Non c'è più religione

223 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Ragazzi anch' io credo, e un tempo ero anche praticante...ora lo sono un pò meno per tanti motivi...Devo riconoscere, e mi dispiace, che mi sono allontanata molto dalla chiesa, proprio perchè ritenevo ipocrita andare alla messa, insegnare ai bambini, quando io per prima ero peccatrice più di tutti...E ora con tutte le affermazioni e le accuse del papa, mi sembra che sia la chiesa ad allontanare le persone...Troppe condanne...La Chiesa dovrebbe essere un pò più tollerante...visti anche i problemi interni a se stessa...

bolotana
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Gio, 12/04/2007 - 16:08
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Ragazzi anch' io credo, e un tempo ero anche praticante...ora lo sono un pò meno per tanti motivi...Devo riconoscere, e mi dispiace, che mi sono allontanata molto dalla chiesa, proprio perchè ritenevo ipocrita andare alla messa, insegnare ai bambini, quando io per prima ero peccatrice più di tutti...E ora con tutte le affermazioni e le accuse del papa, mi sembra che sia la chiesa ad allontanare le persone...Troppe condanne...La Chiesa dovrebbe essere un pò più tollerante...visti anche i problemi interni a se stessa...

Volenti o nolenti la Chiesa rimane sempre al centro di discussioni e polemiche tra Credenti(o presenti tali) e Atei(o presenti tali).
Aldila' delle posizioni personali ritengo pero' che dovrebbe essere proprio
chi riconosce la propria adesione alle Chiesa cattolica(o qualunque altra)ad aiutarLa ad abbandonare certe posizioni probabilmente incomprensibili
se riferite a cio che Cristo ci ha insegnato.

Ha forse Dio posto condizioni all' amore verso il prossimo?
Ha forse Dio posto condizioni alla tolleranza verso il prossimo?
Ed infine c' e' qualcuno che possa pensare di interpretare il suo pensiero?

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

dari ha scritto:
Ciao Ispà....
io non credo che si possa discutere sul credo (qualunque esso sia!) di ciascuno di noi. E un rapporto strettamente personale tra uomo e divinità che chiaramente ha valore soggettivo, comunque da rispettare.
Io invece reputo castranti, limitanti, assurde, disumane le pretese che questa orda di farisei vaticani, ragni ricoperti d'oro per usare una definizione del Vangelo, ci vomitano addosso. Sono fuori dalla realtà, ricchi di contraddizioni (tutti siamo figli di Dio ma i gay lo sono un pò meno...tanto per citare un esempio) e negli animi più deboli riescono fomentare conflitti interiori pazzeschi. Il mondo laico ha abbassato la guardia e le alte gerarchie vaticane sono ripartite agguerrite più che mai. Ipocriti e falsi come pochi, aspettiamo che si mettano d'accordo con la dottrina che predicano? Aspettiamo, aspettiamo......
saludos pabales
DARI

Ciao Dari,
concordo su alcune tue affermazioni, ma meno con altre. Non credere che io sia d' accordo perfettamente con certe decisioni della Chiesa, che è fatta anche di uomini (che possono sbagliare come tutti). Io credo che ci sia qualche cosa di supremo sopra di noi, cioè un Dio. Allora una cosa è non condividere quello che dice il Papa, i cardinali, i vescovi, i preti, i diaconi e quant' altro. Un' altra cosa è invece credere in Dio. Non sono certamente solo nel dire e pensare queste cose. La fede verso Dio, se veramente sentita, è qualcosa di grande e di gratificante. Io dico che una cosa è essere anticlericali e un' altra cosa è non credere nell' esistenza di Dio.
Io, ad esempio (non perchè lo dicono i preti), sono contrario alle unioni gay perchè credo fermamente nella famiglia, il cui valore è riconosciuto da millenni ed è l' unica unione, quella fra uomo e donna, che serve per la continuità della specie. Certamente Dio perdona tutti, la sua immensa misericordia è fuori discussione, ma fare confusione su certe cose fondamentali dell' uomo si può trasformare in situazioni contro la stessa natura. Ciao

 Ispàdule

latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Ispadule mi trovo d'accordo con te, se posso intervenire, però io non sono contraria alle unioni gay, per me ciascuno è libero di fare della propria vita ciò che vuole. I gay sono persone come le altre, anzi forse anche migliori, dunque non capisco perchè accanirsi se si amano...
Sono però contraria al fatto che adottino dei figli perchè i bimbi hanno bisogno di un padre e una madre...gia sono abbastanza confusi e traumatizzati dalle tante "porcherie" della vita...
E sono contraria anche alle ostentazioni e da certe provocazioni...ok alle unioni e ok anche al riconoscimento di alcuni diritti ( non però pari a quelli che derivano da un matrimonio, e questo vale anche per gli etero), però trovo assurdi alcuni modi di fare...Essere volgari e provocatori non è il modo giusto per portare le persone ad accettarli....Un esempio su tutti l' onorevole Luxuria...Ottima cosa che sia in parlamento a portare avanti le battaglie dei trans e dei gay, ma perchè non lo fa con serietà invece di rendersi ridicola e fare il pagliaccio?
Mi sa che sono uscita un pò fuori tema...Cmq credo che sia crudele per la chiesa condannare senza appello certe persone o certe situazioni...
Dio è amore e misericordioso....Perchè il papa no?

