Non c'è più religione

223 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Ho letto in questi giorni della polemica intorno ad una vignetta di Vauro che prendeva in giro Gesù Cristo, e delle proteste levatesi per presunto vilipendio alla religione cristiana.
Contemporaneamnete si legge da altre parti dei processi di beatificazione di papa Luciani e papa Woityla.
È infatti indispensabile per procedere alla santificazione che venga dimostrato almeno un miracolo a loro attribuibile, pare ormai certo che i miracoli ci siano stati, e che si tratti di guarigioni prodigiose.
Nessuno si è levato contro questa che a me sembra una vera e propria presa in giro planetaria, come è possibile che nel 2006 vengano diffuse simili castronerie per giocarsi della credulità popolare?
Praticamente tutti o quasi i cardinali che escono papi dal conclave prima o poi hanno compiuto qualche prodigio, questo magico potere viene attribuito per votazione segreta nella cappella sistina sottoforma di spirito santo che piove dall'alto del cielo e rende il prescelto più bravo del mago otelma.
E noi che ci prendiamo gioco delle credenze dei musulmani e degli animisti, a proposito avete scritto a Babbo Natale?

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Stanislaw Wielgus alias «Grey»

Ennesimo colpo di scena sulla nomina di monsignor Stanislaw Wielgus all'archidiocesi di Varsavia. Stanislao è accusato di aver collaborato col regime comunista in qualità di spia; la prevista cerimonia di insediamento pare che venga rimandata sine-die per motivi di opportunità, nonostante l'arcivescovo goda della fiducia incondizionata del papa, che come saprete è infallibile.
Nonostante il suo mea culpa il compagno «Grey» ha contro anche gemelli Kaczinsky, presidente della repubblica e primo ministro di Polonia.
Tutto questo livore verso un pecorone smarrito è inedito per le gerarchie vaticane, non si ricordano rivolte analoghe verso altri vescovi e cardinali collaborazionisti, eppure ce ne sono stati a centinaia in tutti i regimi autoritari: nazisti, fascisti e comunisti.
Ricordo fra tutti il nuzio apostolico italo-argentino Pio Laghi collaboratore dei militari e il consigliere speciale di Francisco Franco e di Pinochet, Monsignor Escrivà de Balaguer, fondatore dell'Opus Dei e beatificato da Wojtila.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
The God Delusion di Richard Dawkins

Mondadori non si decide ancora a pubblicare "The God Delusion" di Richard Dawkins, biologo, evoluzionista e divulgatore scientifico britannico.
Il mondo religioso è in allarme, questo non è il solito romanzetto alla "Codice da Vinci" pieno di castronerie totalmente inventate, ma un libro che con rigore scientifico dimostra come non abbiano fondamento i principi stessi di tutte le religioni a cominciare dall'esistenza di un essere superiore creatore dell'universo.
Nonostante l'argomento non sia dei più facili il libro è in cima ai best-sellers; una buona notizia per il nostro mondo dominato dai bushevichi.

Il Corriere Della Sera ha scritto:

L’avanzata dei nuovi atei
Tre scienziati di Oxford portano avanti il pensiero del New Atheism, contro l'oscurantismo delle religioni in materia scientifica

REGNO UNITO – «Dal momento che accettiamo il principio per cui “la fede religiosa deve essere rispettata per il semplice fatto che si tratta di fede” è difficile negare rispetto anche alla fede di Osama e dei kamikaze». Questo è ciò che afferma Richard Dawkins – biologo, evoluzionista e divulgatore scientifico britannico – nel suo ultimo libro, intitolato The God Delusion. Si capisce subito che, come molti altri uomini di scienza, Dawkins ha un approccio del tutto particolare all’argomento religioso. E come lui anche Sam Harris e Daniel Dennett, noti «scienziati della mente» di Oxford, appartengono a quello che può essere definito il movimento dei nuovi atei, ovvero la corrente di pensiero di chi condanna non solo la fede in un Dio, ma anche la tolleranza nei confronti di chi ha un credo religioso.
NESSUNA NEUTRALITA' - Dalla capitale della ragione, Oxford, i tre scienziati lanciano la sfida al mondo: «è tempo di prendere posizione ed esorcizzare finalmente questa calamità debilitante che è la fede». Secondo loro, infatti, Dio è solo una menzogna creata dall’uomo per controllare le menti degli individui, e la scienza sarebbe in grado di provarlo: «la scienza, in definitiva, gioca con le probabilità, e la probabilità che dio esista – spiega Dawkins – se non nulla, è infinitesimale». Quella dell’ateismo non è certo una corrente di pensiero recente, ha camminato fianco a fianco con lo sviluppo della società e con il diffondersi delle religioni. Ma i tre cervelloni sono andati oltre la semplice negazione dell’esistenza di una divinità, negando di fatto il diritto di chiunque a una presa di posizione neutrale. Nel mirino dei nuovi atei non ci sono in realtà i fedeli, quanto piuttosto i non praticanti, tutti coloro che non credono ma non si pongono criticamente nei confronti di chi crede: potenziali proseliti del Nuovo Ateismo.
IL CASO USA - E secondo Dawkins, la massa di potenziali nuovi atei sarebbe davvero imponente: «negli Stati Uniti ci sono almeno 30 milioni di persone non religiose: più del totale di ebrei nel mondo. Gli atei sono più numerosi di quel che si pensa. Molte persone intelligenti sono atee. Ma i conti non tornano, perché nessun membro del Congresso americano ammette di esserlo. Quindi le cose sono due: o si tratta di persone stupide o di bugiardi». E il fatto che negli Usa l’ateismo è praticamente un tabù sarebbe di per sé una buona ragione per mentire. Secondo Sam Harris, inoltre, finché l’uomo non rinuncerà alla fede sarà impossibile impedire che le violenze religiose portino alla distruzione della nostra civiltà. Il percorso mentale necessario per staccarsi dalla fede e giungere a quella che Harris definisce la religione della ragione è lo stesso che ha portato alla fine dello schiavismo. Ciò che nell’800 era considerato moralmente accettabile (uccidere, rapire intere famiglie, ridurle in schiavitù, costringerle a lavorare e vendere i loro bambini) oggi è visto con disgusto e disapprovazione. Così, liberandoci oggi dalla schiavitù della fede, «la ragione riuscirà a soggiogare la superstizione, l’intelligenza avrà la meglio sulle illusioni e saremo in grado tenere a bada la demoniaca tentazione della fede». E la religione diventerebbe così un semplice ricordo della nostra natura primitiva.

Alessandra Carboni

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Darwin Day

Da tempo il mondo anglosassone commemora la nascita di Charles Darwin (12 febbraio) con conferenze, incontri, dibattiti ed eventi varî che divulgano la teoria dell’evoluzione e celebrano i valori della ricerca scientifica e del pensiero razionale. Nel 2004 il Darwin Day è finalmente arrivato anche nel nostro Paese grazie alle Librerie Feltrinelli che, in collaborazione con l’UAAR, hanno organizzato in tutta Italia diversi incontri con scienziati, docenti e giornalisti scientifici. Non sono tempi facili per Darwin, negli Stati Uniti l'evoluzionismo viene considerato una teoria al pari del creazionismo, e anche in Italia la Moratti cercò di toglierlo dai programmi scolastici. Per gli eventi che si svolgeranno un po’ ovunque nel mondo, fare riferimento a questo link.

