Petizione ADSL

116 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Dopo un primo contatto e la disponibilità ad una riunione per sabato 3 novembre alle ore 17:00 a Silanus, il presidente Deriu e il suo assistente si sono defilati. In mancanza di conferma non sappiamo se davvero verrà :?

Giusto per ricordare la nostra situazione la mappa ufficiale della Regione Sardegna. Come vedete Silanus è in rosso anche alla fine di tutti i lavori previsti; Borore è attiva, Bortigali lo sarà a breve e bolotana un pò più in là.
Silanus rientra tra i paesi senza infrastrutture ne ora ne mai, in compagni di molti altri comuni sfigati.

È IMPOSSIBILE FINORA CAPIRE IL CRITERIO CHE HANNO SEGUITO OVVERO COME SONO STATI SPESI I SOLDI DA PARTE DI TELECOM.
Visto che Regione e Telecom non rispondono non resta altra strada che ricorrerre alla magistratura almeno per capire come sono stati spesi i soldi pubblici.
Un bell'esposto alla Procura della Repubblica e vediamo l'effetto che fà!
Intanto il mio certificato elettorale è già in s'isterz'e s'arga.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

All'ultimo momento è saltato il previsto incontro odierno col Presidente della Provincia di Nuoro.

La riunione è stata rimandata al 9 novembre 2007, da confermare, partecipate numerosi!

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Domani 9 novembre 2007 l'atteso confronto col presidente della provincia di Nuoro: Roberto Deriu.

La Nuova Sardegna 08.11.07 ha scritto:
Tutti reclamano la tanto attesa Adsl
Finora inutili le richieste dei cittadini alla Telecom

SILANUS. Domani, alle ore 19 nell’auditorium comunale si farà il punto sulla battaglia intrapresa dall’associazione Conchidortos per avere l’Adsl a Silanus. L’associazione, che ha aperto un sito internet e un forum sul problema della connessione veloce che a Silanus non si riesce ad attivare per un assurdo rifiuto della Telecom ad adeguare la centrale alla quale fa capo la rete telefonica del paese, ma anche per la colpevole disattenzione delle amministrazioni locali, ha convocato un incontro al quale ha invitato il presidente della Provincia, Roberto Deriu, che domani pomeriggio sarà a Silanus per parlare del problema.
L’Adsl è una chimera che l’utenza internet del paese insegue da tempo, ma è anche il paravento di diversi gestori del servizio telefonico che attraverso i call-center continuano a telefonare alle famiglie proponendo offerte per l’attivazione della connessione rapida alla rete. Chi ci casca si ritrova con gli addebiti in bolletta che riuscirà a recuperare solo attraverso una trafila defatigante. Ma c’è anche un altro aspetto del fenomeno di cui la Telecom dovrebbe preoccuparsi. Sono le richieste di disattivazione del servizio da parte di chi, ormai dotato di telefono cellulare, riesce a connettersi a internet attraverso la banda Umts. C’è da dire che è una soluzione costosa, molto meno conveniente dell’Adsl accessibile via cavo. A quel punto, però, il collegamento telefonico e internet della telefonia cellulare trasforma il vecchio telefono in un sopramobile inutile che costa circa 50 euro ogni due mesi. A quel punto meglio far cessare un servizio che non serve.
Cosa può fare Roberto Deriu far fare in modo che l’Adsl arrivi anche a Silanus? Come presidente della Provincia tanto. Può intervenire presso la Regione perché investa in tecnologia anche a nelle zone interne. La banda larga sta per arrivare nei comuni più sperduti dell’Appennino e in molti paesi del Terzo Mondo è la normalità. A Silanus e nella gran parte dei comuni del Marghine è una chimera irraggiungibile. L’Adsl è fondamentale per chi studia, ma anche per le imprese artigiane e le aziende commerciali. Persino nei rapporti con l’Agenzia delle entrate è indispensabile disporre di una connessione veloce per compiere con puntualità gli adempimenti fiscali.(t.g.t.)

maiarza
Offline
Last seen: 5 anni 10 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/06/2007 - 11:14
Petizione ADSL

Sono presente anch'io stassera a Silanus .....Non vedo l'ora di sapere ciò che ci promette questo sig. Deriu ; spero che si risolva questo problema così anch'io posso usufruire del beneficio (perchè tale è) della ADSL quando vengo in paese. Anche perchè non ne posso fare a meno anche dal punto di vista lavorativo e chissà quanti studenti stanno in attesa......... In bocca al lupo!!!!!

simpatico
Offline
Last seen: 8 anni 11 mesi fa
Iscritto: Ven, 09/11/2007 - 18:02
Petizione ADSL

Buonasera a tutti.
Sono nuovo, non di Silanus.

