Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

17 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

Domani alle ore 17,30 presso l'Auditorium Giuseppe Fiori a Silanus, presentazione del libro "Sos pippiolos" di Elena Pes (Silanus, Insegnante);

A giudicare dal brevissimo brano riportato sull'invito, la storia si preannuncia interessante e curiosa; curiosa perchè non sembrerebbe facile mettere in moto la fantasia per ambientare una storia al tempo in cui "i Nuraghi non erano ancora stati costruiti"....; vedremo come se l'è cavata Elena Pes;

Domani tutti all'Auditorium Peppino Fiori; Auguri all'autrice e.... sotto con la seconda opera!
Frinas

dari
Offline
Last seen: 8 anni 6 mesi fa
Iscritto: Lun, 26/02/2007 - 17:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

In bocca al lupo alla mia insegnante preferita!!!!con affetto infinito

dari :wink:

frinas
Offline
Last seen: 4 anni 7 mesi fa
Iscritto: Gio, 20/10/2005 - 16:18
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

frinas ha scritto:
Domani alle ore 17,30 presso l'Auditorium Giuseppe Fiori a Silanus, presentazione del libro "Sos pippiolos" di Elena Pes (Silanus, Insegnante);

Lezzidu. Bello; credo di averlo "interpretato" dal lato giusto.
Complimenti e auguri a Elena Pes che conosco solo di vista.
Mi toccherebbe, come moderatore della sezione Libri & Letture (altrimenti, su Mere mi licenzia o, cantepennono, mi riduce lo stipendio); invece lo faccio volentieri ca su liberu m'est piaghidu!

Recensione frinesca:
Frinas ha scritto:
Una favola quasi; una “paristoria” nella quale l’autrice mi pare abbia voluto riversare, insieme alla visione “fatata” ed incruenta della sua immaginazione bambina, anche una sorta di auspicio retrospettivo per quel mondo da cui sente, chiaramente di provenire.
Perché l’incontrarsi fra Roccarzesos, Arturesos e Costarzesos è, appunto, nella speranza "anteriore" di Elena, sempre incontro e mai scontro; anzi, è il lento ma inesorabile compiersi di un ciclo evolutivo che porta gli individui a rompere lo schema familiare e tribale per crearne altri, sempre più ampi e compositi.
Parlano molto e “brigano” poco questi ante-nuraghesos…; nudda ite b’abbière con i discendenti odierni conchidortos.
Parlano, e si mettono quasi sempre d’accordo; la chistiònana… insomma; come si dovrebbe fare tra paesanos, tra Sardos… de sempre.
“Su desizu” sembra aver ispirato Elena Pes per potersi “bisionàre” in quel mondo immaginario ai confini di un altro mondo, per noi sardi, tuttora affascinante perché certamemente grandioso ma altrettanto muto e sconosciuto nella sua enigmatica impenetrabilità.
Bello pensare che alle pendici di Madrone, in su paris de santa Sarbana e in Tùsari, sulle rive di un placido e limpido Basones, sos Mannois e sos Lallios, Bebas e Nenniccos, Nennutzos e Totojeddas, abbiano vissuto, gioito e sofferto delle euforie e delle pene che, in altre vesti e con altro copione ma con identiche forme, i conchidortos, ora solo e definitivamente “Costarzesos” del terzo millennio continuano a interpretare. Bello crederci per autostimarsi, forse.
Ma bi sun sos Ladrones… ; e con loro è scontro totale, senza tregua, per la vita. Elena trova solo ed esclusivamente per quegli scontri, per quelle razzie e per quei sanguinosi corpo a corpo, il ritmo e l’atmosfera truce ed esaltata della guerra; per la vita, appunto.
Il sangue sgorga, le ferite si aprono e si sentono nitide le urla di dolore e di rabbia dei gherreris (nostros) e ladrones istranzos.
Sembrerebbe che – all’epoca – si vinse; noi, i nostri Costarzesos, razza dominante ormai. Già “globalizzata” in quanto adattata ed evoluta al mercato nascente all’ombra del Montarbu e delle costruende Torri di pietra (qualche nesso con le simboliche Torri che, nei secoli e fino a Manhattan hanno scandito il protendersi dell'uomo verso l'alto? Chissà... l'inconscio è insondabile Elena mia...);
Senonchè, sos pippiolos sonande… annunciavano già sos Nuraghesos; cioè, praticamente, noi.
Edd’est ancora tottu gai, male o bene fadados nois; si Deus cheret… e sos Carbineris lu permittini.

