fossi con una donna.
Marzo 1870.

Ragazzi, scritto da un'animo nobile, da un uomo... sublime...
L'amore come la libertà, come la vita, nella Natura...
C'è qualcosa mi melanconico, ma alla fine c'è la vittoria, la magia dell'immaginazione, del sogno oltre la realtà...

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 4 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Rimbaud

Che brividi
alle 8:25 di questa mattina sono stata Rimbaud
lui e dentro di lui

Sirbonemalaittu
Offline
Last seen: 3 anni 10 mesi fa
Iscritto: Mer, 28/02/2007 - 02:34
Re: Rimbaud

benennida ha scritto:
E che mi dite di Rimbaud? Il poeta maledetto amante di Verlaine? Questa poesia a me ha rubato l'anima, davvero commovente..., sentite un pò:

SENSAZIONE

Nelle azzurre sere d'estate, io andrò per i sentieri,
Punzecchiato dal grano, a pestare l'erba minuta:
Sognatore, io ne sentirò la frescura ai piedi.
Io lascerò che il vento bagni il mio capo nudo.

Io non parlerò, io non penserò a nulla:
Ma l'amore infinito mi salirà nell'anima,
E io andrò lontano, molto lontano, come uno zingaro,
Nella Natura, - felice come se fossi con una donna.
Marzo 1870.

Ragazzi, scritto da un'animo nobile, da un uomo... sublime...
L'amore come la libertà, come la vita, nella Natura...
C'è qualcosa mi melanconico, ma alla fine c'è la vittoria, la magia dell'immaginazione, del sogno oltre la realtà...

Arsenij Aleksandrovic Tarkovskij

E questo ho sognato e questo sogno
e questo sognerò ancora un giorno
e tutto si ripeterà
e tutto sembrerà reale
e voi sognerete tutto ciò che ho visto in sogno
La in disparte da noi, in disparte dal mondo
l'onda va dietro l'onda a infrangersi sulla riva
e nell'onda la stella e l'uomo e l'uccello
e la realtà e i sogni e la morte
onda dietro onda

Io non ho bisogno di una data
io ero e sono e sarò
la vita miracolo tra i miracoli
ed io stesso - solo - mi inginocchierò davanti al miracolo
solo come un bimbo
disperso nel recinto dei mari e delle città che brillano nel fumo

E la madre piangendo prende il suo bambino in grembo.

Arsenij Tarkovskij

Non lo so se ti piace...

Accedi o registrati per inserire commenti.