Istiritta
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 12/02/2007 - 12:13
Re: The God Delusion di Richard Dawkins

admdortos ha scritto:
Mondadori non si decide ancora a pubblicare "The God Delusion" di Richard Dawkins, biologo, evoluzionista e divulgatore scientifico britannico.
Il mondo religioso è in allarme, questo non è il solito romanzetto alla "Codice da Vinci" pieno di castronerie totalmente inventate, ma un libro che con rigore scientifico dimostra come non abbiano fondamento i principi stessi di tutte le religioni a cominciare dall'esistenza di un essere superiore creatore dell'universo.
Nonostante l'argomento non sia dei più facili il libro è in cima ai best-sellers; una buona notizia per il nostro mondo dominato dai bushevichi.

Il Corriere Della Sera ha scritto:

L’avanzata dei nuovi atei

Tre scienziati di Oxford portano avanti il pensiero del New Atheism, contro l'oscurantismo delle religioni in materia scientifica

REGNO UNITO – «Dal momento che accettiamo il principio per cui “la fede religiosa deve essere rispettata per il semplice fatto che si tratta di fede” è difficile negare rispetto anche alla fede di Osama e dei kamikaze». Questo è ciò che afferma Richard Dawkins – biologo, evoluzionista e divulgatore scientifico britannico – nel suo ultimo libro, intitolato The God Delusion. Si capisce subito che, come molti altri uomini di scienza, Dawkins ha un approccio del tutto particolare all’argomento religioso. E come lui anche Sam Harris e Daniel Dennett, noti «scienziati della mente» di Oxford, appartengono a quello che può essere definito il movimento dei nuovi atei, ovvero la corrente di pensiero di chi condanna non solo la fede in un Dio, ma anche la tolleranza nei confronti di chi ha un credo religioso.
NESSUNA NEUTRALITA' - Dalla capitale della ragione, Oxford, i tre scienziati lanciano la sfida al mondo: «è tempo di prendere posizione ed esorcizzare finalmente questa calamità debilitante che è la fede». Secondo loro, infatti, Dio è solo una menzogna creata dall’uomo per controllare le menti degli individui, e la scienza sarebbe in grado di provarlo: «la scienza, in definitiva, gioca con le probabilità, e la probabilità che dio esista – spiega Dawkins – se non nulla, è infinitesimale». Quella dell’ateismo non è certo una corrente di pensiero recente, ha camminato fianco a fianco con lo sviluppo della società e con il diffondersi delle religioni. Ma i tre cervelloni sono andati oltre la semplice negazione dell’esistenza di una divinità, negando di fatto il diritto di chiunque a una presa di posizione neutrale. Nel mirino dei nuovi atei non ci sono in realtà i fedeli, quanto piuttosto i non praticanti, tutti coloro che non credono ma non si pongono criticamente nei confronti di chi crede: potenziali proseliti del Nuovo Ateismo.
IL CASO USA - E secondo Dawkins, la massa di potenziali nuovi atei sarebbe davvero imponente: «negli Stati Uniti ci sono almeno 30 milioni di persone non religiose: più del totale di ebrei nel mondo. Gli atei sono più numerosi di quel che si pensa. Molte persone intelligenti sono atee. Ma i conti non tornano, perché nessun membro del Congresso americano ammette di esserlo. Quindi le cose sono due: o si tratta di persone stupide o di bugiardi». E il fatto che negli Usa l’ateismo è praticamente un tabù sarebbe di per sé una buona ragione per mentire. Secondo Sam Harris, inoltre, finché l’uomo non rinuncerà alla fede sarà impossibile impedire che le violenze religiose portino alla distruzione della nostra civiltà. Il percorso mentale necessario per staccarsi dalla fede e giungere a quella che Harris definisce la religione della ragione è lo stesso che ha portato alla fine dello schiavismo. Ciò che nell’800 era considerato moralmente accettabile (uccidere, rapire intere famiglie, ridurle in schiavitù, costringerle a lavorare e vendere i loro bambini) oggi è visto con disgusto e disapprovazione. Così, liberandoci oggi dalla schiavitù della fede, «la ragione riuscirà a soggiogare la superstizione, l’intelligenza avrà la meglio sulle illusioni e saremo in grado tenere a bada la demoniaca tentazione della fede». E la religione diventerebbe così un semplice ricordo della nostra natura primitiva.

Alessandra Carboni

Non che ci volesse questo libro per capire che nessuna religione ha fondamento, ognuno è libero di credere in ciò che vuole basta che non imponga agli altri false credenze e i preti la smettano di entrare nella vita politica del paese.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Necrologio dal liceo per Giordano Bruno

Due classi hanno discusso a lungo, poi hanno deciso e si sono tassate.
Hanno pubblicato un necrologio su la Repubblica per ricordare la morte sul rogo di Giordano Bruno.

"Ricordiamo il martire del libero pensiero"

VALERIO MACCARI su La Repubblica del 17 febbraio 2007 ha scritto:

ALGHERO (SASSARI) - Chi ha aperto La Repubblica, oggi, alla pagina dei necrologi, potrebbe avere avuto, per una volta, una sorpresa piacevole. Un annuncio ricordava l'anniversario della morte di Giordano Bruno "vero filosofo, profeta dell'infinito, martire della libertà di pensiero" scomparso ben 407 anni fa.

L'idea è venuta alle seconde classi del Liceo Classico Manno di Alghero. Che hanno voluto tributare un omaggio al filosofo morto sul rogo il 17 febbraio del 1600. "Volevamo ricordare a tutti un vero filosofo - spiega Gianni Piras, il professore di filosofia della classe - Bruno è stato un pensatore straodinario, la cui vicenda umana impressiona profondamente. E l'idea dell'annuncio nella pagina dei necrologi de "la Repubblica" ci è venuta durante una discussione in classe. Stavamo studiando Bruno, e i ragazzi si sono resi conto di quanto la sua filosofia, oltre ad essere poetica, fosse modernissima. L'iniziativa è stata sostenuta con entusiasmo da tutta la classe: il testo dell'annuncio non lo ho scritto io, ma i ragazzi. Che hanno anche voluto pagare. Ogni alunno ha speso di tasca sua circa 8 euro, per un totale di 229 euro e ottanta. Un po' caro".

Ma che bisogno c'è di ricordare Bruno, adesso? "In Italia c'è un ritardo culturale. Non abbiamo ancora metabolizzato qualcosa che il resto d'Europa ha imparato nel 1700 e che Bruno ha sempre predicato: la diversità fra atteggiamento religioso e atteggiamento scientifico. Non incompatibilità, solo diversità. E mi sembra proprio che, attualmente, ci sia bisogno di ricordarlo. C'è bisogno di offrire sitmoli per riattivare i nostri proccessi culturali".

