Federico Moccia's fan club

13 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Federico Moccia's fan club

A furor di popolo siamo costretti a parlare di questo formidabile scrittore.

Al cinema tziu_tinu c'era tutta Silanos (NU) per vedere Ho Voglia di Te.

Biografia - Wikipedia ha scritto:
Federico Moccia (Roma, 1963), è autore di romanzi di successo di stampo giovanilistico.

Ha frequentato a Roma il 'Liceo Classico Villa Flaminia'.

Figlio d'arte, suo padre Giuseppe Moccia -meglio conosciuto come Pipolo-, è stato primo sceneggiatore cinematografico, assieme a Castellano, di vari pellicole di Totò, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia ed altri comici nostrani, e poi regista di alcuni tra i maggiori successi commerciali della commedia all'italiana a cavallo tra gli anni '70 e '80, come 'Il bisbetico domato', 'Attila flagello di Dio', 'Il ragazzo di campagna' o 'Scuola di ladri'.

Proprio 'Attila flagello di Dio' segna anche l'esordio nel mondo del cinema di Federico, che vi partecipa, appena diciannovenne, come aiuto regista. Nel 1987 ci prova quindi da solo, ma 'Palla al centro' passa completamente inosservato, costringendolo a passare alla tv: nel 1989 partecipa così sia come regista che come sceneggiatore al progetto di 'College', telefilm giovanile e giovanilista con Federica Moro. In tv rimane a lungo anche in qualità di autore, scrivendo i testi di molte trasmissioni di successo nel campo dell'intrattenimento come, recentemente, 'Domenica In'.

Nel 1992 ha scritto il suo primo libro romanzo Tre metri sopra il cielo. In un primo momento Federico Moccia ebbe dei problemi nel trovare una casa editrice che fosse disposta a pubblicare il suo romanzo d'esordio, poi la Feltrinelli decise di pubblicarlo, ma con una tiratura di poche copie. In seguito accadde un fenomeno piuttosto strano: le poche copie del libro vennero fotocopiate dai giovani lettori che si appassionavano sempre di piu.

Intanto, nel 1998, fa un altro tentativo nel cinema col film 'Classe mista 3A', da lui scritto e diretto, che si avvale anche della partecipazione di Paolo Bonolis: è però un altro fiasco.

Ritorna quindi dietro le quinte televisive, per uscirne però a sorpresa nel 2004, a quarantuno anni, quando il suo libro Tre metri sopra il cielo, dopo il boom di diffusione tra i licei romani, viene rivisto dalla Feltrinelli in una nuova edizione ridotta: il successo è immediato e porta anche ad una riduzione cinematografica, con tanto di ripubblicazione della versione originale ed integrale del 1992. Con il libro Tre metri sopra il cielo, Moccia ha vinto il Premio Torre di Castruccio, sezione Narrativa 2004 e il Premio Insula Romana, sezione Giovani Adulti 2004. Il romanzo è stato venduto in tutti i paesi d'Europa e persino in Giappone e Brasile.

Nel 2006 esce il suo secondo romanzo Ho voglia di te (Feltrinelli), seguito del libro precedente, da cui viene tratto l'omonimo film l'anno seguente.

Nel 2007 nelle librerie regna Scusa ma ti chiamo amore edito da Rizzoli, e il personaggio di Federico Moccia è diventata tanto celebre che è stato imitato più volte da Fiorello nella trasmisione Viva Radio 2 dal 5 marzo 2007.

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 10 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Vederci giusto

Admy, bella biografia di Moccia. Ma sicuramente tu ciò che vuoi sapere è come mai questo Moccia abbia riscontrato tanto successo...
Dal mio cantuccio ti posso dire che il Moccia c'ha solo visto giusto ultimemente, perchè è riuscito ad accaparrarsi l'attenzione degli adolescenti. Ciò perchè i temi proposti son veritieri, per cui non possono che incuriosire il pubblico giovane. Non sapendo di che si trattasse ammetto di essere andata a vedere il film. L'età media credo fosse 17 anni, ma ti dirò, non era male il film, davvero, credo ci sia sinceramente di peggio, di molto peggio! I giovani in certe realtà e situazioni ci si ritrovano, per cui, dopo aver letto il libro, il passo successivo è stato quello di vederne pure il film. Io non ho letto il libro (e credo non lo leggerò), per cui non posso fare dei paragoni.
Dirò di più: per esempio son andata tempo fa a vedere "Manuale d'amore2", ecco, visto l'autore e l'attore come Verdone m'immaginavo qualcosa di più interessante, il film di Moccia, benchè il tema anche su "Manuale d'amore2" fosse l'amore, è stato affrontatoo in maniera più interessante (scusatemi, interessante è un pò improprio, ma ora non mi viene un'altra parola).
Questo Moccia c'ha provato e riprovato a fare qualcosa e alla fine è riuscito ad avere dei risultati soddisfacenti. Buon per lui, e per gli adolescenti a cui piace. Per altre cose meglio Moccia con "Tre metri sopra il cielo" ecc, che altre cose più scadenti.
Saluti.

