Francesco Masala e Ryszard Kapuscinky; andados paris...

3 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
frinas
Offline
Last seen: 4 anni 10 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Francesco Masala e Ryszard Kapuscinky; andados paris...

a conclusione di questa giornata (abbastanza di merda di suo... ma issa non nde tenet neghe), ho appreso della dipartita comune di due dei miei scrittori preferiti (ma di più, scrittori est pagu pagu... amici è meglio, per le emozioni e sensazioni che mi hanno regalato): Francesco "tiu Cicitu" Masala e Ryszard Kapuscinky, forse l'ultimo vero giornalista del quale si potesse ancora definire "rèportage" un racconto giornalistico o un viaggio inchiesta.
Ogni volta che vedevo Tiu Cicitu era un inno alla vita...; sempre "reberde", guascone fino ai 90 anni, uomo-contro, intelligente, arguto, "barroso" al punto giusto e fiero, fiero e ancora fiero della sua umanità, di questa nostra identità ed orgoglio (a volte attaccati a sputo come dice M. Fois...); scrittore moderno e anticonvenzionale da sempre; il suo "Quelli dalle labbra bianche" - l'ho ripreso in mano poco fa e mi son sospreso a sfogliarlo con un groppo alla gola - (leggetelo, vi fate un regalo inaspettato), ha anticipato 40 anni fa, nella forma e nel linguaggio, una letteratura che da meno di un decennio a questa parte sta "sbancando" tra premi letterari e Hit di vendita...;
questo lembo di terra circondata dal mare, sul quale ci sbattiamo tutti i giorni, altro non continua ad essere che quel mitico villaggio di "Arasolè", quel mondo in sedicesimi che Francesco Masala aveva fermato così mirabilmente nelle non molte paginette di quel fantastico libro.
I personaggi, dal calzolaio Mamuttone a Giuanna sa Ruja (bagassa del villaggio e sua moglie tardiva), al sacrestano Culobianco, a Sciarlò, i fratelli Cocòi, Tric-trac ed Efisio Pestamuso, sono ancora tutti tra noi; sono con noi, forse "sono" noi...; a menzus bier Tiu Cicìtu... in su chelu 'e sos aranzolos mancari (che issu puru non fit cumbintu 'e ateros chelos!).
No mi nd'at adduradu per Ryszard Kapuscinky azzis a narrere...;
beh, procuratevi (anche in biblioteca se non lo trovate in libreria nella ed. Feltrinelli che è ben fatta e non costa più di una ricarica telefonica da 10 euri) "l'ultima guerra del football"; anzi facciamo che ve lo presto io a turno se volete...; e poi, poi mi direte se da oggi questo cazzo di mondo non sarà un pezzo, ma un pezzo lungo, più vuoto e tristo (proprio tristo eh.. come questa nottata 'e canes in corso);
F.

ancu m'idan zega
Offline
Last seen: 9 anni 4 mesi fa
Iscritto: Lun, 20/02/2006 - 08:46
Francesco Masala e Ryszard Kapuscinky; andados paris...

come fai a scrivere così tanto a quell'ora don Fri?

avevo già 4 ore di sonno...

(leggerò il tuo post più tardi!!)

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 10 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
mò te spiego...

ancu m'idan zega ha scritto:
come fai a scrivere così tanto a quell'ora don Fri?
avevo già 4 ore di sonno...

21 righe striminzite, corpo 10, interlinea 1....; paga cosa si bi pensas;

la risposta? tante e nessuna; sceglila in base all'ormone odierno...
A) Sono avanti con l'età (ricordi la prostata, pancetta, calvizie incipiente etc...?), ho il fuso orario sfasato e dò il meglio e il peggio di me tra le 22 e le 5;
B) tengo i "coccodrilli" per i personaggi importanti passibili di dipartita, già pronti in una Directory apposita del mio Mac (mai letto/visto "Sostiene Pereira"?... ecco così... insomma);
C) una volta raggiunta la 4^ stella da Ischente ho assunto in nero un giovane Ghost-writer al quale ho passato nick e password per postare deliri su Conchidortos;
D) .... ho scritto tutto all'ora di pranzo (1.43), ma o io (o tu, boh) abbiamo il formato ora dei nostri PC uno regolato su PM e uno su AM;
e potrei continuare... ma ti risparmio; chè mi sei simpatica.

:wink:

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

Accedi o registrati per inserire commenti.