ecco una panoramica dell'Auditorium G. Fiori in bidda la sera della presentazione:


liberos, rispettados, uguales

(P. Mereu)

benennida
Ritratto di benennida
Offline
Last seen: 3 settimane 5 giorni fa
Iscritto: Ven, 24/03/2006 - 21:13
Squisitamente delizioso!

Ho dosato la lettura giorno per giorno, con cura e molta parsimonia: questo libro appena l'ho terminato mi ha lasciato una sensazione, anzi, due sensazioni, una... a tipu chi m'at lassadu su coro cunsoladu e la seconda de dispiaghere ca fit finidu...
La compagnia di questi ultimi giorni, di costarzesos, roccarzesos e arturesos è stata sublime e squisita al punto tale da allietarmi le giornate.
Non esagero, sapete, la lettura è stata così per me.
È stato bello pensare che una Mannai o un Totoju potessero essere i nostri più antichi avi, che noi, nel tempo passato eravamo così, persone squisite e maestose seppur nel nostro piccolo..
La speranza, questo è un pensiero che ha fatto breccia nella mia testa, la speranza è che potessimo noi, nel 2007, prendere esempio da questi personaggi che verosimilmente son potuti esistere davvero... Forse sto fantasticando troppo, forse dovrei essere meno romantica e più realistica, ma perchè non pensare e credere che tutto ciò nella nostra comunità possa essere possibile, che “la parola” e la “comprensione” possano far parte del nostro modo di vivere?
Prendere esempio da un racconto non è una cosa nuova, anzi, questo racconto di Elena potrebbe essere da insegnamento a molti di noi, presi dalle nostre cose, da mille e una situazioni che con la parola, cun su chistionu potrebbero trovare delle soluzioni (non sempre è così facile risolvere, lo so, ma a bortas si podet eccome!) ad alcuni problemi che si presentano lungo il corso della nostra vita.
Ma al di là di ciò, le scoperte fatte, Pilianeddadu che ha assaggiato per primo il mile, lo scambio e la scoperta del sale, del telaio e di tutte le scoperte... le ho vissute appieno, mi sembrava di essere lì, con loro e di gioire le loro gioie e di soffrire le loro sofferenze.
Elena, sei stata brava soprattutto perchè sei riuscita con semplicità a far si che il lettore entrasse nel racconto e vivesse le situazioni come se fosse il protagonista delle vicende narrate.
Posso dire che questo libro mi ha fatto stare bene...
Leggetelo ragazzi, leggetelo e ve ne accorgerete anche voi...
Saludos...

A volte non si ha abbastanza cuore

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

MARTISINLIMBA i Martedì in Lingua Sarda

27 MAGGIO 2008 SALVATORE TOLA
presenta
ELENA PES

SASSARI
BIBLIOTECA COMUNALE
PIAZZA TOLA
ORE 17,30

antonella
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 02/04/2008 - 12:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

CONSIGLIO!!! conosco salvatore tola, preparato e competente. 10 e lode!

astaroste
Offline
Last seen: 2 anni 11 mesi fa
Iscritto: Gio, 08/02/2007 - 21:42
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

Antonella ha scritto......

""CONSIGLIO!!! conosco salvatore tola, preparato e competente. 10 e lode!""

sicuramente dal cognome deve essere un "UOMO SARDO"

almeno lui si salva.................

antonella
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 02/04/2008 - 12:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

ahi ahi astaroste, ho colto nel segno mi sa!!! sì salvatore tola è un uomo d'oro, d'altri tempi!!!!
scrive poesie splendide!

astaroste
Offline
Last seen: 2 anni 11 mesi fa
Iscritto: Gio, 08/02/2007 - 21:42
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

Non hai mirato bene

Dovresti ripassare .....................