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Ispadule mi trovo d'accordo con te, se posso intervenire, però io non sono contraria alle unioni gay, per me ciascuno è libero di fare della propria vita ciò che vuole. I gay sono persone come le altre, anzi forse anche migliori, dunque non capisco perchè accanirsi se si amano...
Sono però contraria al fatto che adottino dei figli perchè i bimbi hanno bisogno di un padre e una madre...gia sono abbastanza confusi e traumatizzati dalle tante "porcherie" della vita...
E sono contraria anche alle ostentazioni e da certe provocazioni...ok alle unioni e ok anche al riconoscimento di alcuni diritti ( non però pari a quelli che derivano da un matrimonio, e questo vale anche per gli etero), però trovo assurdi alcuni modi di fare...Essere volgari e provocatori non è il modo giusto per portare le persone ad accettarli....Un esempio su tutti l' onorevole Luxuria...Ottima cosa che sia in parlamento a portare avanti le battaglie dei trans e dei gay, ma perchè non lo fa con serietà invece di rendersi ridicola e fare il pagliaccio?
Mi sa che sono uscita un pò fuori tema...Cmq credo che sia crudele per la chiesa condannare senza appello certe persone o certe situazioni...
Dio è amore e misericordioso....Perchè il papa no?

Ciao, aspettavo un tuo intervento e ti dico che mi è molto piaciuto; ecco anche io la penso così. Io non me la sento di condannare, tout court, le persone che decidono, per loro fatti personali, di essere gay, lesbiche, tranns e quant' altro. Sono affari loro. Però che a loro vengano riconiosciuti i diritti come alle famiglie tradizionali non sono assolutamente d' accordo. Hai ragione quando dici che già le stesse famiglie, con tutti i problemi morali, economici ecc. che si ritrovano, sono in difficoltà. Grazie del contributo alla discussione. Ciao

 Ispàdule

latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Grazie Ispà...sai, è troppo facile giudicare senza conoscere....Il papa secondo me è troppo lontano dalla realtà e dai giovani...A differenza del precedente lui non cerca il contatto con i giovani, non cerca di capirli...per lo meno a me così sembra...
Se tu sei a contatto con certe realtà cerchi di capirle non solo di giudicarle....Io ho conosciuto alcuni ragazzi gay e ti dico che sono persone veramente speciali...Sensibili e di una bontà infinita...
E loro stessi sono contrari a certe cose, tipo l' adozione di bambini...quella credo che sia una pura provocazione...
Per quanto riguarda le coppie di fatto, dico che uno è libero di credere o no, il matrimonio si può celebrare anche in comune e non c' entra con la fede...I diritti presuppongono anche dei doveri...e chi non vuole prendersi certe responsabilità , libero di farlo, ma poi non deve pretendere di avere gli stessi vantaggi di chi invece se ne fa carico sposandosi civilmente....

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Grazie Ispà...sai, è troppo facile giudicare senza conoscere....Il papa secondo me è troppo lontano dalla realtà e dai giovani...A differenza del precedente lui non cerca il contatto con i giovani, non cerca di capirli...per lo meno a me così sembra...
Se tu sei a contatto con certe realtà cerchi di capirle non solo di giudicarle....Io ho conosciuto alcuni ragazzi gay e ti dico che sono persone veramente speciali...Sensibili e di una bontà infinita...
E loro stessi sono contrari a certe cose, tipo l' adozione di bambini...quella credo che sia una pura provocazione...
Per quanto riguarda le coppie di fatto, dico che uno è libero di credere o no, il matrimonio si può celebrare anche in comune e non c' entra con la fede...I diritti presuppongono anche dei doveri...e chi non vuole prendersi certe responsabilità , libero di farlo, ma poi non deve pretendere di avere gli stessi vantaggi di chi invece se ne fa carico sposandosi civilmente....

Hai ragione. Forse siamo un po egoisti perchè regolarmente sposati (in Comune o in Chiesa non importa). Ma io sono convinto che molta gente non vuole affronare il matrimonio, con tutte le regole, perchè vuole avere le mani libere di potersi eventualmente separare senza troppe complicazioni (divorzio e relative conseguenze in caso di prole) oppure per motivi egoistici di uno o entrambi i conviventi. Ma la vera unione è quella in cui vengono stabilite per legge le regole con garanzie, soprattutto nei confronti dei figli, di una sana educazione da parte di entramb i genitori, legati da un vincolo che è quello matrimoniale. Per quanto riguarda il Papa hai un pò di ragione anche qui. Noi eravamo abituati a Giovanni XXIII, Paolo VI, Papa Luciani e Giovanni Paolo II° che erano completamente diversi dall' attuale. Questo Papa poteva andar bene ai tempi di Pio XII. Ciao

