Non c'è più religione

223 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
Buffularzu
Offline
Last seen: 7 anni 1 mese fa
Iscritto: Mar, 27/03/2007 - 12:55
Non c'è più religione

A me non piace per niente poi i gusti sono gusti :D

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Non c'è più religione

Buffularzu ha scritto:
A me non piace per niente poi i gusti sono gusti :D

Giusto per chiarire, se non si era capito: A me non piace, cioè, zero! non lo considero un cantante, è un prodotto commerciale.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Richard Dawkins

Torniamo alle cose serie.
Richard Dawkins, spiega cosa intende per fede uno scienziato.
Nota come la fede si trasmetta per via ereditaria, cioè sia una tradizione che i genitori inculcano ai figli e pertanto si possono individuare aree del mondo dove una religione è predominante sulle altre.
Paradossalmente, se anche la scienza seguisse le stesse regole in Europa 2+2 farebbe 4, in arabia 5, in giappone 3 e così via.
Probabilmente è per questo che esistono guerre di religione, ma non per il secondo principio della termodinamica, o per la legge di Newton.

Richard Dawkins ha scritto:
Mi è stato chiesto di parlare di fede e, non essendo un esperto in fede e fondamentalismo, parlerò della fede come scienziato. Fede per me significa "credere in assenza di evidenza".

Voglio iniziare illustrando la differenza tra le credenze basate sulla fede e quelle basate sull'evidenza, nella forma di una edizione inventata della "Quarterly Review of Biology", una ben nota rivista di biologia. Ho inventato un'edizione speciale centrata sulla difficile domanda "come si sono estinti i dinosauri?". Ho qui una lista di pubblicazioni scientifiche immaginarie che avrebbero potuto essere inviate alla Quarterly Review su questa domanda: i dinosauri furono uccisi da un asteroide?

1. La prima pubblicazione titola: "Lo strato di iridio nel confine-KT e la datazione mediante potassio e argo di un cratere nello Yucatan indicano che i dinosauri sono stati uccisi da un asteroide". Si tratta di una pubblicazione scientifica perfettamente ragionevole e rispettabile.

2. La seconda pubblicazione: "il presidente della Royal Society ha manifestato la sua forte convinzione interiore [il pubblico ride] che i dinosauri sono stati uccisi da un asteroide."

3. Il prof. Hapstein ha ricevuto la rivelazione privata [il pubblico ride] che i dinosauri sono stati uccisi da un asteroide.

4. Il professor Hardly è stato cresciuto per avere fede totale e indiscussa che i dinosauri sono stati uccisi da un asteroide.

5. Il prof. Hawkins ha promulgato un dogma ufficiale, vincolante per tutti gli hawkinsiani leali, che afferma che i dinosauri sono stati uccisi da un asteroide.

Beh, spero sia chiaro che la prima pubblicazione è quella che approvo, e spero che nessuno approvi le pubblicazioni 2, 3, 4 e 5. Esse sembrano illustrare precisamente l'approccio religioso verso cosa è vero e cosa è falso nel mondo.

La fede si può a volte ricevere, come un virus, da un predicatore carismatico o da un libro persuasivo; ma più spesso la fede è ereditaria. Non è una coincidenza sorprendente? Quasi tutti hanno la stessa religione dei propri genitori. E ogni volta, il caso vuole che la propria religione sia proprio quella corretta. La religione tende a conservarsi nelle famiglie. Se fossimo stati cresciuti nell'antica Grecia, staremmo tutti venerando Zeus e Apollo. Se fossimo nati vichinghi, staremmo venerando Thor e Wotan. Cosa c'entra tutto questo con l'indottrinamento dei bambini?

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

….I sensi di colpa sono come un sacco pieno di mattoni… non devi fare altro che scaricarlo… Per chi è che ti incolli tutti questi mattoni? Dio? E’ così? Dio? Ti voglio dare una piccola informazione confidenziale su Dio. A Dio piace guardare…. È un guardone giocherellone…. Lui dà all’uomo gli istinti, ti concede questo straordinario dono e poi che cosa fa, te lo giuro che lo fa, per il suo puro divertimento, per farsi il suo bravo, cosmico spot pubblicitario del film, fissa le regole in contraddizione, una stronzata universale…..guarda ma non toccare….tocca ma non gustare…..gusta ma non inghiottire. ….E mentre tu saltelli da un piede all’altro, lui che cosa fa? Se ne sta li, a sbelicarsi dalle matte risate, perché è un moralista, è un gran sadico è un padrone assenteista, ecco cos’è!!! E uno dovrebbe adorarlo? NO, mai! Meglio regnare all’inferno che servire in paradiso. Io sto qui, con il naso ficcato sulla Terra fin dall’inizio dei tempi, ho coltivato ogni sensazione che l’uomo è stato creato per provare. A me interessava ciò che l’uomo desiderava e non l’ho mai giudicato e sai perché? Perché io non l’ho mai rifiutato nonostante le sue maledette imperfezioni….Io sono un fanatico dell’uomo… Sono un umanista, probabilmente l’ultimo degli umanisti.. Chi, sano di mente, potrebbe mai negare, che il ventesimo secolo è stato interamente mio, tutto quanto, ogni cosa, tutto mio…Sono all’apice, è il mio tempo, è il nostro tempo..

(tratto da “L’Avvocato del Diavolo)

...non è poi malaccio questo Diavolo... se poi veste i panni di Al Pacino...

Dari

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Re: Non c'è più religione

admdortos ha scritto:
Ho letto in questi giorni della polemica intorno ad una vignetta di Vauro che prendeva in giro Gesù Cristo, e delle proteste levatesi per presunto vilipendio alla religione cristiana.

Vi ricordate? si che vi ricordate...; e tuttavia, manco per il presunto vilipendio del povero Gesù Cristo (col quale, visti i difensori che si ritrova, sono davvero solidale e per il quale provo un immenso e naturale trasporto e amore, credetemi), l'Osservatore Romano, organo ufficiale della Conferenza Episcopale Italiana (nel nostro sistema istituzionale la vera 3^ Camera, se non la 1^ e la 2^ talvolta - la 4^ è "Porta a Porta"), era stato tanto deciso e duro nel grido di dolore!!

le tre frasi di Andrea Rivera (il cantastorie cristiano e credente (per sua ammissione), occasionale conduttore del Concerto del 1° maggio, hanno scatenato il Giornale della CEI fino a far bollare di "terrorismo" quanto detto dal Rivera in merito ai due pesi e le due misure della Chiesa Vaticana di fronte alla debolezza ed al peccare umano, nonchè al trapasso dei peccatori morti in "grazia" o in "disgrazia" di Dio.