Volevo solo segnalarvi, sperando di non aver scoperto l'acqua calda, che anche sul sito di alice, inserendo un numero di Silanus, l'ADSL risulta attivabile sebbene non risulti dal sito wholesale di Telecomitalia che il vostro comune sia coperto.
In bocca a lupo per stasera. :wink:

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 8 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Copertura adsl

Si in effetti la Telecom, anche al 187 e nel sito internet dà per certa la copertura dell' adsl a Silanus. E' un mistero che non si riesce a chiarire da anni perchè tutti coloro, compreso io, che hanno avuto modo di attivare alice sono rimasti fregati talvolta anche con bollette salate per un servizio inesistente in paese.

 Ispàdule

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Re: Copertura adsl

ISPADULE ha scritto:
Si in effetti la Telecom, anche al 187 e nel sito internet dà per certa la copertura dell' adsl a Silanus. E' un mistero che non si riesce a chiarire da anni perchè tutti coloro, compreso io, che hanno avuto modo di attivare alice sono rimasti fregati talvolta anche con bollette salate per un servizio inesistente in paese.

Non c'è nessun mistero, se venivate in riunione e leggevate quanto scritto in questo topic avreste capito meglio.

La centrale-finta di Silanus è in effetti una derivazione di quella di Macomer. Per semplificare e capire il concetto a Silanus arrivano 250 linee telefoniche da Macomer che dentro il container vengono moltiplicate per 4 e diventano 1000. Con questo sistema la Telecom ha evitato di fare una nuova centrale, ma nei fili che arrivano da Macomer non può passare l'ADSL perchè la loro capacità è già impegnata per far transitare non una ma 4 linee telefoniche.

Quindi siccome le linee che arrivano al nostro container provengono da Macomer e in quella centrale c'è l'ADSL, anche i vari operatori hanno come vendibili le tutte le linee che giungono a Silanus.

simpatico
Offline
Last seen: 8 anni 11 mesi fa
Iscritto: Ven, 09/11/2007 - 18:02
Petizione ADSL

Si infatti, quando ho postato il pimo messaggio non avevo letto l'intera discussione. Pardon :oops:
Tuttavia, sono curioso, avete raggiunto qualche obiettivo ieri sera con l'incontro con il Signor. DERIU? :?:
Buona giornata a tutti.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Ieri 9 novembre si è tenuto il previsto incontro con Roberto Deriu, presidente della provincia di Nuoro.

La novità più importante è che Silanus da 15 giorni appare ufficialmente nel nuovo bando d'appalto denominato SICS II della Regione Sardegna; entro 18 mesi dalla stipula del contratto tutti i comuni menzionati sul disciplinare tecnico dovranno essere raggiunti dalla banda larga. Essendo Silanus uno dei tanti comuni "difficili" è ragionevole pensare che saremo tra gli ultimi, e considerando le inevitabili lungaggini potremmo avere l'ADSL non prima di 2 anni, naturalmente speriamo di sbagliarci.

Alla riunione col presidente della provincia, abbiamo presentato alcune proposte:
1) la realizzazione di una rete wireless temporanea in attesa dell'ADSL;
2) la ridefinizione dell'accordo col comune sull'area dove sorge la centrale della Telecom;
3) la formale richiesta di esenzione dal canone Telecom per tutti i comuni digital-divisi;
4) un appoggio energico affinché il progetto SICS II della regione venga realizzato in fretta e bene.

Il presidente della provincia non ha trovato di meglio che rispolverare l'intesa provincia-regione che non prevedeva alcuna iniziativa contro il digital-divide, ma si è prodigato nell'illustrare il progetto (200.000 euro) per cablare la zona industriale di Ottana e altre cosette astruse come il collegamento in rete dei palazzi comunali, delle biblioteche e dei porticcioli, tutta robetta abortita per colpa della regione che vuole impicciarsi di tutto. Comunque nessuna iniziativa per la cittadinanza.

Il nostro sindaco se n'è uscito con lo scoop che la centrale di Silanus non è una vera e propria centrale, notizia evidentemente poco apprezzata dalla platea visto che ormai lo sanno anche gli ornitorinchi che a Silanus abbiamo ben due MUX .