Salvatore Tola
Salvatore Tola � nato a Faenza (Ravenna) nel 1940, da padre sardo e madre romagnola. � laureato in Pedagogia all�Universit� di Cagliari con una tesi di storia della cultura: La rivista "Ichnusa" e la vicenda politica e culturale della Sardegna dal secondo dopoguerra al Piano di rinascita. Gi� insegnante di scuola elementare e quindi di Italiano, Storia e Geografia presso l�Istituto Magistrale di Sassari, collabora dal 1974 alla pagina culturale del quotidiano sassarese �La Nuova Sardegna�: attualmente tiene una rubrica settimanale di libri e riviste d�argomento sardo (�La Sardegna libro per libro�), cui se ne aggiunge di tanto in tanto una di itinerari turistici in Sardegna. Negli ultimi trent�anni ha lavorato ad alcuni temi della cultura e storia della cultura in Sardegna: 1. La storia della Sardegna nel secondo dopoguerra, la figura di Antonio Pigliaru, la rivista �Ichnusa� e altre riviste. In proposito ha scritto articoli sulla �Nuova Sardegna� e su alcune riviste isolane. La tesi di laurea, rielaborata ed aggiornata, � uscita nel 1994, per le edizioni di Iniziative Culturali di Sassari, col titolo: Gli anni di �Ichnusa�. La rivista di Antonio Pigliaru nella Sardegna della rinascita. 2. La storia della stampa e dell�editoria in Sardegna che segue, oltre che con la rubrica sulla �Nuova Sardegna� e come consulente di case editrici isolane, come collaboratore dell�AES, l�Associazione degli Editori Sardi. Ha pubblicato articoli e saggi, in particolare Un�isola e i suoi libri. Notizie e appunti sull�editoria in Sardegna, Sassari, Carlo Delfino, 1992. 3. La letteratura contemporanea in lingua sarda. � membro delle giurie di concorsi letterari quali l��Ozieri di Letteratura Sarda�, il �Romangia� di Sennori, il �Michelangelo Pira� di Quartu e alcuni altri. � titolare dal 1977 di una pagina di poesia sarda sul mensile degli emigrati �Il Messaggero Sardo�. Sull�argomento ha pubblicato articoli su �La Nuova Sardegna�, su altri giornali e riviste. Ha curato raccolte di versi di autori viventi. 4. La letteratura in lingua sarda del passato. Ha curato numerose raccolte di poesie popolari, in particolare: sei volumi della collana �I grandi poeti in lingua sarda� delle Edizioni Della Torre di Cagliari; la riedizione in quattro volumi, per la �Bibliotheca Sarda� della Ilisso di Nuoro, delle poesie gi� pubblicate da Giovanni Spano tra il 1863 e il 1872: Canzoni popolari di Sardegna in dialetto sardo centrale ossia logudorese. Sull�argomento ha partecipato a convegni, tenuto conferenze e pubblicato articoli. Col volume La poesia dei poveri (Cagliari, AM&D, 1997) ha tentato una sintesi interpretativa dei problemi legati alla letteratura regionale e alla storia della cultura sarda; col saggio-antologia La letteratura in lingua sarda (Cagliari, CUEC, 2006) ne ha tracciato il percorso storico, dai condaghes alle poesie di Pietro Mura, al romanzo di Benvenuto Lobina. 5. Altri temi. Si occupa di storia locale, � coautore tra l�altro del volume La Sardegna provincia per provincia, EdiSar, Cagliari, 1994. Ha seguito a lungo l�attivit� dello scrittore francese � trapiantato in Sardegna � Edouard Vincent (1916-2003), cui ha dedicato articoli di quotidiano, presentazioni in pubblico e un breve saggio comparso sulla rivista �Quaderni bolotanesi�. Si occupa della descrizione della Sardegna ad uso turistico e ha collaborato tra l�altro a guide edite dall�Istituto Geografico De Agostini di Novara e dal Touring Club Italiano di Milano.