Antonio Padellaro su l'Unità di oggi tratta, in maniera secondo me molto misurata ed efficace l'argomento: eccovelo quà:

Antonio Padellaro - L'Unità del 3/5/2007 ha scritto:
Incredibile reazione
Antonio Padellaro

Il primo maggio, a piazza San Giovanni, un giovane comico, Andrea Rivera, critica quel Vaticano che ha concesso i funerali religiosi a Francisco Franco, Pinochet, a un boss della banda della Magliana ma li ha negati a Welby. Poi dice qualcosa a proposito del Papa che nega l’evoluzionismo e della Chiesa «che non si è mai evoluta». La folla di ragazzi ride e applaude il ragazzo come loro. L’aria è festosa. Si passa alla prossima canzone. L’indomani, ieri mattina, l’«Osservatore Romano» titola: «Anche questo è terrorismo» e scrive di «vili attacchi al Papa». C’è da trasecolare davanti a una così incredibile sproporzione tra causa ed effetto.
Il terrorismo (questo Paese lo conosce bene) sequestra, uccide, commette stragi spaventose. È sangue e disperazione. Certo, è anche terrorismo quello che sparge odio e indica bersagli.
Ma cosa ha detto di terroristico Rivera? Le esequie concesse a feroci dittatori e spietati boss non sono forse fatti incontestabili? La Chiesa avrebbe fatto male a rifiutarle. A nessuno va negata una luce di salvezza. Ma perché quel no a Welby che così dolorosamente ha colpito tanti credenti? La Chiesa che non si è mai evoluta? Non è così. Una battuta debole, non certo un sacrilegio. Ma se anche la frase fosse stata irriguardosa, scriteriata, che senso avrebbe bollarla con espressioni adatte per un rifiuto della società, un assassino? Gli uomini di Chiesa minacciati dalla canaglia meritano tutta la solidarietà.
Ma perché usare toni così oltre le righe? Cosa sta succedendo a un magistero fino a poco tempo fa ispirato a tolleranza e misura? C’entra per caso il Family-day? Non sarà il contagio di una politica becera che si genuflette e cavalca il sacro profanandolo?

P.S.: ciò che mi ha fatto schifo non è l'uscita a piena pagina dell'Osservatore...; lecita e libera da quel punto di vista, ancorchè esagerata ed interessata..
Mi ha fatto schifo il tempestico comunicato di "condanna" di CGIL_CISL_UIL sull'operato del comico-cantastorie-conduttore !! E notare che per me, militante, iscritto per credo convinto nei valori della solidarietà e dei diritti dal giorno antecedente al mio ingresso al lavoro (tanti anni fa), attivista, delegato, ex dirigente e responsabile provinciale e regionale... ; attuale orgoglioso iscritto (ancorchè ormai "Quadro", e penso di essere uno dei pochi in Italia...) la CGIL è come una Chiesa!!
Posso dire che mi son rotto i coglioni?
E devo sostenere Prodi che tiene il sacco a Mastella in nome del fatto che se nò torna Berlusconi... e passi...;
e devo fare il PD con Rutelli in nome del fatto che se nò a-ri-ritorna Berlusconi.... e passi...;
E cazzu santu... che devo anche sopportare Epifani che mette la firma su un comunicato di "dissociazione" da quanto detto dal Conduttore Rivera perchè altrimenti si rompe l'unità sindacale con quella specie di Segretario Generale della Cisl che corrisponde al nome di Raffaele Bonanni!!!!
ma ajoooo!!!! Oh Epifani...; e pensare che ti ho visto così bene a Silanus l'altro giorno; apo cumpresu; bastad a brincare su rju... e i concetti dei valori etici veri sfumano e si inumidiscono forse...; forse è così davvero..
che tristezza caru frinas... che tristezza..

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Non volevo aprire io l'argomento Rivera, per non fare sempre e da solo la parte de su culadeus, dite voi quel che volete, non voglio essere pleonastico, sapete come la penso.
Ricorderete un mio sgangherato componimento in occasione di un viaggetto a Roma di qualche settimana fà.
Ebbene si caro frinas il tuo caro Epifani se vuol vivere in quella eterna e bigotta capitale deve dissociarsi e cospargersi il capo di cenere, non solo lui a dire il vero ma anche i comunisti e i cosiddetti laici.
Il fatto che una volta in libera uscita fuori dal raccordo anulare o nelle colonie sardignole riescano ancora a dire qualcosa di laico, non mi incanta più.
Al tuo posto, ma io non tengo famiglia, la tessera sindacale la getterei nella spazzatura, e non solo per la scandalosa dissociazione da quel che ha detto Rivera.
Povero piccione impallinato, le parole più gentili che ho sentito sono state: fesso e pirla; solo Capezzone lo ha difeso; se per difendere la laicità dello stato e la libertà di parola dobbiamo ricorrere a quattro radicali, che stanno anche facendo lo sciopero della fame, siamo proprio messi male!
Siamo il popolo più corrotto e ipocrita del mondo; ricordo ancora quel che diceva Lussu, quando nel ventennio molti antifascisti pian piano diventarono zelanti camice nere; salvo poi ridiventare antifascisti quando cambiò il vento.

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
...lassa su brazzu...

admdortos ha scritto:
(...) Ebbene si caro frinas il tuo caro Epifani se vuol vivere in quella eterna e bigotta capitale deve dissociarsi e cospargersi il capo di cenere, non solo lui a dire il vero ma anche i comunisti e i cosiddetti laici.
Oh, a te non ti si può dare il dito chi ti che leas su brazzu!!
ti invito ad essere meno pessimista (anche se ti-mi concedo lo sfogo perchè adesso stanno davvero rompendo i coglioni... ma mi ripeto e son noioso); guarda che io oggi ne ho sentito diversi, Comunisti e Laici, ma...anche Cattolici (credimi anche Cattolici), piuttosto incazzati e abbastanza infastiditi da questa marea limacciosa di neo-clericalismo avanzante; e non solo fra i politici e gli intellettuali in vista (quelli che strappano il titolo sulla stampa o l'intervista in TV), anzi; ne ho sentiti diversi oggi al Bar, sul lavoro, e in qualche occasionale capannello all'aperto. se penso a questo, mi sento già meglio, credimi. Ho l'impressione che qualcuno, di questo passo, finirà con l'impiccarsi con le sue stesse budella, passami la metafora "pulp".

(...)

Quote:
Al tuo posto, ma io non tengo famiglia, la tessera sindacale la getterei nella spazzatura, e non solo per la scandalosa dissociazione da quel che ha detto Rivera.

No Admy, tiru bassu...; facciamo che la famiglia o la teniamo tutti e due o non la tieni neanche tu! Altrimenti non bi jogo.
Epifani tiene famiglia e peus po issu se è costretto a cospargersi il capo di cenere e di altro magari; ma frinas ha la immensa fortuna-merito di non tenerne famiglie; nè po bonu (essere protetto e coccolato) e ne pro malu (dover garantire sussitenza e protezione).
E la MIA tessera sindacale non la butto da nessuna parte; è ancora piena di tutti i significati per i quali l'ho scelta, semmai, oggi, accresciuti e rinnovati nel bisogno dalla squallida epoca che stiamo vivendo.
(Oltrettutto, e qui si denota la tua sostanziale ancorchè incopelvole approssimativa conoscenza della realtà vera del mondo sindacale) in particolare di CGIL_CISL e UIL..., nell'Azienda in cui lavoro, è sempre stato ed è infinitamente più prudente e redditizio fare di tutto meno che il delegato e il dirigente della CGIL; vedere ed ascoltare ancora oggi in giro, per credere.

Quote:
Povero piccione impallinato, le parole più gentili che ho sentito sono state: fesso e pirla;
credo lo avesse messo nel conto il ragazzo Rivera; e d'altronde anche lui non ha resistito al richiamo di una Piazza così inebriante!!? Oneri ed onori dunque.

Quote:
solo Capezzone lo ha difeso;
al suo posto... quello di Rivera intendo...; al suo posto non saprei se adirarmi o inorgoglirmi...
(...)
Quote:
Siamo il popolo più corrotto e ipocrita del mondo;

in effetti, qualche sospetto ce l'ho avuto anch'io nel corso del tempo...

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Ma cale tiru bassu era un tiro alto ben sopra la traversa, per famiglia intendo politica, sindacale, e parrocchiale, non è un mistero che ancora non riesca, nonostante la mia tenera età a farmi una famiglia; tutte le volte che ci ho provato non sono andato oltre qualche settimana di fidanzamento, nonostante spesso anch'io senta l'istinto di farmi una famiglia.