A volte non si ha abbastanza cuore

coronarta
Offline
Last seen: 9 anni 11 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/12/2006 - 20:12
Federico Moccia's fan club

Credo che l'interesse ai lbri di moccia sia stato alimentato dal film "tre metri sopra il cielo" e "ho voglia di te" (recentemente nelle sale cinematografiche) che nel cast vantava la presenza del nuovo idolo delle adolescenti: Riccardo Scamarcio il Bello.. Moccia ha avuto fortuna!! Io ho letto i libri e ho visto i film e a volte le situazioni cadevano nella banalità e nel demenziale.. tutto sommato nel compleso non è male.. Sapete quanti giovani hanno riabbrcciato la lettura? Tantissimi.. é scandaloso che ci sia voluto moccia a far prenderein mano un libro ai molti giovani colpiti da quest'ondata letteraria inaspettata ma meglio di niente no??

frinas
Offline
Last seen: 5 anni 5 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Federico Moccia's at pigau a iscallonadura

admdortos ha scritto:
A furor di popolo siamo costretti a parlare di questo formidabile scrittore.
Al cinema tziu_tinu c'era tutta Silanos (NU) per vedere Ho Voglia di Te

Buongiorno conchidortos de su coro meu (africanu...);
manco da qualche giorno dal sito;
ragioni di tempo (e anche per consentire a Chimmy di tirare il fiato diluendo in 4/5 gg. la lettura del mio ultimo post);
per il rientro nell'agone conchidorto non ho che l'imbarazzo della scelta;
siccome , però, dopo l'astinenza conchidortiana un pò mi girano, allora scelgo subito di dirne due su questo Topic, così scarico un pò di acidità+bile+tossine e rendo meglio sui prossimi (forse, ma apprezzate l'intenzione).
Oltrettutto rientro nella sezione da me "moderata" che, confesso, è una delle predilette.
Custu Federico Moccia a me "di pirsona pirsonalmenti" per dirla alla Catarella, m'at pigau a iscallonadura. Punto.
Grazie, Admin, dell'idea che colgo come l'infilarmi 2 dita in bocca. Per sanamente vomitare un pò e liberarmi.
Però, fatevi dire cari conchidortos che proprio, a volte, ve le cercate!
Como, ma ass'abberu non è possibile sottrarsi alla malattia del sequel a tutti i costi?
Io vi dico la verità; appena uscito il primo pamphlet di questo fenomeno, lo comprai perchè mi incuriosì il titolo (ve l'ho detto che spesso scelgo i libri e i vini dal titolo... e dal nome sull'etichetta ? Si, da qualche parte).
Ebbene, ne lessi le prime 10 pagine di fila, poi 4/5 intermedie a salti e quindi andai all'ultima.
Una noia mortale; credetemi... triste ed inutile come la Birra Analcolica!
Quello (e i successivi) non sono libri! Sono prodotti da banco cazz...;
sono videogames a tipu FIFA 2001, FIFA 2002, FIFA 2003 etc..; fantasia zero!
Ite at fattu custu romanu? ha preso "Porci con le Ali" mitico ed antesignano romanzo generazionale degli anni '75, l'at abertu e ismontadu, at bidu comente fit fattu intro... e ha scritto la versione anni 2000 riveduta (in favore del target post-adolescenziale odierno) e .....scorretta!
Con l'aggravante che, nel 1974, Lidia Ravera e Marco Lombardo Radice, hanno scritto il libercolo "porcelloso" e si sono fermati là (anzi, sono andati moooolto avanti; basta leggere gli interventi della Lidia ogni tanto nella rubruca che tiene sull'Unità);
custu Moccia ci ha fatto il sequel a tipu Rocky 2, 3, 4 - Rambo 1, 2, 3 e il puntuale film dei F.lli Vanzina per Natale!
E poi mi gira i co....... un'altra cosa;
e basta con questa menata che se non hai frequentato il Liceo Mamiani di Roma non sei stato, praticamente, tardo-adolescente D.O.C.; quegli sfigati di noi che hanno studiato alla Ragioneria a Macomer o a Nuoro si deven impiccare? Così i Liceali dell'Asproni di Nuoro mi vanno in depressione! A sos de s'IPSIA ... po fortuna, non li nde frigat una cariga!!
E guardate che scassare "la quaglia" sul tema al sottoscritto (che è in perenne fase adolescenziale) e si commuove come un vitello al sentire le prime tre note di "Sara" e "Notte prima degli esami" di Antonello Venditti...., è impresa alquanto improba...;
custu b'est resessidu!
Boh, mi fermo quà;
dopo la fase demolitoria corre l'obbligo però al Moderatore della Sezione passare alla fase propositiva: arrivo.
Appena potete, prima di tutto liberatevi con qualsiasi mezzo delle eventuali copie dei tre libri (libri?) del Moccia;
fatene ciò che volete (fuorchè bruciarli perchè nessun oggetto che abbia anche la sola forma del libro può essere bruciato; mi crea, solo l'idea, dolore fisico).
Avrete da qualche parte un tavolo ballerino, un divano col piede rotto, un amico che sa leggere solo l'aramaico...); insomma troverete la maniera.
Quindi, senza paura, infilatevi nella prima Libreria a portata di piede;
avvicinatevi furtivi/e al bancone e bisbigliate al libraio/aia: cercavo "Jack Frusciante è uscito dal gruppo" di Enrico Brizzi...; guardi è un libro di una decina di anni fa;
Portatevelo a casa e apritelo; alla terza pagina capirete la differenza fra un romanzo "tardoadolescenziale" e un prodotto da banco. Provare per credere.
Senza sequel; se poi leggerete il romanzo successivo di Enrico Brizzi "Bastogne", vi farete anche un idea di cosa voglia dire per un scrittore mettersi in gioco e provare a dimostrarsi/are ai lettori di saper scrivere libri (che è cosa diversa dal fare le Pizze, tutte tonde, tutte pizze, etc etc..).
Ecco, custu Federico Moccia secondo me potrebbe aprire una Pizzeria;
e si che frangher da e sas buttarigas!
besos.
f.
Quote:
P.S.: Chimmy... non sai cosa ti perdi; quando sarai vecchia come me ed avrai il bioritmo rallentato, sospirerai la mancata lettura integrale dei post chilometrici di Frinas ma.... pentirotti e spesso; ma sconsolata, volgerotti indietro!