 Ispàdule

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 4 mesi 1 giorno fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Sui DiCo o Pacs abbiamo un topic ad hoc.
Questo discorso su gay che si sposano oppure no, nasce solo perchè siamo profondamente intrisi di sessuofobia e moralismo bigotto, se facciamo uno sforzo, anche solo per finta, di dimenticarci i precetti cristiani, forse capiremmo anche le ragioni dei cosidetti diversi.
La chiesa fomenta regolarmente campagne anacronistiche vedi aborto, divorzio, fecondazione assistita, discriminazione dei gay e via proibendo.
Qui parliamo delle castronerie che le religioni, non solo quella cattolica, usano per carpire la buonafede dei credenti.
Se pensiamo che tutto nasce da antiche leggende anonime, scritte e riscritte altrettanto anonimamente, approvate e revisionate dai papi a seconda delle convenienze, come in questi giorni la storiella del limbo, ce n'è abbastanza per capire che davvero le religioni sono state la droga dei popoli.
È solo una questione di tempo, tutte queste credenze non hanno alcuna probabilità di resistere a lungo.

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

Quote:
Questo Papa poteva andar bene ai tempi di Pio XII. Ciao

...bonu su pessighe e menzus su barracoco...

Pio XII....

La Chiesa ufficiale, che pure ha molto riflettuto sulle colpe e sulle responsabilità dei cristiani a riguardo delle persecuzioni naziste, non ritiene di dover chiedere scusa per il silenzio di Pio XII. Lo ha detto il Nunzio Apostolico in Israele, in una dichiarazione alla televisione di Stato. Quel silenzio era necessario (Avvenire, 27 febbraio 2000).

credo che la notizia sopra riportata si commenti da sola.....

DARI

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 4 mesi 1 giorno fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Tempo fà lessi il libro di Edwin Black, L'IBM e l'olocausto.
Il libro spiega come nel pieno guerra di sterminio, l'IBM (americana) collaborava col regime nazista fornendo le macchine elettromeccaniche, specie di computer rudimentali, efficacissime per stilare gli elenchi delle persone da avviare ai campi di concentramento; business is business!
Vi si legge anche che, per rastrellare gli ebrei in tutta Europa molti parroci e vescovi furono ben felici di offrire agli aguzzini gli elenchi delle loro parrocchie.

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

admdortos ha scritto:
Sui DiCo o Pacs abbiamo un topic ad hoc.
Questo discorso su gay che si sposano oppure no, nasce solo perchè siamo profondamente intrisi di sessuofobia e moralismo bigotto, se facciamo uno sforzo, anche solo per finta, di dimenticarci i precetti cristiani, forse capiremmo anche le ragioni dei cosidetti diversi.
La chiesa fomenta regolarmente campagne anacronistiche vedi aborto, divorzio, fecondazione assistita, discriminazione dei gay e via proibendo.
Qui parliamo delle castronerie che le religioni, non solo quella cattolica, usano per carpire la buonafede dei credenti.
Se pensiamo che tutto nasce da antiche leggende anonime, scritte e riscritte altrettanto anonimamente, approvate e revisionate dai papi a seconda delle convenienze, come in questi giorni la storiella del limbo, ce n'è abbastanza per capire che davvero le religioni sono state la droga dei popoli.
È solo una questione di tempo, tutte queste credenze non hanno alcuna probabilità di resistere a lungo.

Caro admdortos, io non lo metto più in questi termini, chiesa si chiesa no, ma su ciò che riguarda il rispetto della natura umana. E' naturale o no che una donna una volta incinta debba avere un figlio? Violare questo significa andare contro natura. Avere rapporti sessuali fra uomini o fra donne è o no andare contro natura? Sono contro natura addirittuta certi rapporti fra uomo e donna. Per quanto riguarda il divorzio invece ho un' idea diversa che potrebbe collimare con la tua. Vedi che certe posizioni della Chiesa sono in sintonia con la Natura. Ricordati che non sarà mai la Chiesa ad approvare certe pratiche contro natura. Tu mi risponderai che per primi sono certi religiosi ad andare contro natura. Vero. Ma la dottrina è una cosa, i comportamenti di certi pseudo religioni è un' altra.

 Ispàdule

latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Ispà, Ispà...scusa se rispondo io anche se non sei ti rivolto direttamente a me, però mi sorge spontaneo porti alcune domande:

Cosa faresti se da un giorno all' altro, all' improvviso, senza averlo deciso e/o cercato ti sentissi attratto da un tuo amico di sesso maschile?...

E cosa faresti se tua moglie fosse incinta e il tuo bambino fosse condannato a nascere con gravissime malformazioni che gli impedirebbere di avere una vita normale?

E ancora, se tua moglie da un giorno all' altro ti dicesse che si è innamorata di un altro e ti chiedesse il divorzio?