Quote:
Povero piccione impallinato, le parole più gentili che ho sentito sono state: fesso e pirla;
Frinas ha scritto:
credo lo avesse messo nel conto il ragazzo Rivera; e d'altronde anche lui non ha resistito al richiamo di una Piazza così inebriante!!? Oneri ed onori dunque.

Questa è una frase che ho sentito spesso questi giorni, la metafora del ragazzo è simile a quella della famiglia, è ambigua e si presta a diverse interpretazioni. A me in questo caso ragazzo sembra un sinonimo di pirla, persona poco accorta, che ha lasciato andare la lingua oltre il lecito o quanto meno il conveniente; ergo è meglio convenientemente non toccare certi argomenti, o lasciarli prudentemente a chi ha più "classe" per esempio il "soliti" Benigni o Fiorello. Come giustamente ricordi tu, non sono le scontate critiche dell'Osservatore Romano a sorprendermi, ma quelle dei datori di lavoro del pirla Rivera che evidentemente doveva lavorare senza parlare.

Quote:
solo Capezzone lo ha difeso;
frinas ha scritto:
al suo posto... quello di Rivera intendo...; al suo posto non saprei se adirarmi o inorgoglirmi...

Credo che il ragazzo, dopo tutte le botte che ha preso non sia più capace di intendere e di volere, la cattiveria italiana ha raggiunto il suo culmine, che divertimento che goduria vedere sbranare un cristiano dai leoni e gia che ci siamo perché non glielo diamo anche noi un calcio in bocca appena ci arriva a tiro?

Essere difeso solo da Capezzone è un onore per Rivera e un disonore per tutt'Italia, dove evidentemente non siamo sudditi di Sua Altezza Reale, ma di Sua Santità e nessuno ha il coraggio di negarlo.
Il ragazzo ubriaco sul palco non era nessuno e non sarà più nessuno è questa caro frinas la vera tristezza italiota, sempre ipocriti per andare avanti, altrimenti ti fanno il culo come una casa, gli amici e i nemici.

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 4 settimane 1 giorno fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Bolle di sapone...

Posso?
Allora, senza entrare nel merito di CGIL_CISL_UIL e "famigliole" varie, credo che in una manifestazione come quella del primo maggio, la Chiesa e tutte le "famigliole" che non vedono di buon occhio la "famiglia" Primo maggio, abbiano solo colto la palla al balzo per polemizzare e buttare discredito. Che c'è da stupirsi? Come volevasi domostrare, il ragazzo l'ha sparata, grossa o meno l'ha sparata, ed è stato prontamente silurato, non si aspettava altro per denigrare. Infatti, ecco quì le grandi discussioni dove si mette sul tavolo della discordia cosa? L'operato di chi? L'operato di cosa? Epifani e tutta la compagnia cantante avrebbero fatto meglio a tapparsi la bocca, che ciò che si dice è verità, verità-realtà intendiamoci! Che la Chiesa non sia al passo coi tempi, oh, che vilipendio è? Ma non sapevano a cosa attaccarsi? Suvvia, questa polemica si dimenticherà presto, non lascierà alcuno strascico, e noi concordanti o meno faremo lo stesso...
Chi ha la tessera se la terrà, chi condanna resterà nelle sue posizioni... e la Chiesa continuerà a svolgere il suo ruolo... fuori dal mondo, ma dentro il mondo.. politico....
Saluti...

A volte non si ha abbastanza cuore

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Non c'è più religione

Sinceramente solo dopo l'intervento di Benny, ho capito che l'argomento è la polemica che hanno scatenato le parole di Rivera contro il papa.. (giustificata solo nel caso avesse detto bugie..)

Dico ciò perchè come è noto, quando un post supera le 15-20 righe è raro che la sottoscritta lo legga.
E la colpa di questa scarsa informazione riguardo alle varie discussioni è tutta da attribuire a lui, a TziuFrinasAliasTreccani.

Tzìu Fri, se non me la smetti ti faccio preparare una fattura da una maiarza che conosco che rimpiangerai i mali causati dalla prostata infiammata..
ooo, cioè, te lo dicono, ridicono e tu continui con questi posti kilometrici.
Conosco un tipo che a causa di una fattura quando andava a giocare a calcetto, non aveva bisogno di portarsi dietro il pallone.. ma ne aveva addiritura due sempre a portata di piede..
occhio!
uomo avvisato..

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
com'è buono e paziente Frinas....!!!

ancu m'idan zega ha scritto:
Sinceramente solo dopo l'intervento di Benny, ho capito che l'argomento è la polemica che hanno scatenato le parole di Rivera contro il papa.. (giustificata solo nel caso avesse detto bugie..)
Chimmi, evviva la sincerità.... non si può essere sempre al 100%...; alla fine l'hai capito lo stesso... però
Quote:
Dico ciò perchè come è noto, (nell'Universo Mondo...) quando un post supera le 15-20 righe è raro che la sottoscritta (sa Principessa Taitù...) lo legga. E la colpa di questa scarsa informazione riguardo alle varie discussioni è tutta da attribuire a lui, a TziuFrinasAliasTreccani.

Quote:
Tzìu Fri, se non me la smetti ti faccio preparare una fattura da una maiarza che conosco che rimpiangerai i mali causati dalla prostata infiammata..
ooo, cioè, te lo dicono, ridicono e tu continui con questi posti kilometrici.
te lo dicono e ridicono chi??? hai fatto un sondaggio alla Nexus? Ma... a lo sai che invece c'ho la mail intasata da decinaia e decinaia di Frinas_Fans che chiedono dosi sempre più massicce?!? Gelosa che tu non hai ancora il Chimmi fan-Clubbe?
narat Chimmi ha scritto:
Conosco un tipo che a causa di una fattura quando andava a giocare a calcetto, non aveva bisogno di portarsi dietro il pallone.. ma ne aveva addiritura due sempre a portata di piede..
occhio! uomo avvisato..

Don't worry; ho risolto da qualche tempo; levato l'ingombro.... e canto da Dio come "voce Bianca" nel piccolo Coro dell'Antoniano di Bologna!

Che cosa ci vuoi fare...; noi logorroici però siamo anche notoriamente pazienti e buoni; anzi anche "buonisti"; e allora - in stile Frinas_Treccani_Logorroico_and_che_balls eccoti, Fast-Chimmi_ejaculatio_Praecox, una "lieve" noiosissima e lunga "zirada" per risposta;
troppo lunga? leggitela a 15 mezze righe per volta.... ti rilassa l'ormone, vedrai...

La... “Scallonata”(libera reinterpretazione di Frinas)
(testo orginale della “Avvelenata” di F. Guccini)

Ma se io avessi previsto tutto questo,
(dati cause e pretesto) di Chimmi le obiezioni,

credete che su un Sito da quattro soldi,
su argomenti da stronzi, avrei scritto “Postoni”
va be', lo ammetto, mi son dilungato
e accetto i crucifige e così sia
voglio tempo, son della razza mia, sul Sito che si sia
per terzo registrato.

Tu Chimmi forse avresti anche ragione,
circa la dimensione che nei post è importante
anche se tu talvolta lo hai postato,
più di un post “stiracchiato” circa qualche cantante
capisco che ti venga il mal di testa
e l’ormone girato e il meteorismo

mandarmi a fare in culo, è un eufemismo
non ci vuole eroismo se nient’altro ti resta.

Voi ermetici, voi forumisti austeri
giudicanti severi, chiedo scusa a 'vossia'
Frinas non ha mai detto che a “postoni”
si fan rivoluzioni, o a tradurre poesia;
io posto quando voglio e come posso
quando ne ho voglia, senza applausi o fischi
non essere letto non è fra i miei rischi,
tu ascoltati i tuoi dischi
o lanciameli addosso.