Si riferisce alle polemiche sui Dico?
"In classe ne abbiamo discusso, con la prudenza doverosa dell'insegnante che ha un ruolo pubblico. Inoltre, io ho un'educazione profondamente cattolica. E ho portato ai ragazzi l'esempio di una mia esperienza familiare. Mio zio era prete, e mia zia era la sua perpetua. Quando è morto, se non fossi intervenuto io, mia zia avrebbe perso tutto. La discussione che ne è nata in classe è stata molto vivace e stimolante. Da lì l'idea di un tributo a un martire della libertà di pensiero."

Ma che cosa si aspettavano i ragazzi?
"Sicuramente più partecipazione. Quando hanno visto che c'era solo il loro annuncio sono rimasti un po' delusi. Come mai uno solo? si sono chiesti. E, confesso , anch'io mi sono sentito un po' deluso. Solo un liceo di Alghero, alla periferia dell'impero, ha voluto ricordarlo. Ma confido che sia perché l'anniversario non era proprio tondo. Mi auguro che il 17 febbraio del 2010, quando saranno passati 410 anni dalla morte, ce ne sia qualcuno di più". Ai miei ragazzi dico sempre che la storia è un fiume formato di molti rivoli. Nessuna esperienza, tantomeno quella di Bruno, è fine a se stessa."

E i ragazzi mostrano interesse in questo genere di iniziative?
"Ma sì, glielo ho detto. I ragazzi di oggi non sono solo quelli degli episodi di bullismo. Ne abbiamo discusso anche in classe. Sembra che a scuola vengano solo i teppisti. Non è così. E comunque, la responsabilità non è loro, ma è degli adulti. in molte famiglie manca il principio di autorevolezza. I miei alunni, per esempio, hanno famiglie responsabili ma aperte." E come hanno preso l'iniziativa di Bruno? "Sa una cosa? Sono stati contenti. Oggi il padre di uno di miei ragazzi mi ha fatto i complimenti e mi ha confessato di aver comprato "la Repubblica" apposta. Ed è uno che vota Udc."

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Campo dè Fiori

L'altra sera dopo tanti anni ho fatto una passeggiata nel cuore di Roma da piazza di Spagna a Campo dè Fiori e ritorno. Era la sera che Prodi presentava il programma per la nuova fiducia, la Camera dei deputati deserta, stavano tutti al Senato, folla di auto blè, giornalisti, politici a spasso, ristoranti pieni di bella gente, turisti danarosi in via Condotti, gran traffico di taxi. Gran lezzo di bigottesimo dappertutto.
Poi i soliti monumenti, le cattedrali, il pantheon con i mausolei dei re e finalmente Campo dè Fiori, prima di abbuffarmi di bucatini all'amatriciana, abbacchio arrosto con patate e carciofi alla romana un minuto davanti alla statua sul punto esatto dove il papa mandò al rogo Giordano Bruno. Dimenticavo sul pennone dell'hotel sventolava la bandiera dello stato pontificio.

Roma Bigotta

Dae Roma papalina so torrande
in sas dies de sa crisi de guvernu
app’idu cussos chi si fin cagande
timinde de aer finidu ja su turnu
in fora ‘e sos palattos brigande
pro si ponner de accordu in s’internu
in cussa eterna e bigotta capitale
cumandada dae su maleficu cardinale.

Cane pastore e capu universale
de sa tana fetente ‘e vaticanu
nepode de cuss’atteru criminale
chi aiat brusiadu a padre Giordanu
arrustidu comente un animale
solu ca fit unu bravu cristianu
mancu custu est iscramentu
pro sos ch’ien su monumentu.

In camp’e fiores pro amentu
de s’infame sant’inquisizione
assassina de un’omine intentu
a preigare sa moderazione
mortu e cottu a fogu lentu
dae sos meres de sa religione
tirannos malos e arrogantes
in numen de deus regnantes.

Como ancora pius prepotentes
de lussu campan cun sas tassas
sos politicos usan che molentes
sas feminas trattan che bagassas
cumpanzos sun de sos guvernantes
cun issos mastros de malas trassas
tottu paris ingannande su populu
chi cun sas faulas lean pro su culu.


in Roma prima die de martu 2007

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Re: Campo dè Fiori

admdortos ha scritto:
L'altra sera dopo tanti anni ho fatto una passeggiata nel cuore di Roma da piazza di Spagna a Campo dè Fiori e ritorno.

Gran lezzo di bigottesimo dappertutto.

e finalmente Campo dè Fiori, prima di abbuffarmi di bucatini all'amatriciana, abbacchio arrosto con patate e carciofi alla romana un minuto davanti alla statua sul punto esatto dove il papa mandò al rogo Giordano Bruno.

Roma Bigotta

Dae Roma papalina so torrande
in sas dies de sa crisi de guvernu
app’idu cussos chi si fin cagande
timinde de aer finidu ja su turnu
in fora ‘e sos palattos brigande
pro si ponner de accordu in s’internu
in cussa eterna e bigotta capitale
cumandada dae su maleficu cardinale.

bella Admy...; a parte che mi hai fatto venire l'appetito (in effetti b'aiat una Hostaria in un angolo lì da qualche parte chi nde aliàt sa pena abberu..), dimmi: ma la gloriosa Sezione del P.C.I. di Via dei Giubbonari (hai visto, quella via dei negozi de roba americana che sfocia proprio su Campo dè Fiori), ancora b'est? ; o ci hanno fatto un Mac Donald's anche lì?
chi poi, anche se ci fosse, como chi bi penso, sarebbe una Sezione con l'insegna DS provvisoria adesso..
bellos tempos cando lì dentro ci si rifugiava in fuga dalla cariche del IV Reparto Celere...
Ma cosa sto dicendo? ora è apologia di reato solo pensarci...
Iscusa per la divagazione.
Po sa poesia.... bello l'omaggio a Giordano Bruno; mi prometto di riparlarne di questa figura così abilmente "rimossa" dalla nostra storia nazionale! Paret chi che siat ruttu in su fogu a sa sola....;
forumisti:... Incazzadeddu s'Admin cun su Vaticanu ah!
Lu cumprendo e tenet resone.
Come dice lui: divertibos che domani è Domenica.
tutti a Caramarzos e Forza Silanus!!

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Re: Campo dè Fiori

frinas ha scritto:
dimmi: ma la gloriosa Sezione del P.C.I. di Via dei Giubbonari (hai visto, quella via dei negozi de roba americana che sfocia proprio su Campo dè Fiori), ancora b'est? ; o ci hanno fatto un Mac Donald's anche lì?
chi poi, anche se ci fosse, como chi bi penso, sarebbe una Sezione con l'insegna DS provvisoria adesso..