Alla prima nostra richiesta sia il presidente che il nostro sindaco hanno risposto negativamente, secondo loro la regione impedisce ai sindaci e alle provincie questo genere di iniziative: dunque dovrebbero finire nei guai quei sindaci es.: Bolotana, Scano, Santu Lussurgiu e tanti altri che lo stanno facendo.
Peccato che i funzionari della regione in più occasioni abbiano dimostrato la disponibilità ad incontrare i nostri amministratori per suggerire possibili alternative, ma evidentemente i nostri comandanti sono timidi oppure soffrono di mal d'auto.

L'impressione che ho avuto è che il presidente e il sindaco non conoscessero affatto l'argomento e nella fattispecie la situazione di Silanus e le nostre iniziative.
Sugli altri punti hanno fatto finta di nulla in quanto impegnati nello sghignazzo col loro codazzo.

Il presidente Deriu ci ha comunque promesso che in futuro si batterà a muso duro affinché la regione non trascuri la nostra provincia e che ci informerà tempestivamente istituendo l'osservatorio sul digital-divide; ma la sua migliore performance è stata nel denigrare in ogni modo i progetti della Regione (e del suo presidente pro-tempore), smontando la nostra pur moderata fiducia in quel progetto, arrivando addirittura a trattarci da ingenuotti che ancora credono alla propaganda regionale!
A nulla è valsa la nostra precisazione che trattasi non di volantinaggio, ma di atti pubblici, simili a quelli che firma lui stesso per la provincia di Nuoro.
Un attacco degno del miglior centro-destra e non certo di un compagno di partito di Renato Soru, tanto che numerosi esponenti del partito democratico si guardavano in faccia sgomenti; dovevate vedere come i soriani si sono colorati di un bel colore verde-bluastro mentre i loro avversari gongolavano alle parole del presidente.
Io che evidentemente non sono un demograttico non ho gradito particolarmente queste inutili polemiche.
Credo che tutti abbiano capito che ai nostri amministratori della banda larga interessi poco o nulla, poiché troppo impegnati nelle loro beghe di partito.

Di seguito la tabella del Disciplìnare del bando SICS II coi comuni interessati all'estensione della rete ADSL con fibra ottica; i comuni in grassetto, tra cui Silanus, sono quelli con le maggiori difficoltà di realizzazione.

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 8 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
ADSL a Silanus: una chimera

..........come volevasi dimostrare. CHE SCHIFO

 Ispàdule

serrone
Offline
Last seen: 8 anni 8 mesi fa
Iscritto: Sab, 28/04/2007 - 23:49
Petizione ADSL

Certo che come prima riunione per discutere dell'adsl a Silanus si è raggiunto un livello di comicità degno del miglior Zelig di stagione,più che riunione mi è sembrata una convencion del partito demograttico come dice il nostro caro Admin,a parte gli scherzi o scherzi a parte mi ha dato l'impressione che ci vogliano far passare per bamboccioni( non quelli di Padoa Schioppa però)e comunque state tranquilli che i nostri cari amministratori sia comunali che provinciali non credo che muoveranno un dito per aiutarci in questa lotta,mah aspettiamo questi fatidici 18 mesi e chissà se sono rose fioriranno,ma se sono cachi cosa faremo ?
Ciao quagliò :nausea:

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Due parole.

Duncasa...
Premetto una cosa: son persuasa del fatto che l'adsl arriverà, tra 18 mesi, ma arriverà.
Per ora la sola cosa che si può fare è cercare nel frattempo alternative che ci permettano di poter accedere ad un collegamento internet dignitoso. E visto che le alternative ci sono, son d'accordo sul fatto di poterne usufruire, e visto che il sindaco non ha minimamente accennato alla possibilità di far accollare al comune le spese (chi non li essini comunque dae buzzacca!) di una possibile attivazione delle connessioni alternative, allora credo che noi cittadini possiamo benissimo fare da noi!
Non mi sembra una cosa così megagalattica da realizzare visto e considerato che questo tipo di alternative son largamente utilizzate da privati e comuni: ergo, d'accordo con l'admi, credo che ci fosse una specie di "nascosto" tentativo di denigrare le iniziative-non iniziative a suo dire (del Deriu) sull'operato regionale, e nella fattispecie del primo cittadino sardo: Renato Soru.
Ciò che ho potuto constatare son state un fiume di parole e di bla bla che piacciono a molti, sfidando l'intelligenza dell'interlocutore in maniera scandalosa e indegna.
Bostu.
Bona notte.