Secondo te, ma a me cosa mi frega
di assumermi la bega di star quassù a postare
godo molto di più nell'indagarmi,
anni fà a masturbarmi, se capita a scopare
se son d'umore giusto allora scrivo
frugando dentro alle nostre miserie,
la reputo una delle cose più serie,
scriver sulle macerie
, e mantenermi vivo.

Io tutto, io niente, io stronzo ed io coglione,
io poeta, io buffone, logorro-forumista,
io ricco, io senza soldi, io radicale,
io diverso ed io uguale, negro, ebreo, comunista
io frocio, io perché scrivo so annoiare
io falso, io vero, io genio e io cretino,
io qui, spesso alle quattro del mattino,
l'angoscia e neanche vino
voglia di delirare.

Secondo me, ma chi te lo fa fare,
di starmi ad ascoltare quando hai il tuo giramento?
ovvio tu puoi pensare «lui è depresso»,
son da buttare al cesso fra i “Post” i suoi trecento
e io continuo a credere che è un gioco
non misuro i pensieri col tuo metro
ma se lo scriver si fa teso e tetro,
vi “posto” il mio didietro,
e me la cavo con poco.

Colleghi Conchidorti, eletta schiera
spero fra qualche sera di contarvi a milioni
se date retta a Chimmi, fate bene,

ad aver le tasche piene, e non solo i coglioni,
dei miei“post” cosa dirvi? andate e fate,
tanto ci sarà sempre, lo sapete,
Frinas noioso e lungo, su un poeta
un politico o un prete
a sparare cazzate.

Ma se io avessi previsto tutto questo
(dati causa e pretesto) forse farei lo stesso
mi piace comiziare e bere vino,
sto bene nel casino, non son del tutto fesso
Chimmi o non Chimmi certo non mi svesto
dei poemi che che son solito postare
ho tante cose ancor da raccontare per chi vuol ascoltare,
e in culo a tutto il resto(Chimmi esclusa, naturally...)
:wink:

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Chimmi, questa ora te la stampi e te l'appicchi in camera tua. Poi quando facciamo il reading per il decennale di conchidortos.org chiamiamo a Guccini, oppure un mio fedale che le sapeva tutte a memoria (ha anche l'erre moscia), gli facciamo bere vino e gliela facciamo cantare a squarciagola nel montegranitico, chimmi, benny, slak e dari sul palco in babydoll a fare il coro.

Ziu Frì in ziradas mi batti, ma la mia coreografia è troppo bella ammettilo!

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
a Cesare quel che è di Cesare

admdortos ha scritto:
nel montegranitico, chimmi, benny, slak e dari sul palco in babydoll a fare il coro.

Ziu Frì in ziradas mi batti, ma la mia coreografia è troppo bella ammettilo!

Su Mè... zittu zittu; ebbeneminde Viagra...; tottu tuccaru sun cussas!..solo all'idea delle fantasie che mi suggeriesce la tua coreografia ho un afflusso di sangue con annesso "imberrisconamento"...; mi so pesande reu...che unu puddedru rude...!!

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

nuragheruju
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 14/03/2007 - 18:29
Non c'è più religione

Ca...volo che casino che sta succedendo da queste parti.

Piatto ricco mi ci ficco!

Admy lascia perdere “le Famiglie” e apprezza la libertà intellettuale e morale di chi, pur schierato nel coro, ha l'onesta di far emergere la sua voce, anzi è da valorizzare l'intervento di -Frinas- poiché può servire da stimolo per altri che non osano dire ma pensano le stesse cose!
D'altronde il buon Rivera cosa ha fatto? È soltanto uscito dal coro per ribadire quello che tutti noi diciamo, anche in questo Forum!
E' giù attacchi ipocriti da parte più o meno di tutti,
Mi sembra di leggere una commedia Kafkiana che ha come epilogo l'assurdo!

Allora ribadiamo il nostro “BASTA” a questa chiesa che alimenta terrorismo, che alza i toni, che ingerisce pesantemente sugli affari di stato solo per salvaguardare il suo potere -economico-

Basta a quest'Osservatore Romano che somiglia sempre più ad una sorta di Al Jazeera d'occidente.

Se no nel prossimo rogo chi bruceranno? ma si www.conchidortos.org

Preparati Admy noi rientreremo tutti nel coro! peggio per te che non hai famiglia.... hai però in compenso tutta la nostra comprensione!

Ah!... Bella s'iscallanoda... trasferidechela a it's musica

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Nurà tu non ci conosci, ma con frinas sembriamo due scimmie antropomorfe, sai io sono ancora all'antica e penso sempre che discendiamo da loro.
Orbene come due scimmioni ci facciamo le pulci a vicenda, è una lotta all'ultima pulce, penso che ce le abbia attaccate quel brutto cane di chimmi.

Torniamo alla famiglia sindacale italiana, ad entrambi ha dato fastidio che il sindacato abbia sommariamente scaricato il suo dipendente, seppure per un giorno; eppure lo sanno anche i sindacalisti che prima di "scaricare" un "lavoratore" bisogna verificare attentamente quel che ha combinato.
La divergenza con Frinas sta nel fatto che secondo me Rivera ha fatto bene a dire quelle cose in piazza, mentre forse per lui ci sarebbe voluta un pò più di prudenza, considera anche che frinas è più vecchio e posato di me :wink:
Se proprio si doveva scaricare Rivera, il sindacato doveva essere l'ultimo a farlo e invece è stato il primo a scagliare le pietre, dimostrandosi un pessimo padrone.

nuragheruju
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 14/03/2007 - 18:29
Non c'è più religione

Già lo visto già che vi fatte le pulci e poi sas curpas a chie? A cudda pobera Chimmi, chi poi de sas vinti righas si ch'infadada e non resurtada pius a bos ponnere fattu.

Ponidebos de accordu! o iscriides pius in minore o irlonghiades sas rigas.

Torrande a cabu...

La fretta l'avventatezza del rispondere e di dover giustificare l'ingiustificabile da parte di Epifani e soci l'ha fatta da padrona!
Il concetto che ha espresso Frinas , non per dargli una mano......grazias a deus... (provo a condensarlo in due righe a beneficio di Chimmi ora mia debitrice eh!.. eh!..)
-Condanno Epifani e non mi straccio le vesti per lui- Anzi!

Gli uomini vanno e vengono ma l'ideologia rimane forte e salda.

Per quanto mi riguarda anche io la penso esattamente così “contesto e detesto la posizione di Epifani in questo frangente” e aggiungo che la Cgil è stata anche di grandi segretari : Giuseppe Di Vittorio, Luciano Lama, Bruno Trentin, Sergio Cofferati. Alcuni di questi non ci sono più, la CGIL c'è e io mi onoro del possederne la tessera.

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

Cari Cochidortos del mio cuore... tra un verbale scolastico e l'altro mi unisco a voi perchè senza di voi non so stare... allora.........

Esiste una serie di norme che definiscono lo Stato, garantiscono gli ordinamenti e stabiliscono diritti e doveri dei cittadini. Queto insieme di norme si chiama Costituzione. Un articolo di questa Costituzione, nella fattispecie l’art.21, dice esattamente così:
“tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”. Sul concetto di libertà di parola dovrebbero fondarsi le mderne democrazie liberali e non a caso l’art. 21 si trova proprio nella sez. specifica “Diritti e doveri dei cittadini”. Sulla base di quanto appena esposto mi pare che il tracannatore di indebite birre Andrea Rivera abbia rispettato pienamente l’art. della Costituzione. Ecco la frase incriminata:
«Il Papa ha detto che non crede nell'evoluzionismo. Sono d'accordo, infatti la Chiesa non si è¨ mai evoluta» «Non sopporto che il Vaticano abbia rifiutato i funerali di Welby. Invece non è stato così per Pinochet, a Franco e per uno della banda della Magliana». «è giusto così, assieme a Gesù Cristo non c'erano due malati di Sla, ma c'erano due ladroni».
Mi pare di capire che l’ingenuo neo-pesentatore abbia voluto solamente ribadire e ricordare un fatto che è stato sotto gli occhi di tutti, che ci ha fatto indignare, commuovere e che ci ha visto divisi per opinioni e coscienza
Non mi pare che Rivera sia per questo un terrorista e men che meno credo che abbia offeso qualcuno attaccandolo vilmente….credo che il terrorismo abbia ben altra matrice….