antonella
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 02/04/2008 - 12:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

guarda che lo conosco davvero! e ripeto quello che ho detto sopra! ma cosa c'è che non ti quadra??? è un poeta che mi piace davvero molto. e mi sa che tu parli parli ma non hai nemmeno idea di chi sia...
ah beata ignoranza!!! nel senso buono, s'intende... :D

astaroste
Offline
Last seen: 2 anni 11 mesi fa
Iscritto: Gio, 08/02/2007 - 21:42
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

si però non è sardo al 100 %
quindi rimane il tuo pensiero negativo sui sardi, silanesi o no poco importa, anche noi abbiamo i nostri diffettucci ma forse anche qualche pregio, dovremmo forse aprire una discussione per cercare di ritagliare un abito di civiltà a su sardu omine?????
buona mattinata fuori e dentro casa 25 ° C

antonella
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 02/04/2008 - 12:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

ah sì vedo che ti è tutto chiaro!
boh... :roll:

Chellelle
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Mer, 13/02/2008 - 06:43
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

Minchia polemica incrociata a saltare di 3D in 3D .... vi stuzziacte con costanza ... bello!

Chellelle.

PS a me comunque state simpatici tutti e due!
PPS in ogni caso mi sembra che consigliate il libro ... no?

antonella
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Mer, 02/04/2008 - 12:00
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

io il libro non lo conosco, e nemmeno l'autrice, ma il tempo passato ad ascoltare salvatore non basta mai.
anche a me sei simpatico!! :D
e poi non hai neanche la pancia!

astaroste
Offline
Last seen: 2 anni 11 mesi fa
Iscritto: Gio, 08/02/2007 - 21:42
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

il libro l'ho letto, scritto in lingua italiana ed in lingua sarda, da leggere....
l'autrice la conosco è anche lei di Sialnos, ascoltare salvatore non ci tengo non lo conosco e quindi non mi posso esprimere, ciao Chell.....quand'è che ti fai vedere a Silanos ti aspetta la tessera dell'associazione S. orolio S. sos nuraghes, il libro di E. Pes si riferisce un po alla ipotesi di nascita dei nuraghi
per il resto boh boh boh

Chellelle
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Mer, 13/02/2008 - 06:43
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

astaroste ha scritto:
il libro l'ho letto, scritto in lingua italiana ed in lingua sarda, da leggere....
l'autrice la conosco è anche lei di Sialnos, ascoltare salvatore non ci tengo non lo conosco e quindi non mi posso esprimere, ciao Chell.....quand'è che ti fai vedere a Silanos ti aspetta la tessera dell'associazione S. orolio S. sos nuraghes, il libro di E. Pes si riferisce un po alla ipotesi di nascita dei nuraghi
per il resto boh boh boh

Carissimo,

ho un biglietto Roma - Alghero per lunedi pomeriggio ... da li in poi il mio lavoro sarà un pò concentrato in Sardegna, da Cagliari a Sassari, da Nuoro ad Oristano. Voi siete li in mezzo, probabile che qualche volta dopo tanta assenza rimarrò a dormire in paese.

Non so come scusarmi per lalunga lunghissima assenza, spero di avere modo di farmi vedere con continuità d'ora in poi.

E' iniziata una nuova avventura, con tanta tanta determinazione. Ho scelto così anche per poter vivere un pò di più e meglio la tua terra.

Abbracci

Chellelle.

Chellelle
Offline
Last seen: 9 anni 6 mesi fa
Iscritto: Mer, 13/02/2008 - 06:43
Sos pippiolos - Libro di Elena Pes

antonella ha scritto:
io il libro non lo conosco, e nemmeno l'autrice, ma il tempo passato ad ascoltare salvatore non basta mai.
anche a me sei simpatico!! :D
e poi non hai neanche la pancia!

No, niente pancia. Spero di metterne un pò su comunque ... babbo l'ha acquisita verso i 40 - 45 .... io sono fisicamente identico a lui (a parte la mascherina che appartiene a mamma e a nonno).

I forum comunque sono fatti anche per questo: non comprendersi, stuzzicarsi e .... capirsi.

LOL

Chellelle.

Accedi o registrati per inserire commenti.