A volte non si ha abbastanza cuore

simpatico
Offline
Last seen: 8 anni 11 mesi fa
Iscritto: Ven, 09/11/2007 - 18:02
Petizione ADSL

Buon giorno a tutti.
A proposito della tabella relativa ai comuni inserti nel progetto SICS II, ho notato che sono inseriti comuni che hanno già attiva l'ADSL, anche se mini, ovvero di 640/256 Kbit/s, come ad esempio Santu Lussurgiu e Bonarcado (attivate il mese scorso) oppure Budoni, La Maddalena e altri piccoli comuni già attivati con ADSL normali, e poi ci sono quelle in programamzione per ott-nov-dic 07 come Bosa, Scano Montiferro e tanti a altri comuni. Quindi mi chiedo, il progetto in questione non viaggia in parallelo con quello di telecomitalia :?: :?: :?:
Bho! In definitiva, se Silanus compare in grassetto, non è detto che non venga coperto prima, proprio in virtù delle incongruenze su esposte. :shock:
Buona domenica. :wink:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

simpatico ha scritto:
Buon giorno a tutti.
A proposito della tabella relativa ai comuni inserti nel progetto SICS II, ho notato che sono inseriti comuni che hanno già attiva l'ADSL, anche se mini, ovvero di 640/256 Kbit/s, come ad esempio Santu Lussurgiu e Bonarcado (attivate il mese scorso) oppure Budoni, La Maddalena e altri piccoli comuni già attivati con ADSL normali, e poi ci sono quelle in programamzione per ott-nov-dic 07 come Bosa, Scano Montiferro e tanti a altri comuni. Quindi mi chiedo, il progetto in questione non viaggia in parallelo con quello di telecomitalia :?: :?: :?:
Bho! In definitiva, se Silanus compare in grassetto, non è detto che non venga coperto prima, proprio in virtù delle incongruenze su esposte. :shock:
Buona domenica. :wink:

Non è molto chiaro come si stia procedendo, è un progetto molto complesso dove si raggruppano interventi ministeriali e regionali; nell'elenco sono presenti comuni in fase di attivazione e altri dove si parte da zero.
Di seguito il link per scaricare il documento che abbiamo distribuito in riunione: documento_riunione_ADSL_09.11.07.pdf

maiarza
Offline
Last seen: 5 anni 10 mesi fa
Iscritto: Lun, 11/06/2007 - 11:14
Petizione ADSL

In 18 mesi possono cambiare molte cose se vogliono ...sono proprio tanti e penso che sia una questione che sia "Telecom " "Tiscali" "Fast Web" e altri abbiano tutto l'interesse a risolverlo!!!!! Non disperiamo - Io penso che si risolverà prima del previsto.....pensiamo positivo anche perchè ci saranno altre sollecitazioni da tutte le parti. E comunque continuiamo a parlarne e a sensibilizzare la gente che non sa cosa sia l'ADSL.

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Come leggerete oggi sulla Nuova, se anche i nostri amministratori si fossero mossi per tempo oggi avremmo anche noi la banda larga.
Come vedete in riunione non abbiamo raccontato cazzate!

La Nuova ha scritto:
Dopo lunga attesa attivata l’Adsl
SARULE. Autostrade telematiche aperte ai piedi del Monte Gonare, con l’arrivo della linea Adsl e nuovi appalti per opere pubbliche. Queste le novità per i cittadini del piccolo centro facente parte dell’Unione dei comuni Barbagia, che da ieri possono connettersi alla linea veloce. È il risultato di un accordo tra il Comune e la Regione, in virtù di un protocollo d’intesa firmato a marzo. Il tempo di espletare le formalità burocratiche e la Telecom ha provveduto ad allargare la banda di trasmissione. Altra novità è poi l’arrivo di un finanziamento di 150mila euro che è stato destinato alla sistemazione della casa protetta. La gara d’appalto è stata bandita in questi giorni. «Gli ultimi risultati ci soddisfano - dice il sindaco Antonio Gaia - e premiano il lavoro dell’amministrazione che ha profuso grandi sforzi. Il nostro obiettivo è di proseguire su questa strada di concertazione per dare alla cittadinanza nuove opere e servizi». Molto soddisfatto l’assessore alle attività produttive Marco Cheri. «Circa da due anni fa - racconta Cheri - su richiesta di diversi cittadini ed imprenditori, ci siamo attivati per avere la banda larga. Inizialmente abbiamo cercato di risolvere il problema prendendo contatti con la Telecom. La trattativa non andò a buon fine. Quindi contattato alcune aziende di settore per una rete cittadina di tipo wireless. E quando si profilava già questa soluzione, abbiamo ricevuto una risposta dalla regione che inserito Sarule nella lista dei 100 comuni destinatari del suo progetto per le reti telematiche». Il servizio è stato ottenuto senza nessuna spesa. Con un risparmio di trentamila euro che saranno destinati ad altre opere per la comunità. «Con l’arrivo della rete a banda larga - conclude Cheri - speriamo di aver dato una risposta all’utenza e alle imprese che ormai non possono fare a meno delle nuove tecnologie, sia per proporsi ma anche per il continuo scambio di dati con istituzioni e enti di servizi. Ora toccherà a loro adattarsi e sfruttare questa occasione che senz’altro migliorerà il rapporto con il web». (g.m.)

