La vera storia della bandiera dei sardi

11 contenuti / 0 new
Ultimo messaggio
Sarbadore
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 04/01/2008 - 23:09
La vera storia della bandiera dei sardi

salude a totus..
po incumintzare cherio a bos cunsizare unu lìberu chi po a mie est bellu meda. si tenides su corazu de pònnere in discussione su chi azis crètidu fintzas ae como a pizu de sa bandera ma non ebbia, a pizu de s'istoria e s'identidade de sos sardos lezide su lìberu nou de Franciscu Sedda. non bant passatismos e nemmancu chirca de puresa ma un'istudiu iscientìficu chi at a torrare a iscrìere sa memòria curturale de sos sardos.

Qual è la bandiera dei sardi? E soprattutto, “i sardi”, chi sono? Chi sono stati? Chi vogliono essere? Non si tratta di domande ovvie, non si tratta di risposte scontate.
Questo libro cerca di fare chiarezza sulle vicende e le vicissitudini della bandiera dei sardi ma soprattutto offre una visione globale su mille anni di storia sarda e mediterranea.
Seguire questa narrazione, che è ricerca rigorosa e racconto denso di ritmo, significa lanciarsi in una galoppata intellettuale ed emotiva. Significa avventurarsi alla scoperta delle pieghe della coscienza collettiva dei sardi, scandagliarne lacerazioni e conflitti, contraddizioni e paradossi, ibridazioni e singolarità, potenzialità latenti e traduzioni possibili.
Seguire questa storia significa immergersi in un groviglio di progetti e casualità, di guerre reali e lotte simboliche, di eventi materiali e desideri umani: ma soprattutto di ingiustizie e svelamenti, di non senso e senso. Si tratta di una storia a volte folle, altre volte esaltante, sempre profondamente intensa.
Il lettore non sardo vi troverà una Sardegna fuori dagli schemi, il lettore sardo vi troverà se stesso messo in causa e in gioco. Perché di questo si parla indagando simboli e bandiere: delle forme della nostra appartenenza, delle definizioni di noi stessi che motivano ciò che sentiamo e crediamo di essere, delle identificazioni che ispirano le nostre azioni.
È tempo di lavare i nostri panni e le nostre bandiere in pubblico: per riflettere davvero su noi stessi, per provare a trasformare la nostra storia.



FRANCISCU SEDDA (Carloforte, Sardegna, 1976), studioso di semiotica delle culture, è docente presso le università di Roma “Tor Vergata”, Roma “La Sapienza”, Sassari. Ha ricoperto incarichi didattici anche presso l’università di Bologna e le università private di Roma “LUISS – Guido Carli” e “Link Campus – University of Malta”.
Ha ricevuto da Umberto Eco il premio “Sandra Cavicchioli” per la miglior tesi di laurea in Semiotica nel biennio 2000-2001. Da allora ha pubblicato i volumi "Tradurre la tradizione" (Roma, 2003), "Tracce di memoria" (Cagliari, 2002 e 2005), "La vera storia della bandiera dei sardi" (Cagliari, 2007) dedicati alla storia politica e antropologica dei sardi e della Sardegna.
Ha inoltre curato il volume "Glocal. Sul presente a venire" (Roma, 2005) che raccoglie interventi sulle implicazioni sociali e culturali della globalizzazione e, più di recente, ha curato e introdotto un volume di scritti di Jurij Lotman dal titolo "Tesi per una semiotica delle culture" (Roma, 2006).
Nel lavoro di dottorato – "Le forme del mondo. Semiotica della cultura ed esistenze glocali" – in via di riscrittura, e nei saggi pubblicati su riviste, ha lavorato sulla ridefinzione degli strumenti teorici della semiotica e sulla loro applicazione ad ambiti e temi diversi quali le identità politiche, le culture storiche, la memoria collettiva, le poetiche del comportamento quotidiano, i media e la comunicazione, l’architettura e la spazialità, il consumo e la cittadinanza.
Fra le partecipazioni a convegni segnaliamo; 8° Congresso Mondiale di Semiotica organizzato dallo IASS (International Association for Semiotic Studies), dal tema Signes of the World: Interculturality and Globalization (Lione, Francia, 9-12 luglio 2004), intervento dal titolo “Reflections on Glocal”; XXXIII congresso dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici, ottobre 2005, intervento alla tavola rotonda finale e coordinamento (insieme a P. Cervelli) della sessione di lavoro su “Zone, bordi, frontiere. La città come spazio culturale"; Seminario di semiotica interpretativa diretto da Umberto Eco (Bologna, maggio 2007) con tema "Verso una logica delle culture", intervento dal titolo “Formazioni semiotiche e traduzioni imperfette. Note sulla semiotica delle culture”.
Fra i corsi universitari tenuti in questi anni: Semiotica generale, Teoria e filosofia dei linguaggi, Semiotica degli eventi sportivi. Insegna stabilmente presso master in giornalismo ed organizzazione degli eventi culturali.
Franciscu Sedda è stato ideatore e fondatore, insieme ad altri, del movimento politico indipendentista non nazionalista e non violento, iRS- Indipendèntzia Repùbrica de Sardigna.

