Istruzioni per l'uso: leggere, etc.

1 contenuto / 0 new
frinas
Offline
Last seen: 4 anni 11 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Istruzioni per l'uso: leggere, etc.

ogni tanto "posterei" volentieri una poesia; senza una cadenza nè un filone preciso; così, per condividere con i miei conchidortos (e frequentanti), le sensazioni, i colori, gli umori e le atmosfere che quei versi suscitano nel sottoscritto.
beccatevi questa, in apertura, di Giovanni Fiori di Ittiri (deus nollu costoad ancora pro chent'annos!).
E' una poesia in rima sciolta, ma grazie all'uso sapiente di parole semplici e particolarmente musicali, assume un'armonia particolare; il contenuto poi - per quanto è visionario e "progressista" mi piace ancora di più.
tasto Play:

CAMINERAS..

Mai m’istracco intro su pensamentu
de t’ider terra mia allutta in sole!
e cun ‘sos fizos tuos de ‘onzi tempus
unidos cando torrat su ‘eranu.
Camineras de lughe ‘ido luntanu
cando si pesat pàsidu su ‘entu
e a bratzos abbertos s’abbreschìda
dad’a su mundu una diàda noa.
Camineras de lughe ‘ido luntanu
e tott’in tundu brinchende sa vida
s’intendet in su tèbiu manzanu
infustu appenas de friscu lentore.
Chentu rios de prata a passu lentu
s’isterren intro sos baddijos cardos
pispiènde sas laras de sa terra
sidìda da-e tempus e assutta.
E deo terra mia, amada terra,
mai m’istracco intro su pensamentu
de t’ider totta intrea allutta in sole
…cando si pesat, pàsidu, su ‘entu
.

Giovanni Fiori. - Ittiri