ISPADULE
Offline
Last seen: 6 anni 8 mesi fa
Iscritto: Mer, 03/05/2006 - 22:09
Petizione ADSL

..........purtroppo quasi tutti i giorni sui giornali leggiamo che molti comuni, anche del circondario, ottengono finanziamenti dalla Regione, su interessamento dei rispettivi comuni, per eliminare il digital divide. A Silanus invece niente, nessun amministratore si è finora occupato del problema e tentare, neanche a parole, di risolverlo. Non si capisce a cosa sia dovuta questa totale indifferenza al problema che i altre parti assume dei contorni di prim' ordne. Si ha l' impressione che i nostri politicanti non abbiano dimestichezza co questi nuovi strumenti, ancheper migliorare ili lavoro di tutte le attività produttive. CHE SCHIFO!

 Ispàdule

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Menefreghismo!

Ragazzi, l'amministrazione è TOTALMENTE indifferente a quest'aspetto, partecipa alle riunioni, ma al lato pratico non si attiva e non dimostra neanche di volersi interessare, e questo è molto triste, oltre che, tanto per cambiare, mi fa indignare... ma non credo solo a me! La dimostrazione è stata chiara, lampante dalla riunione del 9 con il Roberto Deriu...
I cittadini si stanno attivando VOGLIONO avere questa sacrosanta adsl, ma non si può dire altrettanto dei nostri rappresentanti... della serie: che li abbiamo votati a fare?
Ispà! Che schifo, confermo e grido: CHE SCHIFO!!!!

A volte non si ha abbastanza cuore

BURDELLOSU
Ritratto di BURDELLOSU
Offline
Last seen: 7 anni 6 mesi fa
Iscritto: Mar, 19/06/2007 - 15:11
Re: Menefreghismo!

benennida ha scritto:
Ragazzi, l'amministrazione è TOTALMENTE indifferente a quest'aspetto, partecipa alle riunioni, ma al lato pratico non si attiva e non dimostra neanche di volersi interessare, e questo è molto triste, oltre che, tanto per cambiare, mi fa indignare... ma non credo solo a me! La dimostrazione è stata chiara, lampante dalla riunione del 9 con il Roberto Deriu...
I cittadini si stanno attivando VOGLIONO avere questa sacrosanta adsl, ma non si può dire altrettanto dei nostri rappresentanti... della serie: che li abbiamo votati a fare?
Ispà! Che schifo, confermo e grido: CHE SCHIFO!!!!

Sono concentrati in altre cose più importanti! non disturbiamoli :roll: :roll: :roll:

betile
Offline
Last seen: 7 anni 9 mesi fa
Iscritto: Lun, 13/02/2006 - 17:44
Petizione ADSL
DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Oehh conchidortos

Ma voi pensavate che la riunione col presidentone della provintzia de Nugòro, nonché presidentissimo del partito demogratico cadesse nel sottovuoto-spinto?

Certo che no!

Le nostre proposte sono state raccolte da Maria Antonietta Pala (nota Tetta), che le ha portate ieri in Consiglio Comunale, il quale le ha approvate all'unanimità, alla presenza di gruppetto di utenti.

Visto che il comune finalmente ha capito che si deve muovere, noi faremo di tutto per coinvolgere il popolo della rete per l'abolizione del canone telecom, almeno fintanto che non ci daranno l'ADSL, quella vera!

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Oggi l'Unione ha rilanciato la notizia della risoluzione del consiglio comunale di Silanus, credo sia stata l'unica azione degna di nota dellla nostra amministrazione.
Il wi-fi dovrebbe arrivare entro dicembre, almeno per la zona intorno al municipio, ma sopratutto staremo a vedere come si concretizzerà la protesta anti-canone Telecom.