Mi sorprende come riesca a far notizia l’esternazione del nostro Andrea !!! Passano invece in secondo ordine, emarginazione, sofferenza, fame, povertà. Se un poveraccio senza tetto muore di freddo chi mai lo saprà…..già, gli uomini di Dio dormono in lenzuola profumate senza fare un caspita dalla mattina alla sera e che problema c’è se qualcuno se ne va…. Fa scalpore la verità ma tutti questi orrori no, se avviene, avviene tutto in nome di Dio, quindi lecito.

Atteggiamento e posizioni della Chiesa sono soprattutto in questi ultimi tempi, inaccettabili. E da qui lo sfogo al concerto del I maggio del giovane alla folla, che ha dimostrato di aver capito. Mi sorprende che non l’abbiano capito i rappresentanti illustri dei sindacati, la “triade del Serapeo” Angeletti, Bonanni ed Epifani che hanno manifestato pieno dissenso nei confronti di Rivera. Cosa pensare di loro? Non hanno capito perché parlano straniero, oppure sono cerebrolesi, oppure….è molto più conveniente baciare l’anello ai rappresentanti di questa mostruosa macchina che è la Chiesa fatta di uomini che definirei non servi di Dio ma politicanti di Dio

Vedi Rivè…. Non ti è andata poi così tanto male….In altri tempi, tempi in cui il terrorismo veniva fatto dalla Chiesa nei confronti di poveri diavoli sucubi del potere oscuro ecclesiastico, tu non avresti fatto in tempo neanche a tornare a casa. La tua pira sarebbe stata pronta in men che non si dica in piazza S. Giovanni stesso. In fondo sei un giovinotto fortunatello e simpaticone… Un consiglio…. Vabbè che abbiamo visto tanti voltagabbana dissociatori ma ciò non significa che ad essi ci siamo abituati. Quindi ti prego, non cercare anche tu di aggiustare il tiro con affermazioni del tipo “Non volevo offendere (ma perché chi hai offeso??????) volevo solo invitare alla riflessione….” Non giustificarti e non chiedere scusa che vai benissimo così, non infognarti con frasi “Io sono cattolico ma di un certo tipo…..” anche perché, di questi ultimi tempi stiamo vedendo solo cose del “III Tipo”!!!!!!

Tene rejone Nuragheruju preziosu….. si po disgrassia su Pastore Tedescu lezze Conchidortos semus futidos. Nde enin currinde dae Roma, a papalina poderada, po no bi che la olare su entu, intrana comente furiasa a bortulare sa idda e a chie che piscana po primos? Adm e frinas….e mentre bois arrustides deo nuragheruju e corrilentu no che fuimos cara a Bargadde…. Eh, oh! Calicunu depede sighire a iscriere no?
Bos cherzo bene...
Dari

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Paolo Flores d'Arcais ha scritto:
La fatwa del Papa
e il silenzio democratico

E assordante suona il silenzio fin qui osservato dal Presidente della Repubblica, dai Presidenti di Camera e Senato, dal Capo del Governo, a cui è affidata la garanzia dei diritti civili di ciascuno di noi, e in primo luogo quello alla libertà di opinione, di espressione, di critica.
Purtroppo si misura oggi cosa significhi non aver posto già da tempo e per tempo un intransigente "altolà" culturale e politico ai primi segnali, poi reiterati e sempre più frequenti, di prevaricazione clericale e oscurantista contro i più elementari diritti civili, contro quella "koyné" laica e illuminista che è la premessa di ogni democratica convivenza civile.
E siamo arrivati al punto che le sciagurate scritte a cinque punte contro monsignor Bagnasco (ma minacce analoghe, lettere con proiettile comprese, punteggiano purtroppo tutti i nostri anni, rivolte a sindacalisti, a magistrati di Mani pulite, a giornalisti), cioè reati da questura, fortunatamente limitati ad una città, anziché essere perseguite efficacemente per quello che sono, diventano l'occasione per una vera e propria caccia alle streghe mediatica contro quel poco di resistenza laica che ancora sopravvive in Italia.
Quasi vent'anni fa, e poi un numero ennesimo di volte, ho provato a richiamare l'attenzione sull'equivalenza logica e politica tra la parola d'ordine del fondamentalismo islamico "il Corano è la nostra costituzione" e le pretese dell'allora Pontefice, Giovanni Paolo II, e del suo cardinale prefetto del sant'uffizio, Joseph Ratzinger, secondo cui perde la sua legittimità un parlamento (democraticamente eletto) che legiferi in contrasto con ciò che Santa Romana Chiesa considera "diritto naturale".
E tuttavia, l'integralismo cattolico di allora poteva apparire (ed era) una versione soft, rispetto al fondamentalismo islamico, della logica che nega l'autonomia della sovranità dei cittadini. Oggi, tra i due, resta una sola (benché ancora cruciale) differenza: il fondamentalismo cattolico non è arrivato alla violenza (quello cristiano Usa sì, con gli omicidi di medici abortisti).
Siamo certi che non ci arriverà mai. Ma non si può certo dire che i toni della crociata contro la democrazia laica siano rimasti soft. Da quando Joseph Ratzinger è diventato Papa l'escalation oscurantista ha subito una accelerata esponenziale, ed è divenuta onnipervasiva (nella politica, nella cultura, nella scienza, ora anche nella satira). Fino a quale (dis)misura di cesaro-papismo, politici e uomini di cultura che si dichiarano laici e democratici sono disposti a tacere ancora, a subire, a divagare, a distinguere?

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 2 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Re: com'è buono e paziente Frinas....!!!

frinas ha scritto:

bla bla bla bla bla blaaa

Come volevasi dimostrare anche stavolta non ti sei smentito, la maledizione incomberà in men che non si dica.

E poi, chi potevi citare se non Guccini? è conosciuto per leggiadria no? è leggiadro come un macigno sui maroni.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Paolo Flores d'Arcais ha scritto:
[ siamo arrivati al punto che le sciagurate scritte a cinque punte contro monsignor Bagnasco (ma minacce analoghe, lettere con proiettile comprese, punteggiano purtroppo tutti i nostri anni, rivolte a sindacalisti, a magistrati di Mani pulite, a giornalisti), cioè reati da questura

Intanto da qualche giorno il card. Bagnasco viaggia su una fiammante Lancia Thesis blindata con autista messa a disposizione dal governo italiano; naturalmente con adeguata scorta armata.

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

Da "La giraffa azzurra"....

Quote:
Al Savonarola di Arzana il “Grullo” di maggio

Entra in lizza e batte la pur agguerrita concorrenza, don Vincenzo Pirarba, parroco di Arzana, in provincia di Nuoro.Qualche mese fa, non potendolo fare direttamente con l’autore, ha pubblicamente dato alle fiamme una copia del Codice da Vinci, non comprato da lui con una quota dell’otto per mille, “ma consegnatogli da un fedele pentito”.