Boh e chi ne ha visto di sezioni del piliesse, ero stontonato dalla gnocca, frì bi nd'aiat a isconcare a fuste!
Un mio collega di forza Italia ha intravisto Mirko Tremaglia e non ha resistito alla voglia de li narrer battor friscuras.
Si è infilato nel gruppetto gli stringe la mano e gli fà: "Complimenti Lei ha fatto un bel lavoro!" - "Ma mi faccia il piacere!" (alludeva al voto degli italiani all'estero che ha fatto perdere la destra), e Tremaglia "E lei cos'ha fatto di buono nella vita" - "Vada via!"

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Magna magna...

Nei miei ultimi viaggi nella capitale le passeggiate e le bevute, già, le bevute, a Campo dei fiori non son mancate affatto, ma non sazia di Campo dei fiori mi son spesso inoltrata a vedere le altre bellezze romane, sino ad arrivare a vedere Fontana di Trevi, Piazza di Spagna, Piazza del popolo, via Del Corso ecc, ma ciò che più mi ha affascinato è la Roma di notte, le luci, le luci artificiali ragazzi rendono tutto così fatato, così meraviglioso che davvero è impossibile non innamorarsene! Che poi tu, admy, fossi intento ad ammirare le bellezze umane che, dici ce n'erano a segare a fuste, è un'altro discorso, ma ti dirò, se hai fatto davvero così... bè, hai perso molto mì! :wink:
Lungo le viuzze che portano a questi immensi e spettacolari monumenti ci sono anche dei luoghi dove i nostri "amministratori" vanno a riempirsi la pancia non sazi di ciò che già si mangiano... in partcolare c'è una gelateria dove fanno dei gelati super buoni, che è frequentata dai politicanti benpensanti... era tardi, forse le 2 di notte e nel silenzio, sapete cosa si sentiva? Un continuo masticare, di bocche affamate, un magna magna generale che incuteva paura...
Ma il mio buon gelato me lo son finita tutto, a faccia loro!

A volte non si ha abbastanza cuore

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Eccoci quì!

Mi volete silurare? Fate pure, son quì...
Allora, la questione è questa: il Papa è andato a far visita in un carcere minorile e durante il suo intervento ha detto, tra le altre cose:"Una vita senza Dio non funziona".
Ora detto ciò, al di là del fatto che il Papa non potrebbe dire diversamente, io mi chiedo? E chi non crede? Vive una vita disumana e disperata? Chi non vive con Dio è una persona che non è degna di essere considerata o che arriva sio alla fine dei suoi giorni... come? Non riesco ad immaginarmelo, cioè, chi non crede dovrebbe sentirsi addosso gli sguardi dei credenti e intuire le loro considerazioni...:"poverino, non crede... la sua vita non funziona....". Ma stiamo scherzando? Praticamente mi stai giudicando tu che credi solo perchè io non credo, quasi come se fossi una persona inferiore, che non riesce a vivere, che non sa vivere la vita, perchè senza Dio non posso andare avanti?
Ma ognuno non è libero di vivere la vita come meglio crede, nel rispetto degli altri e di se stesso?

A volte non si ha abbastanza cuore

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Il miracolo di Wojtyla

Ma come si fa ad ascoltare queste castronerie senza indignarsi, arrestateli, questi son tutti matti.
Il vero miracolo è che nel terzo millennio ci sia ancora gente che crede a queste fandonie!

Associated Press 10 mar. (Apcom) ha scritto:
VATICANO: TEMPI RECORD PER LA BEATIFICAZIONE DI KAROL WOJTYLA,

Il 2 aprile don Stanislao a Roma per chiusura indagine diocesana

In tempo di record, poco meno di due anni, si chiude la fase diocesana del processo di beatificazione di Giovanni Paolo II. Prima la dispensa di Benedetto XVI che non ha voluto attendere i cinque anni dalla morte previsti dalle procedure, poi il secondo gradino - la chiusura della fase diocesana. Ora manca solo l'ultima tappa: l'analisi della causa alla Congregazione dei Santi. Da quel momento, il popolo di Wojtyla, quello stesso popolo che il giorno del funerale del Papa polacco gridava 'Santo subito', sarà accontentato e potrà vedere Giovanni Paolo II presto sugli onori degli Altari. Il 2 aprile, dunque, a due anni esatti dalla morte, avvenuta il 2 aprile 2005, si chiude l'inchiesta diocesana sulla vita, le virtù e la fama di santità di Wojtyla. A mezzogiorno in punto, nella Basilica di San Giovanni in Laterano, si terrà un "momento strettamente giuridico. Però, per entrare nel clima di questo solenne momento, ci prepareremo con la recita della preghiera delle ore", ha detto monsignor Slawomir Oder, postulatore della causa di beatificazione. Alla celebrazione a San Giovanni, in prima fila ci sarà il cardinale Stanislaw Dziwisz, per oltre trent'anni segretario personale del Papa polacco, che nel pomeriggio del 2 aprile concelebrerà la solenne messa con Benedetto XVI a San Pietro in suffragio di Wojtyla. Il miracolo scelto per il processo di beatificazione potrebbe essere la guarigione di una suora francese affetta dal morbo di Parkinson, la stessa malattia di cui soffriva Giovanni Paolo II. Ma ci sono anche altri miracoli. In una intervista all'Avvenire, monsignor Oder aveva recentemente parlato anche di un miracolo ad un pellegrino cinese. In questo momento la chiusura della fase diocesana significa che abbiamo chiuso l'inchiesta, gli interrogatori di tutti i testimoni - ha detto mons. Oder ai microfoni di Radio Vaticana - la Commissione storica ha svolto il suo compito, ha presentato la relazione e tutta la documentazione è pronta per trasmetterla alla Congregazione per le Cause dei Santi". Sui tempi, il postulatore afferma che "dal momento della morte all'apertura della causa, sicuramente è stata una cosa del tutto eccezionale. Però - ha aggiunto - per quanto riguarda lo svolgimento del processo, penso che la durata della fase diocesana potrebbe essere paragonata ad altri processi che di recente hanno avuto luogo, penso per esempio al processo di Madre Teresa di Calcutta". La fase diocesana si era aperta sempre a San Giovanni il 28 giugno 2005, a meno di tre mesi dalla morte di Giovanni Paolo II, grazie a una comunicazione a 'sorpresa' di Benedetto XVI durante l'incontro con il clero romano il 13 maggio del 2005.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Gli atei? Animali

Non basta il vaticano, adesso ci mancava anche questo fesso; se non erro la sua sciocca credenza prevede la pena di morte per gli atei.