L'Unione Sarda - 30.11.2007 ha scritto:
Silanus. Nuova iniziativa
«Niente linea Adsl? Telecom riduca il canone annuale»

Se la Telecom non riesce a garantire i collegamenti ottimali via internet, almeno deve risarcire gli utenti riducendo proporzionalmente i costi del canone telefonino fisso. È questa l'inedita proposta che parte da Silanus in grado di trasformare la denuncia per l'assenza della linea Adsl da battaglia esclusiva di una seppur nutrita cerchia di interessati, in problema del paese e dell'intera zona. Tanto da entrare a pieno titolo fra le priorità dell'amministrazione grazie all'iniziativa del Consiglio comunale che nella riunione di martedì scorso ha deciso all'unanimità un'iniziativa concreta per affrontare il problema del cosiddetto digital divide che discrimina pesantemente gli utenti dei paesi non raggiunti dalla banda larga. Il Comune chiederà alla Regione e alla Telecom l'abbattimento del canone telefonico per chi non usufruisce del servizio in grado di garantire la necessaria velocità dei collegamenti internet. Proposta lanciata in un documento condiviso da maggioranza e minoranza, che hanno autorevolmente rilanciato le istanze dei cittadini alimentate soprattutto attraverso il sito internet conchidortos.org, da dove è partita una petizione popolare per spingere le istituzioni a risolvere definitivamente il problema.
Nelle scorse settimane lo stesso presidente della giunta provinciale Roberto Deriu aveva accettato l'invito in paese per affrontare la questione. L'esito dell'incontro non aveva indicato strade percorribili nel breve periodo. Il documento approvato dal Consiglio comunale non solo rilancia un'ipotesi concreta perché il problema trovi una soluzione, ma impegna l'assemblea civica ad attivarsi «presso le altre amministrazioni locali con lo stesso problema, per intraprendere un'azione di protesta comune in tutte le sedi opportune».
Da semplice battaglia locale, quella per l'Adsl, potrebbe quindi diventare a breve una rivendicazione di tutta la zona. Fra le richieste inserite nel documento che impegnano il consiglio comunale, quella di adoperarsi per «l'attivazione di ogni possibile sistema veloce alternativo» e quella ci richiedere «l'abbattimento del costo del canone telefonico fisso in considerazione del disagio provocato dalla mancanza dell'Adsl». Rivendicazioni che si poggiano anche sul fatto che, l'attuale "centrale container" del paese che dipende da quella di Macomer, è situata su un terreno a suo tempo venduto alla Telecom a prezzo simbolico al fine di costruire una vera e propria centrale che non è mai stata realizzata. ( l. c. )

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

A Bortigali finalmente è arrivata l'ADSL!

Tanti auguri ai nostri vicini che in massa hanno firmato la petizione pro-ADSL.

Oggi con alcuni giorni di ritardo si dovevano aprire le buste per la gara SICSII, ma sul sito della Regione ancora nessuna info.

Sirbonemalaittu
Offline
Last seen: 3 anni 5 mesi fa
Iscritto: Mer, 28/02/2007 - 02:34
Petizione ADSL

Oh su Mere! Innanzitutto permettimi di ringraziarti per l'impegno del sito sul caso ADSL in bidda, poi volevo chiederti una cosa... Siccome io uso le 100 ore in libertà di vodafone e mi sembra un po' troppo caruccia, mi piacerebbe scoprire un metodo alternativo per navigare anche lento ma almeno con un contributo mensile abbordabile e senza limiti di tempo o con limiti di tempo parziali. Le 100 ore spariscono in 3 o 4 giorni... sai com'è... Confido in una tua risposta... Grazie!

betile
Offline
Last seen: 7 anni 9 mesi fa
Iscritto: Lun, 13/02/2006 - 17:44
Petizione ADSL

Sirbò... questa me la devi spiegare!

Sirbonemalaittu
Offline
Last seen: 3 anni 5 mesi fa
Iscritto: Mer, 28/02/2007 - 02:34
Petizione ADSL

betile ha scritto:
Sirbò... questa me la devi spiegare!