zuseppe
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Sab, 05/01/2008 - 18:48
bandiera sarda

PER COMPLETEZZA AL MESSAGGIO DI SARBADORE

il titolo del libri è:
LA VERA STORIA DELLA BANDIERA DEI SARDI
casa editrice:
CONDAGHES

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

Benevenuti tra i conchidortos, anche noi abbiamo adottato una nostra bandiera conchidorta .

Dopo letto il libro, magari, la aggiorniamo :wink:

Sarbadore
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 04/01/2008 - 23:09
La vera storia della bandiera dei sardi

gràtzias...
cmq quella bandiera è quella col lutto del PSd'Az :(

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

Sarbadore ha scritto:
gràtzias...
cmq quella bandiera è quella col lutto del PSd'Az :(

Nonu! Castialla mellus ;) chi custa esti particollari :wink:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

Ho letto il libro in oggetto e lo consiglio caldamente a tutti quelli che non leggono solo Federico Moccia.
L'attacco non è dei migliori, Franciscu ci vuole ricordare che lui di semeiotica ne sà e alle prime pagine viene voglia di chiudere, se avete pazienza andate avanti, sennò saltate pure le prime pagine e cominciate a leggere più avanti.
Chi dorme con la bandiera dei quattro mori sul comodino proverà uno choc, io che della storia della bandiera non ne sapevo nulla, e per la verità di bandiere e bandierismi non me ne potrebbe fregar de meno come dicono a Parigi, ho trovato via-via sempre più condivisibili gli studi di Franciscu. Tutto quello che scrive sulla presunta bandiera dei sardi lo approvo in pieno, d'ora in poi quando vedrò quella bandiera (dei quattro mori) la guarderò con sincero fastidio.
Per non rovinarvi la souspance non vi svelerò niente, almeno per ora, aspetterò che qualcun altro legga il libro. Vi anticipo solo che la bandiera dei sardi coi sardi e con la Sardegna non c'entra assolutamente nulla.
Vabbè, ora mi direte ma chie catzu est custu Franciscu Sedda? Perchè ha il vetzo di girarsi il nome alla sarda? Ma chi crede di essere questo giovinotto? Banda di zoticoni, a me sembra uno bravo-bravo-bravo, anzi dovremmo invitarlo per presentarci il libro in bidda.
Scherzi a parte non è propriamente un libro di storia, ma invoglia a prendere in mano la nostra storia, è cosa buona e giusta specie di questi tempi.

Arammigu
Offline
Last seen: 9 anni 1 mese fa
Iscritto: Ven, 13/07/2007 - 19:26
La vera storia della bandiera dei sardi

admdortos ha scritto:
Sarbadore ha scritto:
gràtzias...
cmq quella bandiera è quella col lutto del PSd'Az :(

Nonu! Castialla mellus ;) chi custa esti particollari :wink:

cos'ha di particolare?il vecchio "orientamento"? :shock:

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

Franciscu Sedda sarà a Bolotana per presentare il suo libro.

Mercoledì 23 luglio ore 18:30
presso la sala consiliare del Comune

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

Ottima conferenza di Franciscu Sedda a Bolotana.
Ha introdotto Omar con la sua robusta competenza e passione poi ha attaccato Franciscu, due ore di sana terapia storica, contro lo stress e la depressione da eterni isolani sconfitti, condite da ironia e buonumore.
Sarebbe importare invitarlo anche a Silanus, magari in un ciclo di conferenze come sta facendo l'amministrazione di Bolotana che ha invitato anche Michela Murgia.
Se non li invita l'amministrazione dovremmo invitarli noi conchidortos :wink:

syd76rm
Offline
Last seen: 3 anni 7 mesi fa
Iscritto: Mer, 13/02/2008 - 01:24
La vera storia della bandiera dei sardi

Qual è omar nella foto? Maglietta nera?

DrpAdmSite
Offline
Last seen: 3 mesi 3 settimane fa
Iscritto: Mar, 18/10/2005 - 16:16
La vera storia della bandiera dei sardi

syd76rm ha scritto:
Qual è omar nella foto? Maglietta nera?

==>> y e s

Accedi o registrati per inserire commenti.