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

coronarta
Offline
Last seen: 9 anni 11 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/12/2006 - 20:12
Federico Moccia's fan club

signor Fri.. se c'era qulche remota possibilità che io potessi definire "passabili" i libri di Moccia.. ecco.. tu l'hai vanificata.. mi hai smontato.. :)

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 10 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
viva l'indignazione!

Tando custu Moccia frì bozzadu a crebadura eh? Bè, non avevo dubbi... ma sai, nonostante tu abbia ragione (che bello vederti indignare, l'indignazione è un sentimento sublime!), purtroppo le cose non stanno come si vorrebbe, frì, che ci sia di peggio lo sai anche tu... i giovani son sognatori, sperano che le cose vadano sempre bene, i problemi irrisolti non fanno per loro. Loro che son abituati ad avere tutto, a non doversi sudare ciò che hanno... un film ed un libro del genere è fatto su misura per loro... (chiedo venìa per aver citato i libri di Moccia che non ho letto).
Indignarsi è giusto, ma guardiamoci un'attimino attorno: quali son i genitori che "istigano" i figli a leggere un buon e sano libro coi fiocchi? I genitori son troppo presi da se stessi e ho l'impressione che non invoglino i figli verso una certa direzione che si chiama cultura. Poi posso anche sbagliarmi, non ho certezza di ciò, ma ho tutta l'impressione che ci stiamo dirigendo verso quella direzione, aimè...
Un abbraccio.

A volte non si ha abbastanza cuore

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Federico Moccia's fan club

Se in questi giorni andate per centri commerciali, librerie, negozi di elettrodomestici, aree di servizio, fruttivendoli e postriboli vari; vedrete cataste di libri del tipaccio, che ha l'unico pregio di essere del '63.
Troverete 3-4- titoli diversi in pole position a mucchi banchi di vendita, ne ho sfogliato qualcuno, se volete sapere cosa c'è scritto ascolatevi Fiorello alla radio intorno alle 14:30, il pezzo su Moccia è secondo solo a quello su Battiato (da registrare!).

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 12 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Re: Federico Moccia's at pigau a iscallonadura

frinas ha scritto:

Quote:
P.S.: Chimmy... non sai cosa ti perdi; quando sarai vecchia come me ed avrai il bioritmo rallentato, sospirerai la mancata lettura integrale dei post chilometrici di Frinas ma.... pentirotti e spesso; ma sconsolata, volgerotti indietro!