Sicuramente non ti capiterà mai di trovarti in situazioni simili e te lo auguro, ma se ti capitasse, sarebbero situazioni che implicano delle scelte forti e importanti, che come dici tu, sono contro natura....
Sono decisioni difficili...
Io non me la sento di poter dire "a me non capiterà mai", perchè ho imparato che nella vita, tutto può succedere, e dunque non me la sento di giudicare in questi casi specifici...Posso approvare o meno...ma è brutto sentirti dire che certe cose sono contro natura...La natura fa degli scherzi veramente strani a volte....
Io se dovessi rispondere alle domande che ti ho fatto avrei dei sani dubbi, perchè sarebbero scelte che mi causerebbero immensa sofferenza soprattutto perchè per certi versi io e te la pensiamo nello stesso modo e perchè sono credente....però se mi succedessero non vorrei sentirmi dire che sono andata contro natura....
Scusa caro se mi sono permessa....l' ho fatto perchè vedo che sei una persona con cui si può ragionare....non te la prendere ok?

nuragheruju
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 14/03/2007 - 18:29
Non c'è più religione

Condivido le osservazioni espresse da Admy e Latry e rispetto il pensiero di Ispadule, tuttavia voglio affermare che: "alla base di tutto sta la libertà" intesa come volontà dell'individuo di scegliersi il proprio destino e essere protagonista.
Questo è in linea di massima il principio che dovrebbe sovrastare i nostri pensieri!
Io posso essere contrario alle unioni gay, alle copie di fatto, ma anche al divorzio o all'aborto, però non posso impedire l' esercizio di un diritto soggettivo a chi la pensa in modo diverso!
A volte gli istinti naturali sono primordiali e debbono essere contrastati dalla ragione... o nò!
Perché debbo oppormi con tutte le mie forze a chi la pensa diversamente da me? Ci sono miei amici, parenti vicini e lontani che sono cattolici professanti: beh... a me non danno fastidio, divento invece intollerante quando loro manifestano dissenso nel peggiore dei modi -da estremisti- , ecco, allora, di rimando, provo anche io le stesse sensazioni repulsive.
E allora contesto la chiesa poiché racchiude in se troppi dogmi e tutti poco credibili. Ne cito alcuni: l'uomo creato dal fango; la donna da una sua costola; la madonna che partorisce vergine insomma tantissimi e ancora altri....e interminabili.... Pensate al “sacramento della confessione” cioè dover esternare ad un estraneo quello che per credo religioso è concetto di peccato, in molti casi a chi, sempre per quello stesso concetto, è più peccatore di voi.
E allora contesto la chiesa maschilista e i preti pedofili che raramente pagano.
E allora contesto la chiesa ed i suoi adepti perché continuano pesantemente ad ingerire sulla politica italiana.
E allora contesto anche chi copre d'oro le madonne e non spende un soldo in beneficenza.
E allora... si potrebbe continuare a lungo...
Però una lancia debbo spezzarla nei confronti della gente seria che opera sotto egida vaticana. Apprezzo molto i missionari, quelli dediti sul serio alle più autentiche esercitazioni di altruismo e di protezione nei confronti delle classi sociali più deboli, ma lo faccio alla stessa stregua di altre persone che apprezzo.
Gino Strada per esempio è persona meritevole di plauso per quanto ha fatto e continua a fare.

Ma davvero lasciatemelo dire e senza offesa per nessuno: i valori etici non sono prerogativa della religione cristiana ne tanto meno sono fatti per uso e consumo dei soli praticanti, ma bensì credo siano patrimonio di tutte le cumunità civili.

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Ispà, Ispà...scusa se rispondo io anche se non sei ti rivolto direttamente a me, però mi sorge spontaneo porti alcune domande:

Cosa faresti se da un giorno all' altro, all' improvviso, senza averlo deciso e/o cercato ti sentissi attratto da un tuo amico di sesso maschile?...

E cosa faresti se tua moglie fosse incinta e il tuo bambino fosse condannato a nascere con gravissime malformazioni che gli impedirebbere di avere una vita normale?

E ancora, se tua moglie da un giorno all' altro ti dicesse che si è innamorata di un altro e ti chiedesse il divorzio?

Sicuramente non ti capiterà mai di trovarti in situazioni simili e te lo auguro, ma se ti capitasse, sarebbero situazioni che implicano delle scelte forti e importanti, che come dici tu, sono contro natura....
Sono decisioni difficili...
Io non me la sento di poter dire "a me non capiterà mai", perchè ho imparato che nella vita, tutto può succedere, e dunque non me la sento di giudicare in questi casi specifici...Posso approvare o meno...ma è brutto sentirti dire che certe cose sono contro natura...La natura fa degli scherzi veramente strani a volte....
Io se dovessi rispondere alle domande che ti ho fatto avrei dei sani dubbi, perchè sarebbero scelte che mi causerebbero immensa sofferenza soprattutto perchè per certi versi io e te la pensiamo nello stesso modo e perchè sono credente....però se mi succedessero non vorrei sentirmi dire che sono andata contro natura....
Scusa caro se mi sono permessa....l' ho fatto perchè vedo che sei una persona con cui si può ragionare....non te la prendere ok?