PAOLO PAOLINI - L'Unione Sarda 15.04.07 ha scritto:
La guida spirituale approva la condanna a morte di Saddam. Gli atei? Animali
«Io, imam, dico che Cagliari non è razzista»
Mehrez Triki: alle donne un solo marito, per gli uomini quattro mogli
Alle due del pomeriggio i tappeti persiani foderano uno spicchio di via del Collegio. La folla in preghiera straripa oltre la moschea, i piedi dell'ultimo musulmano sfiorano un'auto ma gli occhi restano incollati sull'imam Mehrez Triki. Quarantotto anni, guida spirituale di Cagliari da dodici, avalla la condanna capitale di Saddam Hussein, non la data dell'esecuzione: «Per noi era giorno di festa, bisognava farlo prima o dopo». Tunisino di nascita, da cinque lustri ha messo radici in città. La moglie è cattolica, i cinque figli hanno scelto l'islam. Dice di essere stato scelto «per la conoscenza del Corano e dell'arabo»: «L'imam è come il prete nel cattolicesimo». Alla voce minacce ha registrato solo un episodio di qualche anno fa, quando un suo connazionale tentò di soffiargli il posto: «Durante la preghiera voleva fare l'imam. L'ho bloccato, c'è stato un litigio, ho segnalato tutto ai carabinieri. Non è più venuto». Chi sono gli atei? «Animali, non sanno neanche chi li ha creati. Una barca non va mai da sola in mezzo al mare». Le donne sono obbligate a portare il velo? «Il velo, non il burqa. Se non lo indossano sono affari loro, molte a Cagliari lo mettono solo per andare nella moschea». Pregano con gli uomini? «Se vengono non le mandiamo via, restano in un angolo protette da una tenda. Altrimenti pregano a casa». Non c'è parità tra i sessi. «Invece sì. Prima le donne non studiavano perché nei Paesi arabi c'era sempre la guerra. Ormai in Tunisia, il mio Paese, sono giudici, medici, il presidente ha eliminato l'obbligo di portare il velo». Il marito può punire la moglie? «Se fa uno sgarbo, la ignori, punto e basta. Dio dice: picchiatele con un filo». Quante mogli può avere un musulmano? «Può sposare sino a quattro donne, se ha la possibilità di farle vivere dignitosamente. Dio ha fatto le regole per evitare che ci siano figli fuori dal matrimonio, scongiurando il rischio che un domani vadano assieme fratello e sorella, senza sapere di essere parenti». Quanti mariti può avere una musulmana? «Uno, altrimenti nessuno sa più di chi sono i figli». L'adulterio può essere punito con la lapidazione? «Se ci sono quattro testimoni, allora può scattare la punizione. Nello stato musulmano paghi con la lapidazione, in Italia no, le leggi sono diverse». Che cosa apprezza del cattolicesimo? «Cattolici e musulmani vanno d'accordo, sicuramente più che con gli ebrei. Noi crediamo che Gesù sia un profeta, come altri che Dio ha mandato sulla terra, Ma se lui fosse stato Dio come avrebbero potuto metterlo sulla croce? Mosè, Abramo, un musulmano crede a tutti i profeti». Il fondamentalismo religioso a Cagliari? «Alcuni hanno gioito dopo gli attacchi alle torri gemelle, contenti per quello che era successo. Erano due o tre che poi sono andati via». L'islam teorizza il suicidio come arma? «Le bombe non sono contemplate. Io ti parlo, ti dico che c'è Dio, il perdono, ma se non ti interessa non posso farci niente. Quello che è successo in Marocco e in Algeria non è giusto, hanno ucciso anziani che pregavano, come si fa?» Approva i kamikaze? «Dio dice che non devi distruggere il tuo corpo. Quella dei kamikaze è una mafia, non c'entra nulla con l'islam». Bin Laden la pensa diversamente. «È musulmano, ma non ha aiutato l'Afghanistan a migliorare. Sarebbe giusto avere città belle, pulite, lavoro per tutti, e invece lì muoiono di fame, non hanno un tetto. Tanti che fomentano la guerra in realtà vogliono occupare un posto di potere, gestire il petrolio. Anche gli americani vogliono comandare il mondo e neanche quello è giusto. Se continua così si arriva alla terza guerra mondiale». Intolleranza nei vostri confronti? «Dopo l'11 settembre due barboni hanno lanciato bottiglie di birra nella moschea, ma tutto è finito lì». Saddam è un martire o un assassino? «Un assassino. Conosco la sua storia, ha ammazzato tanta gente. Però non doveva essere giustiziato il giorno di Abramo». Alla Marina esiste l'integrazione? «È perfetta, alcuni di noi arrivati da fuori hanno comprato casa nel quartiere». Lei abita a Sant'Elia: la situazione è diversa? «In sette anni, non sono mai stato disturbato. Ci sono ragazzini che fanno un po' di testa loro, ma come quartiere niente da dire». Carabinieri e polizia la marcano stretto? «I carabinieri sono venuti una volta alla moschea per una perquisizione, siamo in contatto con loro perché se c'è qualche problema li avvisiamo». Paura dopo l'attentato di New York? «L'aria era pesante, abbiamo temuto una reazione contro tutti i musulmani». Cagliari è razzista? «No, tanto è vero che ci abito da venticinque anni». Che lavoro fa chi frequenta la moschea? «Molti sono venditori ambulanti, ma ci sono anche cuochi, camerieri, baristi, proprietari di piccole attività commerciali». Il lato brutto della città? «La disoccupazione, è difficile trovare un lavoro. In venticinque anni ho lavorato solo un anno con i contributi regolari, custode per il Comune. Per il resto mi sono arrangiato: imbianchino, aiuto muratore, adesso vendo frutta e verdura, un giorno mi cacciano da qui e un altro da lì». I pregi? «La tranquillità. Fortunatamente la gente non ha l'abitudine a girare con le armi, si vive serenamente». Gli hobby? «Mi piace il calcio, sono tifoso del Cagliari». Perché la Sardegna è diventata meta dei clandestini? «Scappano dai loro Paesi perché sono imbrigliati, soffrono, non riescono ad avere il passaporto e scelgono la via più rischiosa. Sono disperati che sognano una nuova vita nell'isola».

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Re: Gli atei? Animali

admdortos ha scritto:
Non basta il vaticano, adesso ci mancava anche questo fesso; se non erro la sua sciocca credenza prevede la pena di morte per gli atei.
Paura eh! Sighili gai tue sighi... (ja est beru chi ses "culuadeus... comente narat dari ma.. chi non ti fettan istringher donzi tantu!)

PAOLO PAOLINI - L'Unione Sarda 15.04.07 ha scritto:
La guida spirituale approva la condanna a morte di Saddam. Gli atei? Animali
«Io, imam, dico che Cagliari non è razzista»

Quote:
Mehrez Triki: alle donne un solo marito, per gli uomini quattro mogli
già dall'esordio si vede che questo è un masochista! Piseddos, quattro mogli! Appo cumpresu puite b'est sa fila in cussos trettos a si ponner una cintura esplosiva...

Quote:
(....)Mehrez Triki. Quarantotto anni, guida spirituale di Cagliari da dodici, avalla la condanna capitale di Saddam Hussein, non la data dell'esecuzione: «Per noi era giorno di festa, bisognava farlo prima o dopo».
eccertu! est comente chi in Bidda ti ponzas a bocchire su porcu sa die 'e Sant'Antoni...! Omine sabiu, male.