Dopo alcune farneticazioni su Nietzsche, morto lui invece di Dio, dopo avere soggiornato in manicomio e affermato che Dan Brown ha venduto, come Giuda, Gesù, non per trenta denari ma per trenta miliardi di dollari, don Vincenzo ci ha annunciato che, senza pentimento, lo scrittore americano brucerà in eterno e giustamente tra le fiamme infernali come lui bruciava il libro maledetto. Poi ha invitato chi avesse incautaente acquistato il bestseller a fare altrettanto e a comperare al suo posto copie dei vangeli “quelli canonici e non quelli apocrifi per nulla attendibili”.

Per parte sua dice di non aver letto il libro, e non ci indurre in tentazione…, ma che gli “basta quello che ha sentito in giro, anche perché, per sapere cos’è un omicidio, non bisogna certo arrivare a uccidere un uomo”.

Don Pirarba è all’unanimità, e con menzione per il riconoscimento dell’anno, acclamato Grullo del Mese.


Dari :shock: :shock:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Veramente ne avevamo parlato anche noi ai tempi del fattaccio,
leggi quì

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Non c'è più religione

si, lo so, ma io volevo evidenziare il premio attribuito al nostro caro don Vincent....Adm, potevo pensare che ti fosse sfuggito? naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!! :D
Dari

ps. Non solo, è stato protagonista, per via del suo "io NON porgo l'altra guancia" del nostro Blob televisivo......oddeu!!!!!! :shock:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Non sapevo che l'ora di religione comportasse vantaggi oltre che agli insegnanti anche agli studenti!

www.repubblica.it ha scritto:
Si inasprisce la polemica sui crediti per l'ammissione agli esami: il ministro "contesta" il giudizio
del tribunale del Lazio (sfavorevole agli insegnanti della materia). E si torna nel caos
Religione, Fioroni avverte il Tar
"Ricorso al Consiglio di Stato"

Il ministro Fioroni
Sulla "guerra di Religione" Fioroni non molla. Con una nota il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, rilancia e contro il provvedimento del Tar Lazio sta valutando la possibilità di presentare ricorso al Consiglio di Stato. Proprio l'altro ieri i giudici amministrativi, suo caso dell'ammissione agli esami di maturità, si sono pronunciati a sfavore dei prof di Religione: l'ora impartita da questi ultimi non dà crediti utili per l'ammissione e la valutazione finale dell'esame di maturità. Il provvedimento è stato salutato con soddisfazione in primo luogo dalla Flc Cgil che ha sponsorizzato il ricorso.

Ma Fioroni non ci sta; "Il Ministero della Pubblica Istruzione ha preso contatto con l'Avvocatura dello stato affinché venga valutata la possibilità di proporre appello al Consiglio di Stato nel più breve tempo possibile, vista l'imminenza degli esami". E "anche in relazione a quelli che saranno gli sviluppi della vicenda il ministero valuterà se e quali indicazioni fornire agli istituti scolastici". Una risposta chiara e decisa arriva dal segretario della Flc Cgil, Enrico Panini, che proprio ieri aveva invitato Fioroni ad "avvisare urgentemente del cambiamento di indicazione le scuole che tra pochi giorni saranno impegnate negli scrutini"

La posta per gli insegnanti di Religione è alta. Il loro giudizio nello scrutinio finale pesa quanto quello degli altri colleghi, oppure no? Il Tar Lazio, che ha momentaneamente sospeso parte dell'articolo 8 dell'ordinanza sugli esami di Stato, pare abbia preso una posizione ben precisa con motivazioni giudicate da Panini "significative". "La norma - recita il provvedimento in questione - configura l'insegnamento della Religione come una materia extracurriculare, come è dimostrato dal fatto che il relativo giudizio, per coloro che se ne avvalgono, non fa parte della pagella ma deve essere comunicato con una separata speciale nota; sul piano didattico, l'insegnamento della religione non può, a nessun titolo, concorrere alla formazione del "credito scolastico" per gli esami di maturità (in quanto) darebbe luogo ad una disparità di trattamento con gli studenti che non seguono nè l'insegnamento religioso e nè usufruiscono di attività sostitutive"

In questi giorni, insegnanti e studenti sono impegnati nelle ultime interrogazioni e negli ultimi compiti in classe. E fra due settimane cominceranno gli scrutini di fine anno. Come dovranno comportarsi i dirigenti scolastici e gli insegnanti? Il giudizio dell'insegnante di Religione contribuisce o no all'attribuzione del credito per l'ultimo anno di corso?

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
MA LIBERACI DAL VATICANO

Molto ricca la cronaca religiosa di questi giorni, ma non voglio annoiarvi col motu proprio ovvero la messa in latino e nemmeno sulla banale riaffermazione del papa del primato universale della chiesa romana su tutte le altre chiese cristiane.
Scelgo invece questa interessantissima riflessione di un prete cristiano evidentemente stanco e amareggiato per la deriva monarchica e oscurantista del Vaticano, molto interessante anche la disquisizione sul peccato e il titolo "MA LIBERACI DAL VATICANO".
Alla fine della lettura nasce (in me) spontanea la domanda: perché questo signore è ancora prete?

Don Amedeo Gaetani su www.italialaica.it ha scritto:

Gent. ma Redazione Italialaica,

a sostegno di ciò che ha scritto il Sig. Renato Pierri , le mando una riflessione che vuole essere di sostegno anche a quei tanti cristiani che, ormai, ahimè per la gerarchia, cominciano finalmente a ragionare con il proprio cervello, dopo secoli di oscurantismo, da parte delle alte sfere vaticane, nel presentare favole spacciate per verità di fede. Favole con le quali gli "eminentissimi" credono di tenere legate le coscienze delle persone a colpi di ricatti, in cui si chiamano a rapporto il diavolo e l'inferno, come mezzi per suscitare ancora paure e distorsioni mentali nelle menti dei cristiani. Ma ciò che più mi sconcerta è questo servirsi di presunte apparizioni mariane, dove la madonna di turno parla e sparla di cose che non hanno alcun fondamento evangelico. Intanto gli esorcisti li denuncerei tutti per sfruttamento della credulità popolare. E questo vuole essere anche un appello ai cristiani ad aprire finalmente gli occhi ai Vangeli scritti in greco, che nessuno ci ha fatto mai conoscere e tra poco dirò perché. E poi un appello a tutte le comunità cristiane di base ( la vera Chiesa di Cristo finalmente ), perché si raccolgano firme per chiudere una volta per tutte Radio Maria, dove si parla solo di demonio, inferno, esorcisti e immondizie varie.

A quarant'anni dalla chiusura del Concilio Ecumenico vaticano II, abbiamo assistito e, ancor più, stiamo assistendo, oggi, ad una netta involuzione della Teologia positiva Conciliare, fondata sull'Incarnazione e sulla conseguente visione positiva dell'Uomo e ad una monarchizzazione sempre più accentuata del potere papale, assolutamente negativa per la vita della chiesa di Cristo e, ancor più, lesiva nei confronti delle coscienze di tanti uomini e donne. Questa situazione sta facendo ri-precipitare la chiesa in una visione negativa, di stampo medievale, nei confronti dell'uomo e di tutto ciò che è moderno. Ci viene continuamente ripresentata, dal papa, una sfiducia totale nei confronti della modernità, tacciata di eresia teologica e di relativismo morale; ma il fatto ancor più sconcertante è la riproposizione, continua e martellante, di una morale rigida in tutti i campi e di una visione negativa della fede, ridotta ad una continua lotta contro un presunto demonio che renderebbe impossibile all'uomo il vivere tranquillo e che infonde nelle coscienze di tanti uomini e donne la paura, ormai atavica, del peccato, il terrore di questa presenza diabolica e la sfiducia nei confronti di Dio, cose tutte che rendono l'uomo di fede emotivamente instabile e continuamente tormentato dal peccato.