Naturalmente sono stata attratta da questo specchietto, e non ho letto tutto il resto... e non ho letto nemmeno quello precedente di 6 pagg.. :P :P :P però mi impegnerò e a piccole dosi magari magari...

per quanto riguarda moccia, se è stato in grado di far leggere nuovamente gli adolescenti non posso che esserne contenta, certo tutti preferiremo che leggessero un verga o un dickens o che ne so pennac, però da un punto si dovrà pur iniziare

leggere fa bene, qualsiasi cosa dico io. si sta perdendo la cultura del leggere, dello scrivere.
vi sembra "giusto" che alle medie sia permesso utilizzare la k per il ch, utilizzare la x per il per.. a me no, questo tipo di scrivere mi fa semplicemente schifo, per non parlare poi dei tvtb & Co.

però stiamo scantonando, si parlava di moccia e di moccia si deve continuare a parlare. io non ho visto il film, non ho letto il libro però ho ascoltato una sua intervista e ho letto di come sia adorato dagli adolescenti, perchè pare che pur avendo più di 40 anni li sa capire, mica è poco. c'è uno salto generazionale non indifferente e gli adolescenti sono nel pieno delle crisi interiori, di tempeste ormonali e di molteplici indecisioni.. sono in un mondo a parte, chiuso agli adulti e secondo me il fatto che un adulto sia entrato nel loro mondo è un qualcosa che va ben oltre del fenomeno da libro da supermercato..

frinas
Offline
Last seen: 5 anni 5 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
macchè... non dare mai retta ai Brontosauri

coronarta ha scritto:
signor Fri.. se c'era qulche remota possibilità che io potessi definire "passabili" i libri di Moccia.. ecco.. tu l'hai vanificata.. mi hai smontato.. :)

al contrario; tu (che tutti gli indizi indicano come una delle facce giovani davvero del forum), diffida sempre dei "comizi" e del bofonchiare di Zio Frinas...;
anzi, per contrappasso, prova a fare l'esatto contrario...; 99 volte su 100 magari vedrai che ci azzecchi!!
pone in mente: rovesciate il tavolo... se è il caso, iniziando proprio da Tziu Frinas; è permaloso ma con i giovani si scioglie; oppure fatelo fesso e contento; po non l'intender nessi...

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Tutte fesserie

Per carità non leggete (troppo) quelle fesserie, piuttosto andate a divertirvi con i vostri e le vostre coetanee. Se dovete leggere qualcosa leggete qualcosa di importante il tempo è prezioso e non si può sprecare con letture sciocche.
In tutte le epoche ci sono stati "i fenomeni" cinematografici, musicali e librari sciocchi creati dai marchettari ad uso e consumo dei teen agers ma non hanno mai lasciato alcuna traccia.

coronarta
Offline
Last seen: 9 anni 11 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/12/2006 - 20:12
Re: macchè... non dare mai retta ai Brontosauri

frinas ha scritto:
al contrario; tu (che tutti gli indizi indicano come una delle facce giovani davvero del forum), diffida sempre dei "comizi" e del bofonchiare di Zio Frinas...;

Dai un pochino brontosauro lo sei!! Scherzo!! però sei il migliore di tutti qui!!mi piacciono tanto i tuoi comizi anche se ci vuole qualche mesetto per leggerli!! :wink:

dari
Offline
Last seen: 9 anni 4 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Federico Moccia's fan club

Carissimi conchidorti e nella fattispecie Coronarta...leggete, leggete sempre e di tutto. Il confronto tra le letture è il segreto per imparare a riconoscere il buono dal trash letterario, per parafrasare adm, dai marchettari della cultura che hanno scoperto il modo giusto per vendere in quantità elevata il loro prodotto. La quantità si scontra spesso e a ragione con la qualità. Leggere di tutto è il segreto per riconoscere la qualità letteraria e ignorare questi "fenomeni letterati" del momento. Moccia, state pur certi, vi frega una volta e non di più....abbracci

Ps. sos comizios de tiu frinas....eh coronà...est imbezzande e nos toccada de lu lerare coment'este..passenzia bi cherede :wink:

coronarta
Offline
Last seen: 9 anni 11 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/12/2006 - 20:12
eh già..

hai perfettamente ragone dari.. non sempre quello che piace è bello.. e bisogne leggere di tutto.. credo che moccia abbia "fregato" ben pochi.. ora è lui l'idolo del momento ma passerà non appena arriverà qualcun'altro che saprà attrarre le masse meglio di lui.. come è stato già detto i fenomeni cinematografici, letterari etc sono da sempre, in ogni tempo, all'ordine del giorno.. quindi perchè spendere parole per qualcuno che non ha fatto nulla di ecclatante e originale? io ho letto un suo libro per curiosità e non mi è sembrato dicesse niente di nuovo rispetto alle soap o fiction amorose italiane e non..per questo motivo non mi è sembrato eccessivamente trasch visto che ne ho sentite (e viste) di peggio..Poi mi pare ovvio e scontato dire che leggere un libro non significa leggere Moccia..Baci a tutti!!

Accedi o registrati per inserire commenti.