Quote:
(....) «L'imam è come il prete nel cattolicesimo».
eccola lì, pari e patta! Un qualche sospetto sulle analogie ce l'avevamo per la verità; Però così scopriamo che non si fanno mancare niente neanche i fratelli musulmani; "è bello sapere" naraiat un simpatico nostro compaseano;

Quote:
(...) Chi sono gli atei? «Animali, non sanno neanche chi li ha creati. Una barca non va mai da sola in mezzo al mare».
Sentito Admy? a buon intenditor ...; la metafora della barca, comunque, è una stronzata! Con buona pace dell'Imam altrochè se va da sola in mezzo al mare una barca...

Quote:
(...) Il marito può punire la moglie? «Se fa uno sgarbo, la ignori, punto e basta. Dio dice: picchiatele con un filo». (...)
E infatti, mi risulta che è molto usato il filo elettrico quello grosso e fintzas il filo d'acciaio (quello per i montacarichi) sapientemente "isfiollioccadu..) per non farsi mancare nulla.

Quote:
L'adulterio può essere punito con la lapidazione? «Se ci sono quattro testimoni, allora può scattare la punizione. Nello stato musulmano paghi con la lapidazione, in Italia no, le leggi sono diverse».
Beru, parole sante; dal Decreto Bersani in poi, in italia è notevolmente semplificata la "constatazione amichevole"; compiliamo il CID e senza testimoni ti liquida la tua stessa Compagnia Assicurativa; e abbiamo anche il perito che valuta i danni: si sos corros si poden limare l'indennizzo è minore..., no est chi po cussu si che segad sa conca da e fundu (ogni riferimento alla pratica...); meno burocrazia da noi; custa bi la bozzamos...

Quote:
(...) «Cattolici e musulmani vanno d'accordo, sicuramente più che con gli ebrei.
vero; son "gemellati" come gli Sconvolts del Cagliari con gli Ultras della Sampdoria e del Foggia...; ogni tanto una buona notizia, mica solo di guerre e discontri;

Quote:
(..) Quello che è successo in Marocco e in Algeria non è giusto, hanno ucciso anziani che pregavano, come si fa?»
già, potevano uccidere bambini al di sotto dei 14 anni! Tanto gli anziani no istentan a morrere...; vabbè che i bambini sono una specialità dei bombardamenti Americani ed Inglesi; ad ognuno il suo mestiere.

Quote:
(...)Anche gli americani vogliono comandare il mondo e neanche quello è giusto. Se continua così si arriva alla terza guerra mondiale».
ma qualcuno che lo svegli a custu Campione non c'è in tottu Casteddu? Solo per suggerirgli che la 3^ Guerra Mondiale è agli sgoccioli dei tempi supplementari; si non si ponet a piombo Almadijeneiad siamo al fischio d'inizio della 4^....;

Quote:
(...) Il lato brutto della città? «La disoccupazione, è difficile trovare un lavoro. In venticinque anni ho lavorato solo un anno con i contributi regolari, custode per il Comune. (...)
e non ci dice cosa prevede la sua "credenza" (Admy... namos il suo credo, si nò pensad chi lu semus leande in ziru!) per coloro che assumono in nero e sfruttano i dipendenti? ite li faghen? scudisciate di filo elettrico sul pistolino? Ecco, mancari su questo potremmo metterci d'accordo; gli sfruttatori del lavoro altrui mi stanno leggermente sul cazzo.

Quote:
Gli hobby? «Mi piace il calcio, sono tifoso del Cagliari».
ecchisenefrega!

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
LIMBO DEMOCRATICO

Con perfetto tempismo con la nascita del partito democratico il papa abolisce il limbo, ora i bambini non battezzati finiranno direttamente in paradiso o all'inferno a seconda dell'adesione o meno dei genitori al nuovo partito di Rutelli.
Secoli e secoli di convinzioni teologiche spazzate via dalla spugna pastorale, cosa ci dobbiamo aspettare da questo commesso divino che interpreta l'aldilà con la disinvoltura di un camionista alticcio non possiamo saperlo, ogni giorno ne spara una nuova.
Magari un bel giorno più lucido del solito abolirà se stesso e se ne tornerà in Baviera a mangiare strudel e intagliare zoccoli di legno.

CosìSia

Il Corriere della Sera - 20.04.07 ha scritto:
Salvi i bimbi morti senza battesimo
Il Papa abolisce il limbo
L'esclusione di bambini innocenti dal Paradiso non sembra riflettere lo speciale amore di Cristo per «i più piccoli»

CITTÀ DEL VATICANO - La Chiesa abolisce ufficialmente il limbo.
Un documento della Commissione teologica internazionale approvato dal Papa e pubblicato oggi afferma infatti che il tradizionale concetto di limbo - luogo dove i bimbi non battezzati vivono per l'eternità senza comunione con Dio - riflette una «visione eccessivamente restrittiva della salvezza».
Il documento che sancisce questo passo era alla discussione della Commissione teologica internazionale dal 2004, quando questa era presieduta proprio dall'allora cardinale Ratzinger ed è stato sottoposto al Papa dall'attuale presidente della Commissione, il cardinale William Levada, che ha incontrato il Pontefice lo scorso 19 gennaio.
«LA GRAZIA HA PRIORITA' SUL PECCATO»
- L'abolizione del limbo non è un fatto solo teorico: il testo pubblicato oggi lo definisce «un problema pastorale urgente», perché il numero dei bimbi morti senza battesimo è in aumento sia perchè molti genitori non sono cattolici sia perchè molti piccoli sono «vittime di aborti». L'argomento principale del testo è che la misericordia di Dio «vuole che tutti gli esseri umani siano salvati», la Grazia ha priorità sul peccato, e l'esclusione di bambini innocenti dal Paradiso non sembra riflettere lo speciale amore di Cristo per «i più piccoli».
I FATTORI CONSIDERATI
- La Chiesa, spiega il documento, ha continuato a parlare del limbo perchè, a causa del peccato originale, il battesimo è la via ordinaria per la salvezza e per questo si stimola i genitori a battezzare i figli. Ma, riflettendo sulla misericordia di Dio, «la nostra conclusione - scrivono gli esperti vaticani con l'approvazione del Papa - è che i molti fattori che abbiamo considerato...danno serie basi teologiche e liturgiche alla speranza che i bambini morti senza battesimo siano salvi e godano della visione beatifica». Il testo, di 41 pagine e intitolato «La speranza di salvezza per i bimbi che muoiono senza essere battezzati», è stato elaborato dalla Commissione di 30 membri, che funge da staff di consulenza per il Vaticano e in particolare per la Congregazione per la dottrina della fede.