Ti spiego...
Io navigo usando il cellulare come modem, con la vodafone sottoscrivo mensilmente una promozione(100 ore in libertà) di 100 ore (400 sessioni di tempo da 1/4 d'ora l'una) pagando 20 euri. Però c'è un problema, che quando finisco le 100 ore di connessione il costo di ogni sessione di tempo (1/4 d'ora) è di 50 centesimi, vale a dire 2 euri l'ora. La velocità di connessione è di 230Kbps.
Ora il punto è questo, volevo sapere se c'è una qualche promozione di un qualsiasi operatore (wind, Tim, tre...) che mi potesse garantire la connessione pagando un canone fisso mensile. Tipo io ti dò tot euro al mese e tu mi fai stare connesso 24 h su 24... Chiedevo consiglio circa il modo di rimanere connesso il più a lungo possibile senza dovermi svenare...
Saluti a tutti!!!
[/b]

serrone
Offline
Last seen: 8 anni 8 mesi fa
Iscritto: Sab, 28/04/2007 - 23:49
Petizione ADSL

Sirbonemalaittu ha scritto:
betile ha scritto:
Sirbò... questa me la devi spiegare!

Ti spiego...
Io navigo usando il cellulare come modem, con la vodafone sottoscrivo mensilmente una promozione(100 ore in libertà) di 100 ore (400 sessioni di tempo da 1/4 d'ora l'una) pagando 20 euri. Però c'è un problema, che quando finisco le 100 ore di connessione il costo di ogni sessione di tempo (1/4 d'ora) è di 50 centesimi, vale a dire 2 euri l'ora. La velocità di connessione è di 230Kbps.
Ora il punto è questo, volevo sapere se c'è una qualche promozione di un qualsiasi operatore (wind, Tim, tre...) che mi potesse garantire la connessione pagando un canone fisso mensile. Tipo io ti dò tot euro al mese e tu mi fai stare connesso 24 h su 24... Chiedevo consiglio circa il modo di rimanere connesso il più a lungo possibile senza dovermi svenare...
Saluti a tutti!!!
[/b]


Compare Sirbò speriamo che questo messaggio lo legga Buffularzu perchè mi sembra che lui ti può dare spiegazioni in merito a questa cosa .deo sò ancora attaccadu a su telefono de dommo però volevo fare la stessa cosa che molte persone già fanno ,cioè usare il mio cell,ma non sò se ci sono vantaggi ,
Saluti compare Serrone :wink:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

Mentre Bolotana verrà servita ad ottobre 2008 grazie ai fondi ministeriali, la dichiarazione odierna di Dadea getta nello sconcerto il resto dei comuni ivi compreso Silanus. Pertanto subito una mail ai nostri rappresentanti parlamentari eletti in Sardegna, ecco la lista:

































Prendete la lista in toto o in parte e scrivete ai nostri rappresentanti!

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 1 mese 1 settimana fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Petizione ADSL

La senatrice Luciana Sbarbati, non sarda eletta in Sardegna, risponde alla mail inviandoci il seguente comunicato stampa:

SBARBATI (MRE-PD): SARDEGNA PENALIZZATA DAL TAGLIO DELLE RISORSE PER LA BANDA LARGA ha scritto:

La sen. Luciana Sbarbati, segretario nazionale dei Repubblicani Europei, ha presentato oggi un’interrogazione orale al Presidente del Consiglio sul taglio delle risorse per la banda larga ad alta velocità, previsto dal Decreto Legge n. 93 del 27/05/2008.
“Questa decisione del Governo Berlusconi - dichiara la Sbarbati - rischierebbe di vanificare gli sforzi della Giunta regionale guidata dal presidente Soru di realizzare il progetto "Sardegna, prima regione italiana interamente digitalizzata", impedendo all'amministrazione di puntare allo sviluppo incentrato sulla modernizzazione e sull’utilizzo delle nuove tecnologie digitali.
In considerazione dell’urgenza e della necessità di dotare la Sardegna degli strumenti necessari per combattere l'arretratezza nello sviluppo e l'isolamento – conclude la Sbarbati – ho chiesto al Governo se tale taglio interesserà o meno e in che misura la Regione Sardegna e se sia possibile scorporare invece questa regione da tale provvedimento”.

Sorpresissimo perché nessuno degli onorevoli sardi ha avuto la cortesia di rispondere!