Dalla sua elezione a papa, Ratzinger aveva già dato un assaggio di arretratezza teologica e di rinnegamento del Concilio, attraverso piccoli gesti quasi impercettibili, che non sfuggono, però, all'occhio attento del cristiano ormai positivamente critico nei confronti della gerarchia vaticana. Il Concilio, attraverso la Costituzione Pastorale "Gaudium et Spes", aveva espresso una visione positiva riguardo all'uomo, rivalutando in pieno il suo operato nel mondo, fondato sull'Amore, ma ancor più aveva ridato Voce al Vangelo di Cristo, per troppi secoli oscurato da una teologia negativa fondata sul pessimismo nei confronti dell'uomo, ritenuto peccatore e continuamente tentato da un presunto demonio, inventato di sana pianta, per l'ignoranza dei testi originali in greco che non parlano mai del demonio o del diavolo e, ancor meno, dell'inferno. Ciò che sconcerta il cristiano, ormai non più ignorante in materia di fede e ciò che, ancor più, disorienta il fedele, è questa predicazione centrata sul peccato e che eclissa totalmente il Vangelo.

Vorrei prendere in considerazione una delle tante farneticazioni a cui il papa ci ha abituati, ma che ritengo la più pericolosa per la stabilità delle coscienze di coloro che sono legati alla chiesa: E' quella concernente il peccato e l'inferno ad esso associato, tema tanto caro a questo papa, al punto tale da farci credere che lui ne sia immune, visto che ne parla in modo talmente disinvolto riguardo a se stesso e in modo drammatico riguardo a quelli che non hanno il suo stesso pensiero. Circa tre mesi fa fu riportato da Repubblica una dichiarazione del papa che diceva:« Chi pecca e non si pente è dannato in eterno». Intanto il papa dovrebbe sapere che, ormai, la teologia biblica, quella positiva, fondata sull'Incarnazione e non quella medievale a cui sua santità è legato a filo doppio, ritiene che il diavolo e l'inferno siano dei falsi storico-letterari, legati a cattive traduzioni da parte dei LXX, quando tradussero in greco "daimon" quegli esseri immaginari che popolavano la Bibbia ai tempi della diaspora ebraica dopo l'ultimo esilio in Babilonia e, ancor più alla cattiva traduzione di Girolamo. Infatti, il papa dovrebbe sapere ancora, quale fine teologo, così almeno viene ritenuto dai più, che "Lucifero" è il nome che Girolamo, nella traduzione dal greco in latino, affibbia alla "stella del mattino", nomignolo con cui il profeta Isaia rimprovera e prende in giro Nabucodonosor, per la caduta del suo regno: Isaia capitolo 14,12. I LXX tradussero il termine ebraico "hèlel" con il termine greco "eosphoros", che Girolamo tradusse in latino "Lucifero". Girolamo , così, traduce con un nome proprio ciò che i LXX avevano inteso tradurre con "eosphoros", cioè la luminosità di una stella, riferita a Nabucodonosor. E che dire della traduzione in latino, del termine "ade", con "inferno" invece di "inferi"( regno dei morti )? Da qui l'inferno diventa il luogo di permanenza di questo Lucifero immaginario, che tanti guai ha creato nelle menti dei cristiani, dal IV secolo in poi.

Giovanni Paolo II disse che chi non crede nel diavolo non crede nel Vangelo? Se fosse vivo gli direi che il suo vangelo è stato scritto da Costantino e non dagli evangelisti. Mi raccomando fatelo santo subito?.. Dobbiamo ancora esortare l'attuale papa a ragionare un po', attraverso la logica, per capire che è un affronto alla ragione cercare di conciliare l'esistenza di un inferno eterno con la visione evangelica di un Dio infinitamente misericordioso e amorevole nei confronti dell'Uomo? Come può, un peccato commesso da una creatura causare una pena eterna? Non c'è troppa sproporzione tra la colpa e la pena conseguente? Può un peccato, anche se grave, causare un danno eterno? E se chi pecca ha la possibilità di ravvedersi e dunque è ancora libero di decidere per il bene, perché, stando in un ipotetico inferno, non ha più la libertà di ravvedersi? Forse gli viene tolta la libertà? E Dio toglie la libertà ad un suo figlio dopo avergliela data? Dobbiamo continuare con le domande che sua santità certamente non si pone o non vuole porsi? E dobbiamo forse pensare che egli se le ponga e, siccome non sa cosa rispondere, si difende attaccando? Attaccando i cristiani? Proibendo tutto?

Come può, egli, arrogarsi il diritto di dire a noi che, se pecchiamo e non c'è pentimento, si va all'inferno? Chi è lui per dire questo? E' una nuova inquisizione? Molto più potente perché più sottile? Quella di tenere a bada le coscienze con lo spettro di un ipotetico inferno per chi non ragiona come lui? Basta santità! Siamo cristiani, ma non più ingenui, forse tu credi che siamo ancora talmente masochisti da farci manipolare la coscienza? Con molta carità e rispetto ti diciamo che siamo stufi delle tue invettive, delle tue proibizioni, del tuo oscurantismo, del tuo pontificare dalle cattedre dorate, senza mai scendere a livello umano come invece ha fatto il nostro e il tuo Signore, che si è sporcato le mani nel fango dell'umanità invece di pontificare seduto ad una cattedra. Gesù Cristo sta nelle strade del mondo, di quel mondo da te tanto odiato, Gesù Cristo ti ha detto di riconoscerlo nel povero, nell'ammalato, nel carcerato, nell'ultimo, nell'emarginato e noi veniamo a scoprire che sei tu colui che emargina? Che sei tu colui che fa ammalare le coscienze degli uomini e delle donne di buona volontà con la paura del peccato e di un inferno inesistente ? Che sei tu colui che genera la diversità tra gli esseri umani che dividi in buoni e cattivi? Che sei tu colui che, predicando la presenza di satana e dell'inferno, metti sfiducia nel cuore degli uomini fino al punto da farli odiare vicendevolmente? Che sei tu colui che emargina le persone solo perché non la pensano come te? E tu osi farti chiamare Vicario di Cristo? Di quel Cristo che ha amato più i peccatori che i giusti? O ti senti di essere l'unico giusto in questo mondo? Tu dici alle persone che se peccano andranno all'inferno? Lo dici a quegli stessi peccatori che Cristo ha amato e ama? Basta santità !

Fraternamente don Amedeo Gaetani.

maria luisa
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 28/05/2007 - 23:12
Con calma...

Ciao genteee... :wink:
Salutissimi dae...Continente, dalla dotta Bologna dove sto facendo un'interessantissimo corso di studi riguardante materie teologiche, spirituali, scientifiche ecc...Vi penso spesso perchè per me è un occasione di approfondimento su tante cose, che dopo potrò mettere a frutto con tutti coloro che incontro, quindi anche con voi...NON PER CONVINCERE NESSUNO , MA PER DISCUTERE E CONFRONTARCI, perchè questo credo sia il bello di questo spazio virtuale...
Adm...sei troppo intelligente per prendere per oro colato la lettera del prete. Si sente che è profondamente incavolato, perchè crede nel suo ministero e ama la Chiesa, ecco forse perchè è ancora prete.
Nonostante i suoi toni sono d'accordo con lui su alcune cose, una visione apocalittica della storia, del male e del peccato, come quella che contribuisce a diffondere una certa fetta di cristiani, e anche di chiesa che non c'entra niente con Dio e tanto meno con le scritture o il vangelo.
Da quì però a dire che il male non esiste, che il demonio e l'inferno sono un invenzione ( è vero che l'inferno non è un luogo come lo si descrive, ma è uno stato, uno stato di dannazione eterna a cui l'uomo, secondo la nostra fede si condanna da solo, non è Dio che lo condanna;il catechismo della chiesa cattolica è chiaro da qs punto di vista.) mi pare che ce ne passi...e anche l'affermazione riguardo alla presunta non veridicità de vangeli attuali... In questi passaggi il pretino mi sembra un pò eccessivo,
anche quando taccia il papa di essere retrogrado rispetto al concilio vaticano secondo...Con calma...le cose non stanno proprio così come dice lui. Anche lui rischia di essere un pochino apocalittico se vede in maniera così negativa il futuro della Chiesa... Nel caso dovesse passare per di quà...
Carissimo don Amedeo...rileggiti un pò i documenti del concilio.
Ma chi è che conduce la storia Dio o la Chiesa?
Che il Buon Dio ti sorrida sempre....Con Gioia!!!
M.Luisa