Cara latranghicurza,
sai, ho letto attentamente il tuo post e ti devo dire che mi ha profondamente colpito. Hai messo proprio il dito nella piaga. io quella frase l' ho messa lì per dire che l' aborto è un trauma per chi lo subisce (e su questo i pareri sono tutti concordi). Io non sono qui per giudicare nessuno: esprimo solo il mio punto di vista. Certamente ho le mie perplessità di fronte a un aborto fatto per i motivi più banali (se di fronte al problema ci si possa esprimere così): una gravidanza indesiderata per esempio (e sono la maggioranza) quando si trovano a disposizione tutti i mezzi per evitarla. Tu non devi scusarti di niente perchè hai posto un problema veramente interessante e mi hai messo anche in imbarazzo. Ma penso che quelli siano casi da trattare ognuno secondo quello che la coscienza consiglia di fare. Ma rinunciare alla gravidanza per un figlio che nascerà sano non mi farebbe sicuramente piacere. Per quanto riguarda il divorzio ho già detto nel precedente post che non sono del tutto contrario, anche per il fatto che lì la natura non c' entra per niente. Stai tranquilla, non me la prendo perchè sei una persona con la testa sulle spalle e sai quello che dici. Certamente, ognuno sulla sua sessualità (essendo un fatto personale) la può usare come vuole distinguendo, naturalmente, quando è conseguenza di una malattia o semplicemente per provare altre sensazioni; in quest' ultimo caso penso che anche tu non sarai d' accordo. Ciao

 Ispàdule

latranghicurza
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Lun, 04/09/2006 - 17:14
Non c'è più religione

Ispà io sono contrarissima all' aborto, visto che come hai detto tu, al giorno d' oggi ci sono tutti i mezzi, sia per evitare gravidanze, sia per poter affidare il bambino appena nato a persone che lo crescerebbero come proprio figlio...questi sono casi di coscenza, credo...
Per quanto riguarda il divorzio, credo talmente tanto nel matrimonio indissolubile, che potrei dirti di essere contraria anche a quello, soprattutto perchè al giorno d' oggi ci si sposa troppo "facilmente" e altrettanto facilmente ci si separa...le coppie non sono in grado di affrontare le varie difficoltà, forse perchè non sono preparate ad affrontare la vita in due con i suoi piaceri, ma anche con i suoi problemi....
Però sai, vederle da fuori, certe cose è un conto, viverle un altro....
Ci sarebbe da parlare tanto di questi argomenti (tra l' altro stiamo andando fuori tema forse?)....e in fondo credo che la pensiamo più o meno alla stessa maniera...Ti ringrazio cmq per le tue parole, mi hai detto una cosa che mi ha fatto molto piacere...Scusa per averti messo in imbarazzo...non era mia intenzione....Ciao ciao...

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 11 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Ispà io sono contrarissima all' aborto, visto che come hai detto tu, al giorno d' oggi ci sono tutti i mezzi, sia per evitare gravidanze, sia per poter affidare il bambino appena nato a persone che lo crescerebbero come proprio figlio...questi sono casi di coscenza, credo...
Per quanto riguarda il divorzio, credo talmente tanto nel matrimonio indissolubile, che potrei dirti di essere contraria anche a quello, soprattutto perchè al giorno d' oggi ci si sposa troppo "facilmente" e altrettanto facilmente ci si separa...le coppie non sono in grado di affrontare le varie difficoltà, forse perchè non sono preparate ad affrontare la vita in due con i suoi piaceri, ma anche con i suoi problemi....
Però sai, vederle da fuori, certe cose è un conto, viverle un altro....
Ci sarebbe da parlare tanto di questi argomenti (tra l' altro stiamo andando fuori tema forse?)....e in fondo credo che la pensiamo più o meno alla stessa maniera...Ti ringrazio cmq per le tue parole, mi hai detto una cosa che mi ha fatto molto piacere...Scusa per averti messo in imbarazzo...non era mia intenzione....Ciao ciao...

Cara Latanghicurza,
Si si, hai perfettamente ragione. Anche io non mi ritengo all' altezza di discutere di certi problemi, che sono grandi quanto una montagna. Ma nel mio piccolo ritengo di aver acquisito un' idea personale, senza aver subito condizionamenti di sorta. Così mi accorgo che è anche per te. Per me è stato un grande piacere parlare con te di queste cose.Ciao

 Ispàdule

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 4 mesi 1 giorno fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

latranghicurza ha scritto:
Ispà io sono contrarissima all' aborto, visto che come hai detto tu, al giorno d' oggi ci sono tutti i mezzi, sia per evitare gravidanze.....

Non confondiamo aborto con legge sull'aborto.
Non credo che esistano donne favorevoli all'aborto, da quel che so non è come schiacciare un brufolo.
L'interruzione della gravidanza è una pratica diffusa ovunque, anche e sopratutto dove viene proibita; la legge non fa altro che aiutare e sostenere le donne costrette a prendere questa decisione, succede spesso che una donna assistita cambia anche idea.
Non è casuale che da quando esiste la legge, gli aborti siano calati drasticamente .
Abolendo una legge di civiltà come questa, si tornerebbe agli aborti clandestini senza alcuna tutela sanitaria e psicologica, naturalmente i ricchi abortiscono come e quando vogliono pagando cliniche e medici senza scrupoli, spesso ben oltre il terzo mese di gravidanza.