Quote:
INTERROGAZIONE ORALE

Al Presidente del Consiglio per sapere premesso che:

- Gran parte del territorio della Regione Sardegna è privo dell'infrastruttura telefonica a banda larga;

- migliaia di cittadini sardi attendono da anni internet veloce per colmare il gap prodotto dal digital divide;

- risulta che il Governo ha, per contro, tagliato le risorse per lo sviluppo della banda larga con Decreto Legge n. 93 del 27/05/2008, che sopprime 50 milioni di euro per la diffusione della banda larga e la modernizzazione del digital divide e 20 milioni di euro per il passaggio alla TV digitale terrestre;

- tale operazione rende nullo l'accordo di programma dell'11 aprile 2008 stipulato tra il Ministro Gentiloni e il Presidente della Regione Sardegna che destinava 22 milioni di euro per completare l'infrastrutturazione in fibra ottica nell'intero territorio della regione per dotare i cittadini e le imprese sarde dei servizi a banda larga ad alta velocità (Adsl full).

- Se tale taglio (posto che sia necessario per ragioni superiori, visto che la modernizzazione collegata alle politiche per le riforme era uno degli obiettivi forti di questo governo), interessa o meno e in che misura la Regione Sardegna;

- Se non intende scorporare la Sardegna da tale operazione, in considerazione della urgenza e della necessità di dotare tale Regione degli strumenti necessari per combattere l'arretratezza nello sviluppo e l'isolamento.

Sen. Luciana Sbarbati

Roma, 11 giugno 2008

Come potete notare l'interrogazione al governo riporta le stesse frasi della nostra mail.

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 5 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
scrivere e non stancarsi; anche per vedere chi risponde....

admdortos ha scritto:
La senatrice Luciana Sbarbati, non sarda eletta in Sardegna, risponde alla mail

Anche la neo-deputata del PD Caterina Pes - stavolta sarda ed eletta in Sardegna - ha risposto alla mail che ho inviato a tutti i Parlamentari ed oltre..;
questa era la mia mail

Quote:
Egregi Signori
apprendo dalla nota stampa pubblicata sul Sito sella Regione Sardegna a firma dell'Assessore competente che, con Decreto Ldegge 93 del 27/5 u.s. sarebbe stato soppresso lo stanziamento di 50 milioni di euro destinato a dotare (prevedibilmente entro il 2008 ma, comunque nell'arco del prossimo breve-medio periodo), tutta la Sardegna della infrastruttura a Banda Larga in fibra ottica o, ove non tecnicamente possibile, in Wireless.
Ove confermata, tale decisione è gravemente lesiva delle aspettative e dei risultati sia di anni di mobilitazione e richieste pressanti da parte dei cittadini sardi, sia del lavoro di programmazione, di sviluppo e di concertazione politica ed economica, faticosamente ma coerentemente portato avanti in tre anni dalla Amministrazione Regionale attuale.
A Silanus, centro di 2400 abitanti in Provincia di Nuoro, attraverso il sito Internet www.conchidortos.org è stata lanciata da oltre un anno la iniziativa di una petizione on-line a sostegno della implementazione della Banda Larga anche nei piccoli centri e nelle zone rurali della Sardegna. Tale petizione che ha raggiunto la cifra di circa 800 firmatari in brevissimo tempo, si è notevolmente rallentata nel momento in cui i cittadini hanno capito che vi era la volontà politica per risolvere il problema e che tale volontà si era concretizzata negli atti amministrativi adottati ed emanati dalla Giunta Regionale in accordo con il Governo Prodi mediante apposito accordo di programma.
Insomma, sapevamo che, finalmente, vi era l'impegno assunto e ribadito nero su bianco più volte - per dotare, entro il 2008, tutta la Sardegna della infrastruttura di Banda Larga.
Parrebbe, Egregi Signori, che - in conseguenza della decisione assunta dal nuovo Governo col Decreto 93 del 27/5 u.s. - tutto questo non accadrà.
Noi, cittadini di Silanus e delle zone rurali della Sardegna, per l'eternità digital-divisi grazie alla lungimiranza del nuovo Governo "amico" dei sardi, per intanto, sappiamo già chi dovremo ringraziare. Buon lavoro.

la risposta della Deputata Caterina Pes:

Quote:
(Gentile Signor ....)
ritengo anch'io la decisione del Governo altamente lesiva.

Per questo motivo sto predisponendo, al riguardo, un'interrogazione per avere spiegazioni dal Ministero delle Comunicazioni, la troverà pubblicata nel mio sito (www.caterinapes.it).
La ringrazio per la segnalazione ed invio distinti saluti
Caterina Pes

proporrei di tenere nota di chi risponde e degli impegni successivi; così, per passatempo.....

collegadebos...

liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

Pagine

Accedi o registrati per inserire commenti.