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

La storia cara mia la conducono gli uomini e le chiese intese come religioni, dio non c'entra nulla, non ho mai visto dio fare leggi e guerre, a parte Berlusconi e Bush, ma questi si sa sono casi da manicomio criminale.
Io non prendo nulla per oro colato, figuriamoci quello che racconta il sedicente don Amedeo, ma indubbiamente quello che scrive è un pò insolito per un uomo di chiesa, non che sia solo, in italia abbiamo anche Alex Zanotelli e Luigi Ciotti che scrivono cose molto interessanti.
Ormai lo sanno anche gli ornitorinchi che la storia dei vangeli scritti di proprio pugno dagli evangelisti è una balla; così come il cielo diviso in paradiso, purgatorio e inferno e roba che solo il papa ormai vuol far credere, non mi pare che Gesù che era originario proprio di quelle parti ne parlasse mai nelle sue prediche, al massimo parlava di un fantastico regno dei cieli.
Comunque dobbiamo essere orgogliosi del nostro Made in Italy, fantasia e originalità, se la religione Chiesa Cattolica Apostolica Romana è l'unica e originale religione cristiana in contatto con Dio, non oso pensare cosa siano per il vostro papa le altre religioni, meglio che non lo dica perché ogni volta che apre bocca fà disastri; probabilmente è per questo che ha riscoperto il latino, così non lo capisce più nessuno quando ci racconta le sue fesserie.

Il Manifesto ha scritto:
Le religioni cristiane
Sconcertate, irritate, deluse

Gli ortodossi: nulla di nuovo
Il documento della Congregazione vaticana per la dottrina della fede sull'unicità della chiesa non ha sorpreso il patriarcato di Mosca, secondo il quale «la chiesa cattolica è ferma sulle sue posizioni dall'undicesimo secolo, quando si produsse lo scisma d'oriente». Non rappresenta nulla di nuovo e non aiuta il dialogo in un momento in cui faticosamente si cerca di ricucire una linea comune di ordine teologico.
I protestanti: sconcertati
Sconcertati, delusi e irritati: il presidente della federazione delle chiese evangeliche in Italia, il pastore Domenico Maselli, ha affermato che il documento «costituisce un vistoso passo indietro nei rapporti tra la chiesa cattolica romana e le altre comunità cristiane». Per il pastore Thomas Wipf, presidente delle chiese protestanti europee «un documento del genere manda segnali sbagliati. Le sfide di questo mondo chiedono a gran voce che le chiese lavorino insieme». La Federazione protestante francese ha reagito in un comunicato affermando che «il pronunciamento interno» della chiesa cattolica avrà anche serie «ripercussioni esterne».
I valdesi: idee monopolistiche
Il teologo valdese Paolo Ricca stigmatizza «un'idea monopolistica del cristianesimo che disturba ed è difficile da digerire», «il Vaticano ci tratta come credenti di serie C dopo gli ortodossi di serie B».
I copti: offesi
Dura reazione dei copti d'Egitto, il cui vescovo Abdel Massih Bassit, in una dichiarazione a un giornale del Cairo, ha accusato il Vvaticano di «offendere regolarmente milioni di persone nel mondo»


--
p.s. Salutaci Bologna e non mangiare troppo che li fanno cose buone, ricorda che mangiare troppo è peccato.

maria luisa
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 28/05/2007 - 23:12
Storiella...

la domanda su chi conduce la storia era per il don mica per te...Ci avrei scommesso che mi avresti risposto così... :wink:

Ragazzi vi propongo una storiellina....di un certo sign."Nice"

...Avete sentito di quell'uomo folle che accese una lanterna alla chiara luce del mattino, cores al mercato e si mise incessantemente a gridare..
"Cerco Dio" .E poichè proprio la si trovavano raccolti molti di quelli che non credevano in Dio suscitò grandi risa." E'forse perduto?", disse uno. "Si è perduto come un bambino?", fece un'altro. "Oppure sta ben nascosto?Ha paura di noi? Si è imbarcato? E'emigrato? -gridavano e ridevano in una gran confusione. Il folle uomo balzò in mezzo a loro e li trapassò con il suo sguardo: "Dove se n'è andato Dio?- gridò- ve lo voglio dire! Siamo stati noi ad ucciderlo, voi ed io ! Siamo noi tutti i suoi assassini! Ma come abbiamo fatto questo? ....Non stiamo forse vagando attraverso un'infinito nulla? Non alita su di noi lo spazio vuoto? Non si è fatto più freddo?Non seguita a venir notte, sempre più notte? Non dobbiamo accendere lanterne la mattina?

Terribilmente vera per certi versi...Deo so sa macca chi zirada a lughe azzesa a manzanu puru :lol: :lol: :lol: :lol: Non pho non pagare Frì... :wink: Ci si prova ad accendere altre luci per vedere le stesse cose sotto un 'altra luce...Soprattutto per vedere che nonostante tutto Dio non è morto, perchè solo lui è capace di vincere anche la morte...

Ciaooooooooooooo :wink: :lol: :lol: :lol:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Non c'è più religione

Luì la tua era una specie di domanda retorica a cui sapevi che il sedicente prete non poteva rispondere, mentre il sottoscritto avrebbe sicuramente abboccato.
Comunque l'argomento era stato superato dalle reazioni dei responsabili della altre confessioni cristiane alle parole del papa, orbene, cosa vi raccontano in proposito al corso a parte queste gustosissime parabole?
Pare quindi che il papa-elettricista abbia le lanterne giuste per esplorare il cosmo mentre gli altri brancolano nel buio.
NoNo, tue no ses macca luì, magari un pò ingenuotta si, se davvero credi alla vita eterna. Un giorno parliamo anche del giudizio universale, ma ora non mettiamo troppa carne al fuoco.

maria luisa
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 28/05/2007 - 23:12
Non c'è più religione

arrazze segamentu cun custu Papa... :wink:
Ma santa pace ti facevo un pò più poetico ragazzooo...E menomale che ho messo anche la storiella di un filosofo ateo ( ce l'hanno proposta al corso.. :wink: )...Confrontiamoci fra credenti e non, fra pari, mica fra capi... Voi atei poi non avete mica un capo :wink: ...Quando cerci il papa poni la questione su un piano sbilanciato.
Riguardo alla messa in latino e al dialogo ecumenico affronteremo il discorso la prossima settimana, come ti ho scritto in pvt. Le notizie comunque a noi non ce le comunicano...le troviamo da sole...alla tv, su giornali o su internet, come vedi... :wink:
Comunque in questi discorsi sempre noi due ci imbarchiamo? Tutti passano, leggono ma non si esprimono...Oh piccioccosoooo :wink:
O tziu Frinas...itte sese in ferias... :wink:
Ciao ciao... :wink:

Pagine

Accedi o registrati per inserire commenti.