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

Ahi, ahi, povero limbo, prima vittima di questo sordido oscurantismo papalino. Mi chiedo: quanto tempo resta a mambo, salsa e cha-cha-cha? Il terrore mi assale se penso che tra i futuri ostracismi ci potrà essere persino su ballu tundu!
Oh adm, sei male informato! Il limbo non è stato abolito. E' stato semplicemente scorporato dall'aldilà e venduto ad una compagnia messicana insieme al 25% di telecom. Si parla già di farne una casa di riposo per le anime di vecchi papi tedeschi consunti dall'abuso di oppio (dei popoli).

latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Io rimango veramente sempre più sconcertata da questo papa...Adesso prende anche certe decisioni!...Va bene che sia "Dio in terra" ma il ruolo lo sta prendendo veramente sul serio eh!...Anche se da quando è "in carica" ha saputo solo abolire, vietare e condannare....col risultato di allontanarsi e allontanare di più la gente dalla chiesa...
Ah, L' altro giorno ho visto uno speciale di Studio Aperto su preti e suore pedofili...mi sono venuti i brividi...di questo cosa dice il papa?
Io a lui direi: CHI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA...e questa frase la dovrebbe conoscere bene....

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Ma mi faccia il piacere!

Semplicemente si vuole essere buoni a far vedere come la chiesa abbia a cuore la sorte dei suoi "fedeli". Anche di coloro che fino a qualche minuto fa, neppuru issoso, erano nel limbo... Ma mi faccia il piacere!
Quindi ora son tutti di trasloco suppongo, dal limbo al paradiso, chissà chi sta dirigendo il traffico! Si staranno noleggiando pulman o taxi a non finire! Qualcuno ci guadagnerà...
Saluti.

A volte non si ha abbastanza cuore

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Arrazz'e limbu

Come ebbi a scrivere in altre occasioni:

Quote:
(....)Peppe Ratzinger
(....)
Il limbo è una specie di grande parcheggio tutt'intorno al multipiano dell'aldilà, quivi sostano per l'eternità i bambini nati morti o prima di venir battezzati. La questione non è di poco conto visto che in tale immenso piazzale dovrebbero ammassarsi anche i pargoli dei credenti di altre religioni; Peppe non sa quindi che pesci pigliare se lascia tutti nel limbo potrebbe far arrabbiare i musulmani che non accettano certo di lasciare i piccoli in mezzo alla strada, ma se li fa entrare tutti in paradiso (cattolico-apostolico-romano) quelli si incazzano ancora di più per lo scippo dei piccoletti.
Probabilmente ci sarà un negoziato con gli altri capi-religione per spartirsi queste anime perdute; ognuno porterà i suoi numeri: Peppe punterà sulle percentuali di bigotti occidentali, i musulmani punteranno sui numeri mondiali e sul trend in crescita, gli ebrei babbi di tutte le religioni li vorranno tutti per se minacciando il crollo delle borse.
(....)
Sul perché di tutta questa attenzione all'infanzia si avanzano numerose ipotesi, ma sembra che serva ad attirare nuove vocazioni; così come il premio ultraterreno per i maomettani consisterebbe in verginelle a gogo, pare che molti soldati di cristo siano fortemente attratti dai bambini.
(....)

nuragheruju
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 14/03/2007 - 18:29
Non c'è più religione

Limbo: problema del secolo!

Mai più senza limbo!

La chiesa si mette al passo con i tempi!

Finalmente i bambini africani e non, che muoiono di fame prima del battesimo, non andranno nel Limbo!

Dante medita di riscrivere la Divina Commedia!!etc...etc...etc...

Ma quante cretinate dovremmo ancora sentire da questo "Pastore Tedesco" e quante ancora dai suoi crociati?

Condivido il pensiero di voi tutti: taluni commenti sono vomitevoli (e io mi reputo un tollerante)
Amen!

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

Io rispetto le idee di chi si ritiene ateo o semplicemente non credente. Però ritengo si debbano rispettare le idee di coloro che per fede o per qualsiasi altro motivo credono in una religione, qualunque essa sia. Sarebbe meglio, secondo me, non affrontare qui questi problemi che sanno tanto di prese di posizione talvolta non consone agli orientamenti degli altri forumisti. So che questa mia affermazione susciterà le ire di qualcuno, ma io la penso così. Saludos

 Ispàdule

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

E quindi, Ispadule, in rispetto a chi crede in quella religione, bisogna mettere a tacere i dissensi? Un punto di vista molto razzingheriano, non c'è che dire. Se i cattolici dispongono davvero di una fede così incrollabile e accettano, proprio per la loro costituzione religiosa, il dogma dell'infallibilità del papa, non dovrebbero essere molestate dai morsichini di quelle formiche che ritengono assurdo e persino ridicolo che un comunicato stampa sia in grado di stravolgere la visione dell'aldilà consolidata dai millenni. Io cerco rispetto anche per chi dice che ormai il vaticano è ridotto ad una corte di nani e ballerine grotteschi quanto feroci.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

ISPADULE ha scritto:
Sarebbe meglio, secondo me, non affrontare qui questi problemi che sanno tanto di prese di posizione talvolta non consone agli orientamenti degli altri forumisti. So che questa mia affermazione susciterà le ire di qualcuno, ma io la penso così.

Ispà siccome sono un pò tardivo, la frase significherebbe che questo argomento sarebbe una presa di posizione contro te stesso?
Naturalmente sei libero di pensarla così, ma forse ti sfugge il vivace dibattito che su questo argomento si sta svolgendo in Italia.
Non possiamo ignorare come l'influenza clericale stia diventando sempre più ossessiva a tutti i livelli, ne parlano i giornali, la TV, libri etc etc; a questo corrisponde una sana risposta dei laici, degli agnostici e degli atei.
Per un credente leggere certi argomenti, mi rendo conto, può essere sgradevole, ma si può sempre ignorare questo topic e partecipare a tutti gli altri; precludere un argomento così interessante non mi sembra una buona idea.
La tua opinione non credo irriti nessuno, il forum è aperto a tutti (esclusi fascisti e razzisti), non chiediamo le generalità a nessuno e tanto meno le preferenze politiche, religiose o sessuali.
Sarebbe interessante sentire dagli altri utenti se questo o altri argomenti siano inopportuni da affrontare sul nostro forum.

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

corrilentu ha scritto:
E quindi, Ispadule, in rispetto a chi crede in quella religione, bisogna mettere a tacere i dissensi? Un punto di vista molto razzingheriano, non c'è che dire. Se i cattolici dispongono davvero di una fede così incrollabile e accettano, proprio per la loro costituzione religiosa, il dogma dell'infallibilità del papa, non dovrebbero essere molestate dai morsichini di quelle formiche che ritengono assurdo e persino ridicolo che un comunicato stampa sia in grado di stravolgere la visione dell'aldilà consolidata dai millenni. Io cerco rispetto anche per chi dice che ormai il vaticano è ridotto ad una corte di nani e ballerine grotteschi quanto feroci.

Caro Corrilentu,
avevo già premesso che il rispetto dev' essere per tutte le religioni. Tu puoi essere un non credente, tutto quello che vuoi, ma non puoi in alcun modo condannare me che posso anche credere nei dogmi della Chiesa, come io rispetto la tua "diversità". Proprio perchè i credenti (non parlo di praticanti) rappresentano una grande fetta dell' umanità. Per questo tu sei un "diverso" (in senso religioso s' intende). Perciò non puoi condannare chi amministra la Chiesa quando predica la sua fede. Per quanto riguarda la ferocia, le tue affermazioni non meritano neanche una risposta perchè fuori da ogni logica. In altre occasioni in questo forum ho già affermato che se i dettami del Vangelo (anche lasciando da parte chi amministra la Chiesa) venissero seguiti, probabilmente ci ritroveremo in un mondo migliore.