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

Ciao latr….in effetti quel vieni con me voleva essere virtuale…so che sei lontana… Volevo riponderti a proposito del post a Ispadule nel quale si parla di divorzio e aborto. Premetto che sono super-contrarissima all’aborto a prescindere da qualsiasi valore religioso e la penso come te, vuoi perché sono mamma, vuoi perché sono innamorata della vita in tutte le sue forme, lontana, ma molto molto molto lontana da condizionamenti religiosi, ti assicuro.
Non sono d’accordo con te per quanto riguarda il divorzio. Il vincolo matrimoniale dovrebbe servire, da un punto di vista abbastanza melense forse, a far sì che l’amore tra i coniugi perduri nonostante il logorio della vita quotidiana e le forze centrifughe dell’egoismo. Serve soprattutto a proteggere i figli (sempre sacri!). Che i figli abbiano diritto alla fedeltà dei genitori nei loro confronti è fatto assodato, così come il divorzio in sé li rende infelici. Ma questi figli, sarebbero molto più felici nel sapere che i genitori sono due perfetti estranei, che si detestano, talvolta si odiano? Mah….io credo di no. Tutti vorremo vivere un idillio perfetto con l’amata/o ma sappiamo bene che non è così per tutti; le persone negli anni cambiano, vivono esperienze diverse, si crea attorno a loro un micro-cosmo che talvolta per uno dei coniugi è difficile da capire e impossibile da vivere, vuoi per egoismo, vuoi per una visione del mondo circostante differente, insomma vuoi per quello che ti pare…E allora “l’azione langue”, il dialogo è in vacanza alle Maldive, la complicità a Santo Domingo….e ti saluto felicità domestica. Bella situazione!!! Tutti pronti a puntare il dito, ma avete mai pensato a chi c’è dentro, chi vive in prima persona queste situazione quà?
..E che mi dici dei casi di violenza domestica? Dato che il matrimonio è per sempre, ma sì, continuamo a subire….viviamo in armonia e violenza! No latr… non sono d’accordo. Quando tra due persone finisce, trascinare il cadavere non serve a niente se non a peggiorare le cose. Credo che la cosa più giusta da fare sia trovare il coraggio di guardarsi in faccia, fare un bel discorso ai figli senza creare loro dei traumi, e dire “Abbiamo fatto un pezzo di strada assieme” sempre che ci sia un dialogo tra persone civili ovviamente…. non è facile, per niente, immagino occorra una bella dose di coraggio però..... Ben venga il divorzio se questo è fonte di felicità e serenità per le persone. La chiesa, non avendo l’esperienza vissuta, non deve giudicare e condannare chi fa questa scelta e farebbe sicuramente molto meglio a rivedere le proprie posizioni…..
Comunque ribadisco… l’amore non dura, saper cucinare si!!!
:wink:
Dari

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

La religione, e soprattutto le sue dottrine, non sono un supermarket: non si può prendere ciò che piace e respingere ciò che ci dà fastidio. Questo significa che non si può dire che si è "contrarissimi all'aborto" che sarebbe contro natura e proporre in alternativa l'uso degli anticoncezionali, che, restando nella stessa ottica, sono altrettanto contro natura. Ciò che mi irrita delle religioni, specialmente delle grandi religioni di massa, è proprio la pretesa di arrogarsi decisioni su cosa è contro o secondo natura, quando la Natura (unica vera dea) ha leggi proprie che trascendono l'etica e il pensiero umani. L'evoluzione ha dotato ogni specie di armi che le consentono di sopravvivere al meglio: il leone ha la forza, la gazzella la velocità, il batterio la resistenza agli antibiotici. L'uomo ha l'intelligenza: tutto ciò che nasce dall'intelligenza umana fa parte del cammino evolutivo, e come tale va preso. Ci sono scelte che fanno progredire la specie (per fortuna) altre che ne arrestano lo sviluppo (purtroppo): tutto è comunque inserito in un bilancio finissimo, che in gran parte sfugge alla nostra comprensione. Parlare di azioni contro natura è ridicolo, perchè allora erano contro natura i pesci che hanno iniziato a vivere sulla terra abbandonando il mare, erano contro natura le scimmie che sono scese dall'albero, gli ominidi che hanno usato armi per uccidere le prede e non più le mani nude, Leonardo che costruiva macchine per volare, e lo sono i chirurghi che estraggono tumori dal nostro corpo, gli agricoltori che innestano le piante per renderle più produttive e via dicendo. Se l'aborto consente ad una donna di condurre un'esistenza più serena per arrivare un giorno, magari, ad avere altri figli in un momento in cui sarà davvero capace di garantire loro amore e stabilità piuttosto che dover interrompere i propri progetti e le proprie ambizioni per curare un bambino su cui finirà per riversare rancori e frustrazioni, dov'è il male? Certo, si tratta di un evento traumatico che sarebbe meglio evitare sempre e comunque, ma non sempre, per superficialità o ignoranza (in cui la Chiesa ha un ruolo determinante) o quant'altro, siamo in grado di fare le scelte giuste al momento giusto. Se la scienza ci mette a disposizione mezzi per rimediare ai nostri errori, io credo che non si possa far altro che accoglierli a braccia aperte.

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
...

Quote:
Se la scienza ci mette a disposizione mezzi per rimediare ai nostri errori, io credo che non si possa far altro che accoglierli a braccia aperte.

I figli non sono errori. Mai. Qui non c'entrano i valori religiosi ma credo che sia solo un problema di valori etici.
Dari

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

Io non chiamo figlio una cellula fecondata. E mi sembra difficile scindere l'etica dalla religione, perchè la religione altro non è che un insieme di norme etiche a cui è stata unita una struttura metafisica che serve per legittimarle e dargli il valore di leggi assolute (giacchè l'etica di corrilentu può essere discutibile, quella di Dio no).

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

.Non sono d'accordo con quello che scrivi, ma lo rispetto. Il punto di vista femminile è diverso da quello maschile e io da donna ritengo che la vita sia preziosa e, ti assicuro, non ci sono condizionamenti religiosi che tengano. Abbracci
Dari

corrilentu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 06/04/2007 - 17:33
Non c'è più religione

la vita è preziosissima anche per me, anzi è quanto di più prezioso esista. Ma, ribadisco, una cellula fecondata non è vita, una sedicenne inguaiata si.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 4 mesi 1 giorno fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Per rilassarvi un paio di liriche di Simone Cristicchi, guardate (e scaricate) un pò cosa scrive il vincitore del Festival di Sanremo, il ragazzo ha un curriculum di tutto rispetto, chissà se lo sapevano quelli di Sanremo!

Bastonaci o Signore.MP3

Bastonaci o Signore, bastonaci o Signore
dall'alto dei cieli bastonaci o signore
fustaci o Signore, fustaci o Signore
dall'alto dei cieli frustaci o signore

Schiaffeggiaci o Signore ogni volta che vuoi
amiamo soffrire, questo lo sai,
dai, prendi quella verga e dai!

Vai Suor Maria!

Rimprovera Signore la nostra ingenuità
riempici di botte senza pietà
infliggi punizioni su di noi
tanto che t'importa? Soffriamo noi

Schiaffeggiaci o Signore ogni volta che vuoi
amiamo soffrire, questo lo sai,
dai, prendi quella verga e dai!

Vai ragazzi, ora tutti insieme!

Purgaci o Signore dalla letizia
implodi con la forza dentro di noi
castigaci per ogni atto impuro
e donaci poi qualche rara pugnetta.

Calpestaci Signore dovunque sarai
i segni della frusta imprimici, dai.
dai prendi quella frusta e dai!

Padre Giulio, con più animo!

Stonaci o Signore, se tu lo vuoi,
a rubabandiera gioca con noi!

Lallalallala, Lallalallalà
Lallalallala, Lallalallalà

Bene putei il prossimo incontro il giovedì alle 11 qui in parrocchia
mi rtaccomando, non mancate.

Ah padre Giulio io mi so' rotto li coglioni!



Prete.MP3

Mi ricordo da bambino mi portavano alla messa,
ed io seguivo la funzione con un’aria un po’ perplessa...
il prete stava in piedi sull’altare col microfono
spiegava i passi del Vangelo con tono monotono
col tempo e con la scusa di giocare all’oratorio
mi infilarono nel mucchio catechismo obbligatorio
perché non sta bene, non puoi essere diverso,
emarginato come pecora smarrita dentro a un bosco…
al di fuori del contesto...

inginocchiati per bene, adesso dì le preghierine
non dubitare mai dell’esistenza del Signore,
lascia stare le tue fantasie sessuali di bambino,
quante volte ti sei masturbato il pistolino?

Il prete in molti casi è un uomo molto presuntuoso,
nonostante l’apparenza di un sorriso zuccheroso,
crede di essere il depositario di una verità assoluta,
ad ogni tua obiezione, lui rigira la frittata!

Prete! Io non ho voglia di ascoltarti,
Prete! Non hai il diritto di insegnarmi
Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole
Per addomesticare le paure della gente!
Non ho bisogno più di credere a un
Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia!
Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi
La bugia più grande della storia.
La bugia più grande della storia.

La storia della Chiesa è seminata di violenza, di soprusi,
la Santa Inquisizione è prepotenza,
e poi genuflessioni collettive dei politici,
salvezza delle anime, la rendita degli immobili
ma quanti begli affari fate con il Giubileo
e quanti bei miliardi che sta alzando Padre Pio
Se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe
Delle tonnellate di oro e delle vostre banche,
Se Gesù Cristo fosse vivo si vergognerebbe
Delle chiese piene d’oro e delle banche…

Prete! Io non ho voglia di ascoltarti,
Prete! Non hai il diritto di insegnarmi
Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole
Per addomesticare le paure della gente!
Non ho bisogno più di credere a un
Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia!
Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi
La bugia più grande della storia
La bugia più grande della storia.