 Ispàdule

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Di chi è la colpa?

Scusate, mi inserisco per dire solo una cosa: perchè si sta entrando nel personale? Siamo partiti dal commentare una nuova decisione della chiesa cattolica per arrivare sin quì? No, ragazzi, calmatevi che così non va bene. Il rispetto per chi crede e per chi non crede è totale, non si può condannare, si può solo non condividere, ma credo debba finire lì.
A tal proposito vorrei raccontarmi una cosa non successa a me ma ad una mia amica, forse devia un pò il discorso, ma almeno spero si finirà di litigare.
Purtroppo questa mia amica ha avuto per diverso tempo una persona cara in ospedale, e purtroppo dopo sofferenze inutili questa persona cara è morta, e sottolineo una cosa alquanto singolare: questo povero cristo non riusciva a morire, annaspava la morte giorno per giorno, con un'agonia piena di tanta tirstezza.
In una delle tante visite dei medici, un medico in particolare si è rivolto alla mia amica e le ha chiesto:"Lei crede?". La mia amica ha risposto:"No". L'affermazione singolare del medico è stata:"Peccato, almeno avrebbe avuto "qualcuno" con cui prendersela".
Risposta decisamente azzeccata. Ecco, i credenti spesso attribuiscono le sofferenze, e la colpa di tutto ciò che accade a Dio, e quì io considero la credenza sbagliata. Troppo comodo dover sempre attribuire la sofferenza a questo Dio, chi jà podet issu, ja tenet palas mannas!
Credenti, credo, dal mio angolino, che questa concezione si "sbagliata". Questo Dio, che ha dato la vita, ha lasciato pure il libero arbitrio, decidere come meglio noi vogliamo vivere la nostra esistenza. Se ti ubriachi e se poi ti metti a guidare e ti succedee un incidente mortale, la colpa di chi è? Di Dio che lo ha permesso o di chi nel libero arbitrio ha deciso di mettere in pericolo la propria vita? E non ditemi che è la fede!
E mi fermo quì, l'argomento riempirebbe per me pagine web a iosa, intanto spero che la discussione continui...
Vi saluto per ora....

A volte non si ha abbastanza cuore

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

A forza di porgere l'altra guancia, i pugni ci hanno fatto cadere tutti i denti. Anche quello di seguire i dettami evangelici per arrivare ad un mondo migliore è, secondo me, un falso mito. Liberissimo tu di credere e di rincorrere sottane nere, ma non esordire dicendo che di questo non si deve parlare perchè può offendere la sensibilità di qualcuno. Ci pensa alla mia sensibilità Mons. Bertone quando dice che dai dico si arriva alla pedofilia?

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

corrilentu ha scritto:
A forza di porgere l'altra guancia, i pugni ci hanno fatto cadere tutti i denti. Anche quello di seguire i dettami evangelici per arrivare ad un mondo migliore è, secondo me, un falso mito. Liberissimo tu di credere e di rincorrere sottane nere, ma non esordire dicendo che di questo non si deve parlare perchè può offendere la sensibilità di qualcuno. Ci pensa alla mia sensibilità Mons. Bertone quando dice che dai dico si arriva alla pedofilia?

Io quello che avevo da dire l' ho detto. Scusami tanto ma io (e non solo io, se ti guardi attorno), la penso così. Per quanto riguarda il Mons. Bertone, il cui pensiero è stato abbondantemente travisato, può dire quello che ritiene di dover dire, così tu e tanti altri lo possono criticare. Io poi non rincorro nessuna sottana nera, non vado molto in Chiesa, ma in Dio ci credo e come.

 Ispàdule

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

ISPADULE ha scritto:
non vado molto in Chiesa, ma in Dio ci credo e come.

Ispà se credi in dio saprai anche che lui è misericordioso e non si scandalizza di certo se qualche peccatore non crede.

La tua affermazione sentita da chi non crede ha lo stesso effetto che ha su un credente leggere il contrario.
Per me non è mai esistito un uomo nato da una donna vergine (la chiesa è contraria alla fecondazione assistita), resuscitato dopo 3 giorni, anzi a dire il vero erano appena 36 ore, salito in cielo con tuoni e lampi. Non è possibile moltiplicare pani e pesci, mentre purtroppo è facile trasformare l'acqua in vino.
Quindi non te la prendere, nessuno ti vuole sconvertire :wink:

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

Admdortos ha scritto:
Ispà se credi in dio saprai anche che lui è misericordioso e non si scandalizza di certo se qualche peccatore non crede.

_________________________________________________________
Bravo adm, questa tua frase mi è molto piaciuta e ti ringrazio. Dio è proprio così perchè, se non lo fosse, con tutti i peccatori che ci sono in giro, il mondo non esisterebbe più. Per il resto penso che la fede possa superare tutte le barriere. Ciao

 Ispàdule

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

Ciao Ispà....
io non credo che si possa discutere sul credo (qualunque esso sia!) di ciascuno di noi. E un rapporto strettamente personale tra uomo e divinità che chiaramente ha valore soggettivo, comunque da rispettare.
Io invece reputo castranti, limitanti, assurde, disumane le pretese che questa orda di farisei vaticani, ragni ricoperti d'oro per usare una definizione del Vangelo, ci vomitano addosso. Sono fuori dalla realtà, ricchi di contraddizioni (tutti siamo figli di Dio ma i gay lo sono un pò meno...tanto per citare un esempio) e negli animi più deboli riescono fomentare conflitti interiori pazzeschi. Il mondo laico ha abbassato la guardia e le alte gerarchie vaticane sono ripartite agguerrite più che mai. Ipocriti e falsi come pochi, aspettiamo che si mettano d'accordo con la dottrina che predicano? Aspettiamo, aspettiamo......
saludos pabales
DARI

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Contraddittori

Dari, concordo con te... Quoto interamente!
Ma sai cos'è, che questi ragni vestiti d'oro "devono" ricoprire il loro ruolo, e da lì non ne escono. Devono perchè la chiesa non può uscire fuori dai propri ranghi altrimenti non sarebbe più credibile, non rendendosi conto delle mille e una contraddizioni che ha al suo interno, e quindi hai voglia tu di emanare encicliche e balle varie, non si capiscono manco loro, figurati chi li ascolta!
Al di là di queste mie battutine, anche stupide volendo, non c'è istituzione al mondo più contraddittoria che io conosca come quella della chiesa! Vedo molto razzismo, un vivere al di sopra degli altri, come dei saccenti che non hanno invece capito, perchè loro stanno bene, come funziona la vita, quanta sofferenza c'è davvero in questo mondo, e mi fermo che non ho voglia di inalberami che oggi è stata una giornata serena....
Saluti...

A volte non si ha abbastanza cuore

Pagine

Accedi o registrati per inserire commenti.