Perdonate questo sfogo troppo anti-clericale,
in fondo ognuno è libero di scegliersi la sua prigione,
libero di farsi abbindolare, ipnotizzare,
dal papa, dal Guru, dal capo spirituale
ma la cosa deprimente e che mi butta giù
è vedere quella folla alla Giornata della Gioventù,
la mia sola religione è vocazione per il dubbio , IO
non crederò a qualsiasi cosa dica un

Prete! Io non ho voglia di ascoltarti,
Prete! Non hai il diritto di insegnarmi
Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole
Per addomesticare le paure della gente!
Non ho bisogno più di credere a un
Prete! Se la Madonna piange sangue, è noia!
Sei bravo e fai di tutto per alimentare, per tenere in piedi
La bugia più grande della storia
La bugia più grande della storia
La bugia più grande della storia
PRETE!

www.simonecristicchi.it

nuragheruju
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 14/03/2007 - 18:29
Non c'è più religione

non guardo Sanremo da una vita e glisso anche sugli articoli che si scrivono ... però... simpaticu custu Simone Cristicchi!

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Non c'è più religione

ti sfugge questa chicca di cristicchi su me:

Studentessa universitaria, triste e solitaria
Nella tua stanzetta umida, ripassi bene la lezione di filosofia
E la mattina sei giŕ china sulla scrivania
E la sera ti ritrovi a fissare il soffitto, i soldi per pagare l’affitto te li manda papà.

Ricordi la corriera che passava lenta, sotto il sole arroventato di Sicilia
I fichi d’India che crescevano disordinati ai bordi delle strade
Lucertole impazzite, le poche case…
Ricordi quel profumo dolce di paese e pane caldo,
i pomeriggi torridi, la piazza, la domenica,
e il mare sconfinato che si spalancava dal terrazzo,
della tua camera da letto.

Ripensi alle salite in bicicletta per raggiungere il cadavere di una capretta,
il tabernacolo della Madonna in cima alla montagna, che emozione!
Tutte le candele accese di un paese in processione, gocce di sudore sulla fronte
Odore di sapone di Marsiglia e di lenzuola fresche per l’estate,
gli occhi neri di una donna ferma sulle scale, gli occhi di tua madre…

Studentessa universitaria, triste e solitaria
Nella tua stanzetta umida, ripassi bene la lezione di filosofia
E la mattina sei giŕ china sulla scrivania
E la sera ti ritrovi a fissare il soffitto, i soldi per pagare l’affitto te li manda papà…

Studentessa chiusa nella metropolitana, devi scendere, la prossima è la tua fermata!
Sotto braccio libri,fotocopie, appunti sottolineati
ed un libretto dove collezioni i voti degli esami,
questa vita fatta di lezioni e professori assenti, file chilometriche per fare i documenti,
prendere un bel trenta per sentirsi più felici, ma soli e senza i tuoi amici…
Carmelo sta a Milano in facoltŕ di Economia, Fabiana e Sara Lettere indirizzo Archeologia
Poi c’è Concetta, sta a Perugia e studia da Veterinaria,
Giurisprudenza invece la fa Ilaria e Marco spaccia cocaina
e un giorno lo metteranno dentro, il tuo ragazzo studia Architettura e nel frattempo
passa i giorni dando il resto dalla cassa di un supermercato in centro…

Studentessa universitaria, triste e solitaria
Nella tua stanzetta umida, ripassi bene la lezione di filosofia
E la mattina sei giŕ china sulla scrivania
E la sera ti ritrovi a fissare il soffitto, i soldi per pagare l’affitto te li manda papà…

Studentessa universitaria, sfiori la tua pancia
Dentro c’è una bella novità, che a primavera nascerà per farti compagnia,
la vita non è dentro un libro di Filosofia
e la sera ti ritrovi a pensare al futuro
e ti sembra più vicina la tua serenità.

Buffularzu
Offline
Last seen: 7 anni 1 mese fa
Iscritto: Mar, 27/03/2007 - 12:55
Non c'è più religione

Tutti parlate be di cristicchi.... Nessuno si ricorda il suo primo singolo? :?

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Non c'è più religione

Qual'è Buff?

Buffularzu
Offline
Last seen: 7 anni 1 mese fa
Iscritto: Mar, 27/03/2007 - 12:55
Non c'è più religione

ancu m'idan zega ha scritto:
Qual'è Buff?

Vorrei cantare come biagio antonacci..... Che ne dici? :D

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Non c'è più religione

Buffularzu ha scritto:
ancu m'idan zega ha scritto:
Qual'è Buff?

Vorrei cantare come biaggio antonacci..... Che ne dici? :D

avevo rimosso ma grazie per avermela ricordata.
beh, fa progressi... azzuduu

Pagine

Accedi o registrati per inserire commenti.